Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Perché l’area in cui ho i punti prude e cosa fare al...

Perché l’area in cui ho i punti prude e cosa fare al riguardo

0
3

Hai appena avuto una ferita chiusa con punti e tutto ciò a cui riesci a pensare è quanto prude. Sai grattarti i punti sarebbe una brutta mossa, ma cosa causa questo prurito e cosa puoi fare per alleviarlo in sicurezza?

Il prurito, o prurito, fa parte del recupero quando si ha una ferita in via di guarigione. Sia che tu abbia una ferita traumatica o una ferita chirurgica chiusa – da punti di sutura, punti metallici o colla – il prurito è una parte normale, anche se frustrante, della ricostruzione cellulare.

Man mano che le cellule si ricostruiscono, ci sono reazioni chimiche e meccaniche che causano prurito. L’importante è non interrompere questo processo. Ritarderai la tua guarigione e tornerai al punto di partenza.

Perché i punti provocano prurito?

Il prurito è una parte normale della guarigione delle ferite. Per capire la causa del prurito, devi capire come si ricostruisce una ferita, anche quella chiusa con punti di sutura.

Emostasi e coagulazione

In questa prima fase di guarigione delle ferite, il tuo corpo interromperà l’afflusso di sangue alla ferita attraverso un processo chiamato vasocostrizione. Questo sigilla i vasi che forniscono sangue all’area interessata.

Funziona allo stesso modo per un infortunio o un’incisione chirurgica. Come coaguli di sangue sul bordo della ferita, frammenti di proteine ​​di fibrinogeno presenti nel plasma formano una chiusura naturale della ferita comunemente nota come crosta. La crosta si forma quando la fibrina e altre sostanze si disidratano e formano una copertura protettiva sulla ferita in via di guarigione.

Infiammazione

La fase successiva della guarigione della ferita è dove iniziano il vero dolore e prurito. In questa fase, le cellule infiammatorie si precipitano sul sito della ferita per aiutare a pulire la base della ferita e prepararsi a nuove cellule. Alcune di queste cellule, chiamate istamine, aiutano ad aprire i vasi intorno alla ferita affinché le cellule immunitarie inizino la pulizia.

Sfortunatamente, le istamine sono anche una causa chimica primaria del prurito. Una ferita infetta creerà prurito aggiuntivo, poiché le cellule infiammatorie e immunitarie fanno gli straordinari per combattere i batteri. In alcuni casi sfortunati, le ferite smettono di guarire correttamente e si bloccano in questa fase.

Quando le ferite non superano lo stadio di infiammazione, sono considerate ferite croniche. Il prurito è un grave problema con complicazioni che provocano ferite croniche.

Proliferazione e riparazione

Quando le cellule si affollano nel sito della ferita per costruire nuovo tessuto nel fase di proliferazione di guarigione, stratificano le cellule per creare una matrice che è piena di vari tipi di cellule, creando un’area sensibile di nuova crescita. Quando questi nuovi strati vengono uniti nella fase finale, il fluido si forma sotto la superficie della ferita. È allora che nuove connessioni nervose si uniscono a quelle vecchie, creando un file reazione meccanica che si traduce in una sensazione di prurito.

Altre cause che richiedono cure mediche

Ci sono alcuni aspetti anormali della guarigione che potrebbero causare prurito extra sui punti. Contatta il tuo medico se manifesti infiammazione, arrossamento o stillicidio, che possono essere segni di:

  • tessuto necrotico o morto alla base della ferita
  • accumulo di liquidi in eccesso o drenaggio nel sito di incisione
  • indurimento o indurimento del sito di sutura

Come fermare una ferita in via di guarigione dal prurito?

La cura delle ferite può essere complicata e può includere la pulizia e la medicazione dell’area. Graffiare una ferita pruriginosa potrebbe farla rompere e ritardare la guarigione. Alcuni modi per alleviare il prurito del punto includono:

  • applicare un impacco di ghiaccio o un impacco freddo
  • antistaminici come Benadryl

  • medicazione e fasciatura adeguate (parla con il tuo team sanitario di come prenderti cura della tua ferita)
  • mantenendo la pelle idratata
  • proteggere la ferita dall’irritazione con una copertura o indumenti

Ferma il prurito

Esistono numerosi rimedi naturali che possono aiutare a fermare il prurito. Parla con il tuo medico della cura dell’incisione e fai attenzione ai prodotti topici che applichi ai tuoi punti.

Healthline

Per ferite più gravi e prurito o ferite che richiedono molto tempo per guarire, il medico potrebbe dover provare:

  • debridement dei tessuti
  • uso di antinfiammatori topici come creme steroidee
  • gabapentinoidi
  • alcuni antidepressivi come la paroxetina e l’amitriptilina

Perché non dovresti grattare quel prurito

Potresti pensare che graffiare, o anche un leggero sfregamento, ti aiuterà ad alleviare il prurito. Ma graffiare punti o qualsiasi altra ferita in via di guarigione può interrompere il processo di guarigione. Nuovi strati delicati di tessuto possono essere facilmente lacerati, costringendoti a tornare alle fasi di guarigione precedenti. Questo farà sì che la ferita impieghi ancora più tempo a guarire, prolungando ulteriormente il prurito e possibilmente portando a complicazioni come ferite croniche o infezioni.

Come prenderti cura dei tuoi punti correttamente

Se hai avuto punti per riparare una ferita traumatica o dopo un intervento chirurgico, il tuo medico dovrebbe darti istruzioni specifiche su come prenderti cura dei tuoi punti e quando e come verranno rimossi. Non tutte le chiusure delle ferite, come i punti dissolventi o la colla chirurgica, richiedono la rimozione.

Ecco alcuni suggerimenti su come prenderti cura dei tuoi punti:

  • Mantieni i punti asciutti per le prime 24-48 ore.
  • Dopo i primi giorni, puoi pulire delicatamente intorno ai punti con acqua fredda e sapone neutro una o due volte al giorno.
  • Tampona il sito di incisione asciutto. Non strofinarlo.
  • Non graffiare o strofinare la tua incisione.
  • Evita attività faticose che potrebbero strappare i punti.
  • Non rimuovere le strisce adesive (Steri-Strips) che potrebbero coprire i punti. Questi cadranno da soli.
  • Cambia la tua medicazione come indicato dal tuo medico.
  • Non applicare creme o unguenti sui punti a meno che non sia consigliato dal medico.
  • Chiama il tuo medico se hai febbre o aumento del rossore e del dolore, drenaggio purulento come pus giallo o verde o sanguinamento nel sito. Questo potrebbe essere un segno di infezione.
  • Non tirare i punti, i punti metallici o le croste che coprono la ferita.
  • Tieni le mani e le forniture pulite durante i cambi di medicazione.

Quando vedere un dottore

A volte, un prurito eccessivo può essere un segno di una complicazione nella guarigione della ferita. Tessuto necrotico, infezioni, accumulo eccessivo di liquidi e altro possono portare a un aumento del prurito e problemi con la guarigione delle ferite.

Se sospetti che la tua ferita non stia guarendo correttamente o hai uno dei seguenti problemi, contatta il tuo medico per un’ulteriore valutazione.

  • febbre di 100 gradi Fahrenheit o superiore
  • drenaggio giallo, denso, torbido o maleodorante dal sito
  • sanguinamento eccessivo
  • punti che cadono
  • apertura nell’incisione prima che i punti vengano rimossi

  • nuovo intorpidimento o formicolio al sito
  • aumento del dolore o del rossore

Porta via

I punti hanno lo scopo di aiutare a migliorare la guarigione di ferite profonde o incisioni e accelerare il processo di costruzione del tessuto naturale. A volte, tuttavia, i punti possono complicare le cose, soprattutto se li graffi e complichi la ferita.

Rimedi casalinghi e farmaci da banco o da prescrizione possono aiutare mentre l’incisione o la ferita guariscono. Contatta il tuo medico se sospetti che la tua incisione non stia guarendo correttamente o sia stata infettata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here