Polimialgia reumatica

0
4

Includiamo prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Se acquisti tramite link in questa pagina, potremmo guadagnare una piccola commissione. Ecco il nostro processo.

Cos’è la polimialgia reumatica?

La polimialgia reumatica è una malattia infiammatoria che causa dolore muscolare e rigidità in varie parti del corpo. Colpisce più comunemente:

  • le spalle
  • collo
  • braccia
  • fianchi

I sintomi spesso compaiono all’improvviso e peggiorano al mattino.

La polimialgia reumatica colpisce tipicamente le persone di età superiore ai 65 anni. Si sviluppa raramente in quelle di età inferiore ai 50 anni.

È anche più probabile che si verifichi nelle donne che negli uomini. Anche le persone di origine nordeuropea e scandinava sono a maggior rischio per la condizione.

Ad alcune persone con polimialgia reumatica viene anche diagnosticato un disturbo correlato chiamato arterite temporale, chiamata anche arterite a cellule giganti. Questa condizione causa l’infiammazione dei vasi sanguigni del cuoio capelluto, del collo e delle braccia.

Se non trattata, l’arterite temporale può anche causare:

  • mal di testa
  • dolore alla mascella
  • problemi di vista, inclusa la cecità

Quali sono i sintomi della polimialgia reumatica?

Dolore e rigidità al collo e alle spalle sono i sintomi più comuni della polimialgia reumatica.

Il dolore e la rigidità possono gradualmente diffondersi ad altre aree, come spalle, fianchi e cosce. Questi sintomi di solito colpiscono entrambi i lati del corpo.

Altri sintomi comuni della polimialgia reumatica includono:

  • fatica
  • malessere
  • perdita di appetito
  • perdita di peso improvvisa e involontaria
  • anemia
  • depressione
  • febbre bassa
  • raggio di movimento limitato

I sintomi della polimialgia reumatica si sviluppano rapidamente, di solito nell’arco di diversi giorni. In alcuni casi, i sintomi possono comparire durante la notte. Tendono a peggiorare al mattino e migliorano gradualmente durante il giorno.

Potresti scoprire che essere inattivo o rimanere in una posizione per un lungo periodo di tempo può peggiorare i sintomi.

Il dolore e la rigidità possono alla fine diventare così gravi che hai difficoltà a svolgere le attività quotidiane, come alzarti dal divano, vestirti o salire in macchina. A volte, i sintomi della polimialgia reumatica possono persino rendere difficile addormentarsi.

Quali sono le cause della polimialgia reumatica?

La causa della polimialgia reumatica non è nota. Tuttavia, si ritiene che determinati geni e variazioni geniche possano aumentare il rischio di svilupparlo.

Anche i fattori ambientali possono svolgere un ruolo nello sviluppo della condizione. Nuovi casi di polimialgia reumatica vengono spesso diagnosticati in cicli e di solito si verificano stagionalmente.

Ciò suggerisce che potrebbe esserci un fattore scatenante ambientale, come un’infezione virale, che causa la condizione. La rapida insorgenza dei sintomi suggerisce anche che la polimialgia reumatica può essere scatenata da un’infezione. Tuttavia, non è stato trovato alcun collegamento di questo tipo.

Come viene diagnosticata la polimialgia reumatica?

I sintomi della polimialgia reumatica possono essere simili a quelli di altre condizioni infiammatorie, tra cui il lupus e l’artrite reumatoide. Per fare una diagnosi accurata, il medico eseguirà un esame fisico ed eseguirà diversi test per verificare la presenza di infiammazioni e anomalie del sangue.

Durante l’esame, il medico può muovere delicatamente il collo, le braccia e le gambe per valutare la tua mobilità. Se sospettano la polimialgia reumatica, ordineranno esami del sangue per verificare la presenza di segni di infiammazione nel tuo corpo.

Questi test misurano la velocità di eritrosedimentazione (ESR) e i livelli di proteina C reattiva. Un tasso di sedimentazione anormalmente alto e livelli elevati di proteina C reattiva suggeriscono un’infiammazione, se è stata esclusa l’infezione attiva.

Il medico può anche programmare un’ecografia per verificare la presenza di infiammazioni alle articolazioni e ai tessuti. Un ultrasuono utilizza onde sonore ad alta frequenza per creare immagini dettagliate dei tessuti molli in diverse parti del corpo.

Questo può essere molto utile per distinguere la polimialgia reumatica da altre condizioni che causano sintomi simili.

Poiché esiste un collegamento tra polimialgia reumatica e arterite temporale, il medico può eseguire una biopsia. Questa biopsia è una procedura a basso rischio che comporta la rimozione di un piccolo campione di tessuto da un’arteria nella tempia.

Il campione viene inviato a un laboratorio e analizzato per i segni di infiammazione. Una biopsia è necessaria solo se il medico sospetta un’infiammazione nei vasi sanguigni.

I segni di arterite temporale includono:

  • mal di testa persistenti
  • visione offuscata o doppia
  • perdita della vista
  • tenerezza nel cuoio capelluto
  • dolore alla mascella

Come viene trattata la polimialgia reumatica?

Non esiste una cura per la polimialgia reumatica. Ma con il trattamento adeguato, i sintomi possono migliorare in appena 24-48 ore. Il medico prescriverà un corticosteroide a basso dosaggio, come il prednisone, per aiutare a ridurre l’infiammazione.

Il dosaggio tipico è da 10 a 30 milligrammi al giorno. I farmaci antidolorifici da banco, come l’ibuprofene e il naprossene, di solito non sono efficaci nel trattamento dei sintomi della polimialgia reumatica.

Sebbene i corticosteroidi siano efficaci nel trattamento della polimialgia reumatica, questi farmaci hanno effetti collaterali. L’uso a lungo termine di questi farmaci aumenta il rischio di:

  • alta pressione sanguigna
  • colesterolo alto
  • depressione
  • aumento di peso
  • diabete
  • osteoporosi
  • cataratta

Per ridurre il rischio di sviluppare effetti collaterali durante il trattamento, il medico può raccomandare di assumere un integratore giornaliero di calcio e vitamina D. Gli integratori sono spesso consigliati se stai assumendo corticosteroidi per più di 3 mesi.

Il medico può anche suggerire una terapia fisica per migliorare la tua forza e aumentare la tua mobilità.

Puoi acquistare integratori di calcio e integratori di vitamina D in linea.

Mantenere uno stile di vita sano può anche aiutare a ridurre gli effetti collaterali dei corticosteroidi. Mangiare una dieta equilibrata e limitare l’assunzione di sale può aiutare a prevenire l’ipertensione. L’esercizio fisico regolare può aiutare a rafforzare le ossa e i muscoli e prevenire l’aumento di peso.

Il medico monitorerà attentamente la sua salute durante il trattamento. Possono:

  • ordinare esami del sangue per controllare i livelli di colesterolo e zucchero nel sangue
  • raccomandare esami oculistici annuali
  • programmare test periodici di densità ossea per verificare la presenza di segni di osteoporosi

Il medico potrebbe anche ridurre il dosaggio dopo 3 o 4 settimane di trattamento se i sintomi, compresi i segni di infiammazione, stanno migliorando.

Se i tuoi sintomi non migliorano con i farmaci, la polimialgia reumatica potrebbe non essere effettivamente la causa del tuo dolore e rigidità. In questo caso, il medico eseguirà ulteriori test per verificare la presenza di altri disturbi reumatici, come:

  • artrosi
  • artrite reumatoide
  • febbre reumatica

Quali sono le complicazioni della polimialgia reumatica?

I sintomi della polimialgia reumatica possono interferire con le attività quotidiane, soprattutto se la condizione non viene trattata.

Senza un trattamento appropriato, il dolore e la rigidità possono ridurre gravemente la tua mobilità. Alla fine potresti non essere in grado di completare semplici compiti da solo, come fare il bagno, vestirti e pettinarti.

Alcune persone sperimentano anche una perdita temporanea della funzione articolare. Ciò aumenta il rischio di sviluppare problemi articolari persistenti, come la spalla congelata.

Le persone con polimialgia reumatica hanno anche maggiori probabilità di sviluppare una malattia delle arterie periferiche. Questa condizione altera la circolazione sanguigna e spesso causa dolore alle gambe e ulcere.

Qual è la prospettiva a lungo termine per una persona con polimialgia reumatica?

Non esiste una cura per la polimialgia reumatica, ma la condizione spesso migliora una volta iniziato il trattamento. In effetti, in genere scompare dopo 2-6 anni di trattamento, e talvolta prima.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here