Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Perché l’erba ti fa tossire?

Perché l’erba ti fa tossire?

0
4

Se hai avuto un attacco di tosse dopo aver fumato cannabis, non sei solo. È una risposta comune e naturale all’inalazione di fumo.

A volte, però, la tosse può verificarsi anche quando non stai fumando. Questo è più probabile che accada se fumi regolarmente cannabis.

Per scoprire perché fumare cannabis può farti tossire, continua a leggere. Esploreremo anche come il fumo di cannabis potrebbe influire sulla salute dei polmoni, insieme al rischio di cancro ai polmoni.

Perché succede?

La gola e i polmoni sono rivestiti di nervi sensoriali. Funzionano per rilevare sostanze irritanti, come il fumo, nelle vie respiratorie.

Se inali una sostanza irritante, i nervi inviano segnali in tutto il tratto respiratorio. Questo produce un riflesso della tosse, che ti aiuta a liberarti della sostanza irritante. L’obiettivo è proteggere le vie respiratorie e, in definitiva, i polmoni.

Questo è ciò che accade quando fumi cannabis. Il fumo irrita le vie respiratorie, provocando un riflesso della tosse sui nervi. È una normale reazione all’inalazione di qualsiasi tipo di fumo.

La cannabis danneggia i polmoni?

La ricerca suggerisce che la tosse correlata al fumo di cannabis è solitamente dovuta a effetti a breve termine, piuttosto che a danni a lungo termine. Diamo un’occhiata alla ricerca.

Bronchite

Secondo una revisione del 2013, fumare cannabis provoca piccole lesioni alle grandi vie aeree, o bronchi. I tuoi bronchi sono i passaggi che collegano la trachea (trachea) ai polmoni.

Ciò aumenta il rischio di bronchite cronica o bronchi infiammati, che causano tosse frequente. La bronchite cronica in genere scompare quando si smette di fumare regolarmente.

Difesa contro le infezioni

Il fumo abituale riduce anche le ciglia nelle vie aeree. Le ciglia sono piccoli peli che filtrano particelle e germi. E sebbene il fumo abituale riduca la difesa dei polmoni contro le infezioni, non è associato a danni a lungo termine, secondo la revisione del 2013.

Funzione polmonare a lungo termine

UN studio 2012 2012 ha esaminato specificamente il legame tra il fumo di cannabis e la funzione polmonare a lungo termine per un periodo di 20 anni. I ricercatori hanno scoperto che il fumo occasionale non era collegato a una funzione polmonare avversa.

Anche se hanno ipotizzato che il fumo pesante può causare danni duraturi, non sono stati in grado di trarre una conclusione solida. Lo studio mancava di un numero sufficiente di partecipanti che fumassero pesantemente cannabis.

Vale la pena notare che fumare cannabis è associato a danni polmonari permanenti se si fuma anche tabacco. In un studio 2016 2016, le persone che fumavano cannabis e tabacco avevano maggiori probabilità di avere una funzione polmonare compromessa rispetto a quelle che fumavano solo tabacco.

Nonostante questi risultati, gli scienziati stanno ancora imparando come il fumo di cannabis influisca sulla salute dei polmoni nel tempo. Sono necessari studi più a lungo termine.

Fumare cannabis provoca il cancro ai polmoni?

Secondo a studio 2020, il fumo di cannabis contiene 110 composti con proprietà potenzialmente tossiche. Sessantanove di questi composti si trovano anche nel fumo di tabacco. Di conseguenza, molte persone si chiedono se fumare cannabis possa causare il cancro ai polmoni.

La ricerca è mista. UN Meta-analisi 2015 trovato un debole legame tra il fumo di cannabis a lungo termine e il rischio di cancro ai polmoni. Un vecchio studio del 2006 non ha trovato alcuna associazione tra fumo a lungo termine e cancro ai polmoni.

Tuttavia, a studio 2013 2013, che dura da oltre 40 anni, ha scoperto che fumare frequentemente cannabis raddoppia il rischio di cancro ai polmoni. L’associazione è rimasta dopo che i ricercatori hanno aggiustato i loro dati per l’uso del tabacco, il consumo di alcol e le malattie respiratorie.

Allo stesso modo, un vecchio studio del 2008 ha trovato una connessione tra il fumo di cannabis e il cancro ai polmoni dopo essersi adattati al fumo di sigaretta.

Il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) rileva che è difficile confermare un collegamento solido. Questo perché l’uso di cannabis si verifica spesso insieme ad altri comportamenti che aumentano il rischio di cancro ai polmoni, incluso il fumo di sigaretta.

Pertanto, sono necessari ulteriori studi che coinvolgano persone che fumano cannabis e non sigarette.

È anche possibile che il cancro ai polmoni causi la tosse. In questo caso, la tosse sarà persistente o peggiorerà nel tempo. Altri sintomi comuni del cancro del polmone includono:

  • tosse con sangue
  • dolore al petto
  • raucedine
  • scarso appetito
  • perdita di peso inspiegabile
  • fatica
  • nuovo respiro sibilante
  • fiato corto

Tieni presente che la tosse ha molte potenziali cause. Se sei preoccupato per la tua tosse, visita il tuo medico.

Tosse cronica

Come accennato in precedenza, fumare regolarmente cannabis può portare a bronchite cronica. La bronchite è considerata cronica se si hanno tosse e muco per almeno 3 mesi per 2 anni consecutivi.

Poiché la bronchite cronica provoca tosse persistente, probabilmente tossirai anche quando non stai fumando. La tosse potrebbe andare e venire, e potrebbe peggiorare in alcuni giorni. Potresti anche avere il respiro sibilante.

Se soffri di bronchite cronica dovuta al fumo di cannabis, smettere ridurrà i sintomi.

Come prevenire la tosse

Secondo le persone che fumano cannabis, ci sono diversi modi per ridurre al minimo la tosse dopo aver fumato. Puoi:

  • Prendi dosi più piccole. “Tipi” o respiri più piccoli di cannabis ridurranno la quantità di fumo che entra immediatamente nelle vie respiratorie.
  • Inspira profondamente. Ciò impedirà al fumo di rimanere bloccato in gola, causando la tosse.
  • Inspira ed espira dolcemente. Evitare di inspirare ed espirare con forza. Anche mentre inspiri profondamente, fallo delicatamente.
  • Bere acqua. Si consiglia di bere acqua prima, durante e dopo aver fumato. Questo può aiutare a ridurre al minimo la tosse alleviando l’irritazione alla gola.

Vuoi evitare qualsiasi tosse? Considera di mangiare cannabis ed evitare del tutto di fumare.

Come lenire la gola

Se hai già tossito e hai mal di gola, ecco cosa puoi fare per alleviarlo:

  • Gargarismi con acqua salata. Un gargarismo di acqua salata è l’ideale per il disagio e il dolore alla gola. Per farlo, mescola da 1/4 a 1/2 cucchiaino di sale con da 4 a 8 once di acqua tiepida.
  • Sorseggia acqua fredda. Bere liquidi ridurrà la secchezza della gola. L’acqua fredda è particolarmente calmante.
  • Bevi liquidi caldi. Puoi anche bere liquidi caldi, come brodo o tè senza caffeina, per alleviare il mal di gola.
  • Mangia caramelle dure. Succhiare caramelle dure può aumentare la produzione di saliva e alleviare la tosse.
  • Mangia cibi freddi. Il consumo di ghiaccioli o gelato può aiutare.
  • Usa un umidificatore. Gli umidificatori sono ideali per ridurre l’aria secca, che può peggiorare i sintomi.
  • Fare una pausa. Limita il fumo di cannabis fino a quando la tua gola non si sente meglio.

Porta via

Quando si inala il fumo di cannabis, i nervi sensoriali delle vie aeree producono un riflesso della tosse. Questo è il modo in cui il tuo corpo si protegge dalle sostanze irritanti. È una risposta normale che si verifica quando si inala qualsiasi tipo di fumo.

Gli scienziati stanno ancora imparando come il fumo di cannabis influenzi i polmoni. Attualmente, la ricerca non è riuscita a trovare un solido legame tra il fumo di cannabis e il danno polmonare a lungo termine. Non è chiaro se aumenti il ​​rischio di cancro ai polmoni.

Tuttavia, è possibile sviluppare bronchite cronica a causa del fumo di cannabis. Ciò provoca tosse cronica, catarro e respiro sibilante. Nella maggior parte dei casi, questi sintomi scompaiono se smetti di fumare cannabis.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here