Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Potresti avere un'allergia alla lavanda?

Potresti avere un'allergia alla lavanda?

0
541

È noto che la lavanda provoca reazioni in alcune persone, tra cui:

  • dermatite irritante (irritazione non allergica)
  • fotodermatite in seguito all'esposizione alla luce solare (può o meno essere correlata ad un'allergia)

  • orticaria da contatto (allergia immediata)
  • dermatite allergica da contatto (allergia ritardata)

Tuttavia, le reazioni allergiche alla lavanda sono rare e di solito non si verificano durante la prima esposizione.

Qualsiasi reazione allergica alla lavanda è di solito un'ipersensibilità di tipo ritardato. Ciò significa che la reazione non è immediata e può richiedere fino a un paio di giorni per apparire. È più probabile che accada dopo un maggiore uso ed esposizione agli elementi chimici della lavanda.

Secondo una ricerca dell'Università di Göteborg e dell'Accademia Sahlgrenska, le reazioni allergiche alla lavanda si verificano principalmente a causa della presenza di linalil acetato, una sostanza chimica profumata presente nella lavanda.

Altri studi hanno dimostrato che queste sostanze chimiche non forniscono alcuna protezione contro l'autoossidazione. Ciò significa che hanno la tendenza a reagire con l'ossigeno e scatenare una reazione, in particolare l'acetato di linalile, dopo una maggiore esposizione.

Poiché l'olio di lavanda è comunemente usato per massaggi e aromaterapia, molti casi di reazioni allergiche alla lavanda si verificano a causa dell'esposizione professionale. Altri fattori di rischio includono:

  • Diluizione. Più concentrato è l'olio, maggiore è il rischio.
  • Frequenza e durata. Il rischio di allergia aumenta in base alla frequenza di applicazione dell'olio e alla durata del trattamento.
  • Eczema (dermatite atopica). Sei più a rischio di provare una reazione alla lavanda se ti è stato precedentemente diagnosticato un eczema.

Quali sono i segni di una reazione alla lavanda?

Il tipo più comune di reazione alla lavanda è una reazione cutanea, che può verificarsi entro 5-10 minuti dal contatto con essa. I sintomi potrebbero includere:

  • prurito
  • rossore
  • sensazione di bruciore
  • piccole vesciche o orticaria

Potresti anche riscontrare i seguenti sintomi, specialmente se le sostanze chimiche sono sospese nell'aria:

  • starnuti
  • prurito, naso che cola o chiuso
  • gocciolamento nasale
  • tosse
  • prurito agli occhi e alla gola

Allergia vs. irritante

È importante conoscere la differenza tra una reazione irritante e una reazione allergica.

Sebbene i sintomi siano gli stessi, le irritazioni tendono a durare per alcune ore, mentre le reazioni allergiche possono durare per giorni o settimane. Le reazioni allergiche possono anche diffondersi in aree del corpo con cui la lavanda non è venuta in contatto.

Se hai un'irritazione, di solito puoi usare di nuovo lo stesso olio con una maggiore diluizione e non avere alcuna reazione. Questo non è il caso di una reazione allergica.

Ad esempio, la dermatite irritante è un'irritazione che può verificarsi se l'olio di lavanda non è sufficientemente diluito.

D'altra parte, un'allergia da contatto (orticaria da contatto) si verifica quando il tuo corpo ricorda sostanze chimiche dannose e reagisce ad esso da quel punto in avanti, di solito sotto forma di ipersensibilità di tipo ritardato (dermatite allergica da contatto).

L'orticaria da contatto è simile alla dermatite allergica da contatto, poiché sono entrambe reazioni allergiche, ma l'orticaria da contatto comporta una reazione immediata con orticaria anziché una reazione nel tempo.

Come posso trattare una reazione alla lavanda?

Parla con un medico se stai riscontrando qualsiasi tipo di reazione cutanea. Possono prescrivere varie creme e farmaci per alleviare il prurito e curare la pelle. Per i rimedi casalinghi, puoi provare a usare l'avena o la farina d'avena in varie forme.

La farina d'avena colloidale è un tipo di farina d'avena macinata e in grado di assorbire l'acqua. Puoi anche usare la normale farina d'avena in un negozio di alimentari. Crea una polvere fine schiacciando l'avena in un frullatore, un macinacaffè o un robot da cucina.

Due comuni trattamenti di farina d'avena includono bagni e impacchi.

Per i bagni di farina d'avena:

  1. Per vasche di dimensioni standard, svuotare una tazza di farina d'avena colloidale in una vasca di acqua tiepida da bagno. La quantità di avena dovrebbe variare in base alle dimensioni del bagno.
  2. Mettere a bagno per non più di 15 minuti, poiché lunghi periodi di tempo in acqua possono seccare la pelle e peggiorare i sintomi.
  3. Asciugare delicatamente la pelle e coprire la zona interessata con una crema idratante senza profumo.

Per impacchi di farina d'avena:

  1. Metti da un terzo a una tazza di avena macinata in un tessuto sottile, come i collant.
  2. Immergi il tessuto pieno di avena in acqua calda, quindi strizzalo per distribuire l'acqua.
  3. Applicare delicatamente l'impacco sull'area interessata e lasciare riposare la soluzione sulla pelle per circa 10-15 minuti.
  4. Ripeti se necessario.

Se la reazione è causata da sostanze chimiche di lavanda nell'aria, cambia la tua posizione o ottieni aria fresca.

Chiedi assistenza medica di emergenza se stai lottando per respirare o avverti gonfiore delle labbra, della lingua o della gola. Questo può essere un segno di una grave reazione allergica nota come anafilassi.

Come posso evitare la lavanda?

Il modo più semplice per prevenire una reazione futura è di non usare olio di lavanda non diluito sulla pelle. Evitare di utilizzare lo stesso olio o la stessa miscela per alcune settimane e assicurarsi di leggere tutte le etichette e le istruzioni prima dell'uso.

Tieni un elenco di tutto ciò che potrebbe aver provocato una reazione, come prodotti o posizioni specifici, in modo da sapere cosa evitare in futuro.

Il acetato di linalile è una sostanza chimica molto comune utilizzata per fornire fragranza nei prodotti profumati. Tuttavia, non viene spesso elencato sui prodotti venduti nell'Unione europea perché l'UE non lo considera un composto allergenico.

Ciò rappresenta un problema per le persone con allergie alla lavanda, in quanto è la sostanza chimica che spesso porta a reazioni allergiche.

Assicurati di leggere le etichette degli ingredienti prima dell'uso. Questo può aiutare a prevenire l'eczema allergico a lungo termine, che può essere grave. Prendi in considerazione l'utilizzo di prodotti non profumati.

Porta via

Sebbene all'inizio potresti non aver avuto reazioni alla lavanda, riapplicare lo stesso olio o la stessa miscela o visitare un'area con piante o fiori di lavanda può portare a un altro episodio allergico.

Una volta che il tuo sistema immunitario percepisce gli elementi chimici della lavanda come dannosi, è probabile che accada di nuovo una reazione.

Se pensi di aver sviluppato un'allergia alla lavanda, fissa un appuntamento con il tuo medico o il dermatologo. Possono fornire opzioni di trattamento più specifiche per la tua situazione.