Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Polmonite virale: sintomi, fattori di rischio e altro

Polmonite virale: sintomi, fattori di rischio e altro

0
4

Cos’è la polmonite virale?

La polmonite è un’infezione che causa infiammazione ai polmoni. Le cause principali della polmonite sono batteri, funghi, parassiti o virus. Questo articolo riguarda la polmonite virale.

La polmonite virale è una complicanza dei virus che causano il raffreddore e l’influenza. Rappresenta circa un terzo dei casi di polmonite. Il virus invade i polmoni e li fa gonfiare, bloccando il flusso di ossigeno.

Molti casi di polmonite virale si risolvono da soli entro poche settimane. Tuttavia, i casi gravi possono essere pericolosi per la vita. Nel 2014, i Centers for Disease Control (CDC) hanno classificato la polmonite combinata con l’influenza come 8a causa di morte negli Stati Uniti

Sintomi di polmonite virale negli adulti e nei bambini

I sintomi della polmonite si verificano quando i polmoni si infiammano mentre cercano di combattere un’infezione virale. Questa infiammazione blocca il flusso di ossigeno e lo scambio di gas nei polmoni.

I primi sintomi della polmonite sono molto simili ai sintomi dell’influenza. Questi includono:

  • tosse con muco giallo o verde
  • febbre
  • tremori o brividi
  • fatica
  • sudorazione
  • azzurro delle labbra
  • debolezza

La polmonite virale e batterica hanno sintomi simili, ma qualcuno con polmonite virale può sviluppare sintomi aggiuntivi. Alcuni di questi includono:

  • mal di testa
  • sentirsi più a corto di fiato
  • dolore muscolare
  • tosse in peggioramento

I bambini con polmonite virale possono mostrare gradualmente sintomi meno gravi. Una tinta bluastra sulla loro pelle può essere un segno di mancanza di ossigeno. Possono anche avere una perdita di appetito o mangiare male.

Gli anziani con polmonite possono sperimentare una temperatura corporea inferiore al normale, vertigini e confusione.

È possibile che la polmonite virale si sviluppi rapidamente in una condizione più grave, soprattutto se ti trovi in ​​un gruppo ad alto rischio, come le persone con un sistema immunitario indebolito.

Chi è a rischio di contrarre la polmonite virale?

Tutti corrono il rischio di contrarre la polmonite virale, poiché è contagiosa e per via aerea. Potresti avere un rischio maggiore di sviluppare la polmonite se:

  • lavorare o vivere in un ospedale o in un ambiente di assistenza infermieristica
  • hanno 65 anni o più
  • hanno 2 anni o meno
  • sono incinta

Avere un sistema immunitario indebolito o soppresso a causa di HIV / AIDS, chemioterapia o farmaci immunosoppressori aumenta anche il rischio di polmonite e delle sue complicanze.

Altri fattori includono:

  • avere una malattia cronica come una malattia autoimmune, una malattia cardiaca, l’asma o un’infezione respiratoria
  • cancro o qualsiasi altra condizione che viene trattata con la chemioterapia

  • recente infezione virale
  • fumo di tabacco, che danneggia le difese del corpo contro la polmonite

Cosa causa la polmonite virale?

Il virus viaggia nell’aria in diversi modi. Tosse, starnuti o toccare una superficie contaminata sono modi comuni di diffusione del virus.

Diversi virus possono portare a polmonite virale, tra cui:

  • adenovirus, che possono anche causare il comune raffreddore e la bronchite
  • varicella (Varicella zoster virus)

  • influenza (virus influenzali)
  • virus respiratorio sinciziale, che causa sintomi simili al raffreddore

Questi virus possono essere trasmessi in comunità, ospedali e altre strutture sanitarie.

Quando vedere il tuo dottore

La polmonite può essere una condizione molto grave per le persone nel gruppo ad alto rischio. Rivolgiti al medico non appena manifesti segni o sintomi di polmonite. Vai al pronto soccorso se senti sintomi simil-influenzali insieme a:

  • confusione
  • respirazione rapida
  • un calo della pressione sanguigna
  • respirazione difficoltosa
  • una febbre costante di 102,0 ° F o superiore
  • dolore al petto

Come viene diagnosticata la polmonite virale?

Solo un medico può diagnosticare la polmonite. In ufficio, il medico ti chiederà informazioni sulla tua storia medica ed eseguirà un esame fisico. Per prima cosa, ascolteranno i tuoi polmoni per i seguenti suoni quando respiri:

  • diminuzione del flusso d’aria
  • scoppiettante nei polmoni
  • respiro sibilante durante la respirazione
  • battito cardiaco accelerato

Il tuo medico di solito seguirà ulteriori test se sono preoccupati per i suoni che stanno producendo i tuoi polmoni. Questi test potrebbero includere un (n):

  • radiografia del torace
  • coltura dell’espettorato per testare le secrezioni dai polmoni

  • test con tampone nasale per verificare la presenza di virus come l’influenza
  • emocromo completo (CBC) con differenziale per cercare cambiamenti infiammatori

  • gas nel sangue arterioso
  • tomografia computerizzata (TC) dell’area del torace

  • emocoltura
  • broncoscopia, che è raramente necessaria per diagnosticare la polmonite virale, ma consente al medico di guardare direttamente all’interno delle vie aeree

La differenza tra polmonite virale e polmonite batterica

Il trattamento è la più grande differenza tra polmonite batterica e virale. La polmonite batterica viene trattata con una terapia antibiotica, mentre la polmonite virale di solito migliora da sola. In alcuni casi, la polmonite virale può portare a una polmonite batterica secondaria. A quel punto, il medico potrebbe prescriverle una terapia antibiotica. Il medico saprà dire se si è trasformata in polmonite batterica modificando i sintomi o i segni.

Qual è il trattamento per la polmonite virale?

Cura della casa

La maggior parte delle persone può essere curata a casa per la polmonite virale. L’obiettivo del trattamento è alleviare i sintomi dell’infezione.

Assicurati di consultare il tuo medico prima di prendere un medicinale antitosse, poiché la tosse ti aiuterà nel tuo recupero. I bambini di solito seguono il trattamento comune durante il loro recupero, ma è sempre meglio consultare un medico per le linee guida di trattamento per il tuo bambino.

Trattamento medico

A seconda del tipo di infezione che hai, il medico può prescriverti un farmaco antivirale per ridurre l’attività virale. Il medico può prescriverne uno se la sua condizione viene diagnosticata precocemente. È importante capire che gli antibiotici non curano la polmonite virale, perché la causa è un virus, non un batterio.

Gli anziani e le persone con condizioni di salute croniche potrebbero dover rimanere in ospedale per cure extra ed evitare la disidratazione. Gli anziani possono anche ricevere un farmaco antivirale, che può aiutarli a riprendersi più rapidamente.

Come posso prevenire la polmonite virale se è contagiosa?

La polmonite virale è contagiosa e può essere trasmessa più o meno allo stesso modo del raffreddore o dell’influenza. Puoi adottare misure per ridurre il rischio di contrarre la polmonite.

Vaccino per l’influenza

Il virus dell’influenza può essere una causa diretta della polmonite virale. Il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie dice che tutti i 6 mesi o più dovrebbero ottenere il vaccino contro l’influenza stagionale. Le uniche eccezioni sono le persone che hanno avuto reazioni allergiche ai vaccini antinfluenzali o alle uova e le persone che hanno avuto la sindrome di Guillain-Barré.

Se sei malato nel momento in cui dovresti ricevere un vaccino antinfluenzale, aspetta di sentirti meglio per farlo.

Ulteriori informazioni: Cronologia dei vaccini per adulti »

Quanto dura la polmonite virale?

Il tuo tempo di recupero dipende da quanto eri in salute prima che ti venisse diagnosticata la polmonite virale. Un adulto giovane e sano di solito si riprende più velocemente di altri gruppi di età. La maggior parte delle persone guarisce in una o due settimane. Adulti o anziani possono impiegare diverse settimane prima che si riprendano completamente.

Il modo migliore per prevenire la polmonite è praticare una buona igiene, fare il vaccino antinfluenzale stagionale ogni anno e cercare di evitare coloro che ti circondano che sono malati di raffreddore o influenza.

Continua a leggere: 5 modi per curare un naso secco »

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here