Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Perché soffro di indigestione?

Perché soffro di indigestione?

0
4

RITIRO DELLA RANITIDINA

Nell’aprile 2020, il Food and Drug Administration (FDA) ha chiesto che tutte le forme di ranitidina (Zantac) da prescrizione e da banco (OTC) siano rimosse dal mercato statunitense. Questa raccomandazione è stata formulata perché in alcuni prodotti a base di ranitidina sono stati trovati livelli inaccettabili di NDMA, un probabile cancerogeno (sostanza chimica cancerogena). Se ti viene prescritta la ranitidina, parla con il tuo medico di opzioni alternative sicure prima di interrompere il farmaco. Se stai assumendo ranitidina da banco, interrompi l’assunzione del farmaco e parla con il tuo medico delle opzioni alternative. Invece di portare i prodotti a base di ranitidina inutilizzati a un sito di ritiro di farmaci, smaltirli secondo le istruzioni del prodotto o seguendo le indicazioni della FDA guida.

Cos’è l’indigestione?

L’indigestione (dispepsia) accade a quasi tutti. Le abitudini alimentari o un problema digestivo cronico possono scatenare l’indigestione.

L’indigestione può causare:

  • mal di stomaco o gonfiore
  • bruciore di stomaco
  • nausea
  • vomito

Altri sintomi comuni di includono:

  • sentirsi pieno durante un pasto e non essere in grado di finire di mangiare
  • sentirsi molto pieno dopo aver mangiato un pasto di dimensioni normali
  • sensazione di bruciore allo stomaco o all’esofago
  • sensazione di rosicchiamento allo stomaco
  • esperienza di gas eccessivo o eruttazione

Non ignorare i sintomi gravi di indigestione. Rivolgiti immediatamente al medico se si verifica uno dei seguenti:

  • vomito grave
  • vomito sanguinante o simile a fondi di caffè
  • perdita di peso inspiegabile
  • sgabelli neri
  • difficoltà a deglutire

Cause di indigestione

Qualcosa di indigestione deriva dal mangiare troppo o mangiare troppo velocemente. Anche i cibi piccanti, grassi e grassi aumentano il rischio di indigestione. Sdraiarsi troppo presto dopo aver mangiato può rendere più difficile la digestione del cibo. Ciò aumenta il rischio di disturbi addominali.

Altre cause comuni di cattiva digestione includono:

  • fumare
  • bere troppo alcol
  • effetti collaterali dei farmaci

I farmaci antinfiammatori non steroidei, come l’aspirina, l’ibuprofene e il naprossene, sono una classe di farmaci che possono causare effetti collaterali.

Le abitudini alimentari e le scelte di vita possono causare. I sintomi dell’indigestione possono anche essere causati da:

  • malattia da reflusso acido (GERD)
  • tumore gastrico
  • anomalie del dotto pancreatico o biliare
  • ulcere peptiche

Le ulcere peptiche sono piaghe nel rivestimento dello stomaco, dell’esofago o del duodeno che possono essere causate da H. pyloribatteri.

A volte, non esiste una causa nota di indigestione, che viene definita dispepsia funzionale. La dispepsia funzionale può essere causata da una motilità muscolare anormale, come un’azione di spremitura, nell’area in cui i muscoli dello stomaco digeriscono e spostano il cibo nell’intestino tenue.

Diagnosi di indigestione

Il tuo medico inizierà probabilmente ponendoti domande sulla tua storia medica e sulle abitudini alimentari. Ti sottoporrai anche a un esame fisico. Il medico può prescriverti radiografie dell’addome per vedere se ci sono anomalie nel tratto digerente.

Possono anche raccogliere campioni di sangue, respiro e feci per verificare la presenza di un tipo di batterio che causa ulcere peptiche.

Il medico può ordinare un esame endoscopico per verificare la presenza di anomalie nel tratto digerente superiore.

Durante un’endoscopia, il medico passa un piccolo tubo con una fotocamera e uno strumento per biopsia attraverso l’esofago nello stomaco. Possono quindi controllare il rivestimento del tubo digerente per malattie e raccogliere campioni di tessuto. Sarai leggermente sedato per questa procedura.

Un’endoscopia del tratto gastrointestinale superiore (GI) può diagnosticare quanto segue:

  • reflusso esofageo
  • ulcere
  • malattie infiammatorie
  • cancro infezione

Opzioni di trattamento per l’indigestione

Farmaci

Diversi farmaci possono essere usati per trattare l’indigestione, ma possono causare effetti collaterali. Gli antiacidi da banco come Maalox e Mylanta aiutano a neutralizzare l’acidità di stomaco, ma possono causare diarrea o costipazione.

Gli antagonisti del recettore H2 (H2RA) come Pepcid riducono l’acidità di stomaco. Gli effetti collaterali sono rari, ma possono includere:

  • nausea
  • vomito
  • diarrea
  • eruzione cutanea o prurito
  • stipsi
  • mal di testa
  • sanguinamento o lividi

I procinetici, come i farmaci da prescrizione Reglan e Motilium, migliorano l’azione muscolare – o motilità – del tratto digestivo. Questi farmaci possono causare:

  • depressione
  • ansia
  • movimenti o spasmi involontari
  • fatica

Gli inibitori della pompa protonica (PPI) come Prilosec riducono l’acidità di stomaco, ma sono più forti degli H2RA. Gli effetti collaterali includono:

  • nausea e vomito
  • stipsi
  • diarrea
  • tosse
  • mal di testa
  • mal di schiena
  • vertigini
  • dolore addominale

Sia gli IPP che i farmaci H2 sono generalmente usati per trattare le ulcere peptiche. Se H. pylori sono la causa delle ulcere, questi farmaci sono usati in combinazione con antibiotici come la claritromicina e l’amoxicillina.

Cambiamenti nello stile di vita e assistenza domiciliare

I farmaci non sono l’unico trattamento per l’indigestione. Potresti essere in grado di migliorare la digestione e alleviare i sintomi fastidiosi con aggiustamenti dello stile di vita. Per esempio:

  • Fai pasti più piccoli durante il giorno.
  • Evita i cibi piccanti e grassi che possono scatenare il bruciore di stomaco.
  • Mangia più lentamente e non mangiare prima di sdraiarti.
  • Smetti di fumare, se fumi.
  • Perdere peso corporeo in eccesso.
  • Riduci la quantità di caffè, bevande analcoliche e alcol che consumi.
  • Fare il pieno di energie.
  • Smetti di prendere farmaci che possono irritare il rivestimento dello stomaco, come i FANS
  • Riduci lo stress attraverso lo yoga o la terapia di rilassamento.

prospettiva

La cattiva digestione è un problema comune. Tuttavia, non dovresti ignorare l’indigestione che è:

  • cronica
  • acuto
  • non risponde ai farmaci da banco

Se non vengono trattati, i sintomi dell’indigestione possono interferire con la qualità della vita.

Se non riesci a gestire l’indigestione a casa, parla con il tuo medico. Possono aiutare a determinare la causa alla base dei tuoi problemi di digestione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here