Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Porpora trombocitopenica idiopatica (ITP)

Porpora trombocitopenica idiopatica (ITP)

0
5

Cos’è l’ITP?

La porpora trombocitopenica idiopatica è una malattia immunitaria in cui il sangue non si coagula normalmente. Questa condizione è ora più comunemente chiamata trombocitopenia immunitaria (ITP).

L’ITP può causare ecchimosi e sanguinamento eccessivi. Un livello insolitamente basso di piastrine o trombociti nel sangue provoca ITP.

Le piastrine sono prodotte nel midollo osseo. Aiutano a fermare l’emorragia aggregandosi per formare un coagulo che sigilla tagli o piccoli strappi nelle pareti e nei tessuti dei vasi sanguigni. Se il tuo sangue non ha abbastanza piastrine, è lento a coagulare. Può verificarsi emorragia interna o sanguinamento sopra o sotto la pelle.

Le persone con ITP hanno spesso molti lividi viola chiamati porpora sulla pelle o sulle mucose all’interno della bocca. Questi lividi possono anche apparire come punti rossi o viola sulla pelle chiamati petecchie. Le petecchie spesso sembrano un’eruzione cutanea.

La PTI può verificarsi sia nei bambini che negli adulti. Sembra che ci siano differenze in determinate età tra donne e uomini e lo sviluppo della ITP. In età più giovane, l’ITP può essere più comune nelle donne. In età avanzata, potrebbe essere più comune negli uomini. I bambini hanno maggiori probabilità di sviluppare questa condizione dopo una malattia virale generale. Anche alcuni virus specifici, come la varicella, la parotite e il morbillo, sono stati collegati all’ITP.

Tipi di ITP

I due tipi principali di ITP sono acuti (a breve termine) e cronici (a lungo termine).

La ITP acuta è la forma più comune del disturbo nei bambini. Di solito dura meno di sei mesi.

La PTI cronica dura sei mesi o più. È più comunemente visto negli adulti, sebbene anche adolescenti e bambini più piccoli possano essere colpiti.

Cosa causa l’ITP?

Il termine “idiopatico”, utilizzato nel nome precedente della condizione, significa “di causa sconosciuta”. In passato, è stato utilizzato perché la causa dell’ITP non era ben compresa. Tuttavia, ora è chiaro che il sistema immunitario gioca un ruolo importante nello sviluppo dell’ITP, da qui il suo nome più recente, trombocitopenia immunitaria.

In ITP, il sistema immunitario produce anticorpi contro le piastrine. Queste piastrine sono contrassegnate per la distruzione e la rimozione dalla milza, che riduce il numero di piastrine. Il sistema immunitario sembra anche interferire con le cellule responsabili della normale produzione di piastrine, che possono ridurre ulteriormente il numero di piastrine nel flusso sanguigno.

Nei bambini, l’ITP si sviluppa spesso in modo acuto a seguito di un virus. Negli adulti, la ITP di solito si sviluppa nel tempo.

L’ITP può anche essere classificato come primario, che si verifica da solo o secondario, che si verifica insieme a un’altra condizione. Malattie autoimmuni, infezioni croniche, farmaci, gravidanza e alcuni tipi di cancro sono fattori scatenanti secondari comuni.

L’ITP non è contagioso e non può essere trasmesso da una persona all’altra.

Quali sono i sintomi dell’ITP?

I sintomi più comuni di ITP sono:

  • lividi facilmente
  • petecchie di piccole dimensioni, spesso sulla parte inferiore delle gambe
  • epistassi spontanei
  • sanguinamento dalle gengive (ad esempio, durante il lavoro dentale)
  • sangue nelle urine
  • sangue nelle feci
  • mestruazioni anormalmente abbondanti
  • sanguinamento prolungato da tagli
  • sanguinamento abbondante durante l’intervento chirurgico

Alcune persone con ITP non hanno sintomi.

Come viene diagnosticata la ITP?

Il medico eseguirà un esame fisico completo. Ti chiederanno della tua storia medica e dei farmaci che stai assumendo.

Il medico prescriverà anche esami del sangue che includono un esame emocromocitometrico completo. Gli esami del sangue possono includere anche esami per valutare la funzionalità del fegato e dei reni, a seconda dei sintomi. Può anche essere raccomandato un esame del sangue di follow-up che controlli la presenza di anticorpi piastrinici.

Il medico richiederà uno striscio di sangue, in cui una parte del sangue viene posta su un vetrino e osservata al microscopio per verificare il numero e l’aspetto delle piastrine rilevate nell’emocromo completo.

Se hai una conta piastrinica bassa, il medico può anche prescriverti untest del midollo osseo. Se hai la ITP, il tuo midollo osseo sarà normale. Questo perché le tue piastrine vengono distrutte nel flusso sanguigno e nella milza dopo aver lasciato il midollo osseo. Se il tuo midollo osseo è anormale, la tua bassa conta piastrinica sarà probabilmente causata da un’altra malattia, piuttosto che dall’ITP.

Quali sono i trattamenti per l’ITP?

Il medico sceglierà il trattamento in base al numero totale di piastrine che ha e alla frequenza e alla quantità di sanguinamento. In alcuni casi, il trattamento non è necessario. Ad esempio, i bambini che sviluppano la forma acuta di ITP di solito guariscono entro sei mesi o meno senza alcun trattamento.

Anche gli adulti con casi meno gravi di ITP potrebbero non richiedere un trattamento. Tuttavia, il medico vorrà comunque monitorare il numero delle piastrine e dei globuli rossi per assicurarsi che non sia necessario un trattamento in futuro. Il numero di piastrine che diventa troppo basso ti mette a rischio di sanguinamento spontaneo nel cervello e in altri organi. Anche un basso numero di globuli rossi può essere un segno di emorragia interna.

Farmaci

Se tu o tuo figlio necessitate di cure, il medico probabilmente prescriverà farmaci come primo ciclo di trattamento. I farmaci più comuni usati per trattare la PTI includono:

Corticosteroidi

Il medico potrebbe prescriverle un corticosteroide, come il prednisone (Rayos), che può aumentare la conta piastrinica diminuendo l’attività del sistema immunitario.

Immunoglobulina endovenosa (IVIg)

Se il tuo sanguinamento ha raggiunto un livello critico o stai per sottoporsi a un intervento chirurgico e devi aumentare rapidamente la conta piastrinica, potresti ricevere immunoglobuline per via endovenosa (IVIg).

Immunoglobulina anti-D

Questo è per le persone che hanno sangue Rh-positivo. Come la terapia IVIg, può aumentare rapidamente la conta piastrinica e può funzionare anche più velocemente di IVIg. Tuttavia, può avere gravi effetti collaterali, quindi gli individui dovrebbero essere scelti con cura per questo trattamento.

Rituximab (Rituxan)

Questa è una terapia con anticorpi che prende di mira le cellule immunitarie responsabili della produzione delle proteine ​​che attaccano le piastrine. Quando questo farmaco si lega a quelle cellule immunitarie, note come cellule B, vengono distrutte. Ciò significa che ci sono meno cellule B in giro, il che significa meno cellule disponibili per produrre le proteine ​​che attaccano le piastrine. Tuttavia, non è chiaro se questo trattamento abbia benefici a lungo termine.

Agonisti del recettore della trombopoietina

Gli agonisti del recettore della trombopoietina, inclusi romiplostim (Nplate) ed eltrombopag (Promacta), aiutano a prevenire lividi e sanguinamento inducendo il midollo osseo a produrre più piastrine. Entrambi questi farmaci sono stati approvati dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense per il trattamento della bassa conta piastrinica dovuta a ITP cronica.

Se i farmaci di cui sopra non migliorano i sintomi, il medico può scegliere di prescriverti altri farmaci, tra cui:

Immunosoppressori generali

Gli immunosoppressori generali inibiscono l’attività complessiva del sistema immunitario. Non prendono di mira componenti specifici del sistema immunitario legati all’ITP. Questi includono:

  • ciclofosfamide (Cytoxan)
  • azatioprina (Imuran, Azasan)
  • micofenolato (CellCept)

Tuttavia, hanno effetti collaterali significativi. Così spesso vengono utilizzati solo in casi gravi che non hanno risposto ad altri trattamenti.

Antibiotici

Helicobacter pylori, che è il batterio che causa la maggior parte delle ulcere peptiche, è stato associato all’ITP in alcune persone. Terapia antibiotica da eliminare H. pylori ha dimostrato di aiutare ad aumentare la conta piastrinica in alcuni individui.

Chirurgia

Se si dispone di una grave ITP e i farmaci non migliorano i sintomi o la conta piastrinica, il medico può consigliare un intervento chirurgico per rimuovere la milza. Questa è chiamata splenectomia. La milza si trova nell’addome in alto a sinistra.

La splenectomia non viene solitamente eseguita nei bambini a causa dell’alto tasso di remissione spontanea o di un miglioramento inaspettato. Avere una splenectomia aumenta anche il rischio di alcune infezioni batteriche in futuro.

Trattamento d’emergenza

La PTI grave o diffusa richiede un trattamento di emergenza. Questo di solito include trasfusioni di piastrine concentrate e somministrazione endovenosa di un corticosteroide come metilprednisolone (Medrol), IVIg o trattamenti anti-D.

Cambiamenti nello stile di vita

Il medico potrebbe anche consigliarti di apportare alcune modifiche allo stile di vita, tra cui:

  • Evita alcuni farmaci da banco che possono influenzare la funzione piastrinica, tra cui l’aspirina, l’ibuprofene (Advil, Motrin) e il farmaco anticoagulante warfarin (Coumadin).
  • Limita l’assunzione di alcol perché il consumo di alcol può influire negativamente sulla coagulazione del sangue.
  • Scegli attività a basso impatto invece di sport competitivi o altre attività ad alto impatto per ridurre il rischio di lesioni e sanguinamento.

Trattamento per ITP durante la gravidanza

Il trattamento per le donne in gravidanza con ITP dipende dalla conta piastrinica. Se hai un caso lieve di ITP, probabilmente non avrai bisogno di alcun trattamento oltre a un attento monitoraggio e regolari esami del sangue.

Se hai una conta piastrinica estremamente bassa ed è in ritardo nella gravidanza, è più probabile che si verifichi un’emorragia grave e pesante durante e dopo il parto. In questi casi, il medico lavorerà con te per determinare un piano di trattamento che ti aiuterà a mantenere una conta piastrinica sicura senza influire negativamente sul tuo bambino. Se si verifica ITP insieme ad altre gravi condizioni di gravidanza, come la preeclampsia, sarà necessario anche un trattamento.

Sebbene la maggior parte dei bambini nati da madri con ITP non siano affetti dal disturbo, alcuni nascono o sviluppano una bassa conta piastrinica subito dopo la nascita. Il trattamento può essere necessario per i bambini con una conta piastrinica molto bassa.

Quali sono le possibili complicazioni dell’ITP?

La complicanza più pericolosa dell’ITP è il sanguinamento, in particolare il sanguinamento nel cervello, che può essere fatale. Tuttavia, l’emorragia grave è rara.

I trattamenti per la PTI possono avere più rischi della malattia stessa. L’uso a lungo termine di corticosteroidi può causare gravi effetti collaterali, tra cui:

  • osteoporosi
  • cataratta
  • una perdita di massa muscolare
  • un aumento del rischio di infezione
  • diabete

La chirurgia per rimuovere la milza in modo permanente aumenta il rischio di infezioni batteriche e il rischio di ammalarsi gravemente in caso di infezione. È importante controllare eventuali sintomi di infezione e segnalarli prontamente al medico.

Quali sono le prospettive per ITP?

Nella maggior parte delle persone con ITP, la condizione non è grave o pericolosa per la vita.

La PTI acuta nei bambini spesso si risolve entro sei mesi o meno senza trattamento.

La PTI cronica può durare per molti anni. Le persone possono vivere per molti decenni con la malattia, anche quelle con casi gravi. Molte persone con ITP sono in grado di gestire la loro condizione in modo sicuro senza complicazioni a lungo termine o una durata della vita ridotta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here