Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Olio di CBD per la demenza: ricerca, sicurezza e altro

Olio di CBD per la demenza: ricerca, sicurezza e altro

0
19

Getty Images/PersoneImages

La demenza è un termine usato per descrivere i cambiamenti nel cervello che possono causare una grave perdita di memoria e un deterioramento generale delle funzioni mentali.

La demenza compare comunemente nelle persone di età superiore ai 65 anni, spesso nella sua forma più comune, il morbo di Alzheimer, ma può colpire anche i più giovani.

Per ricevere una diagnosi di demenza, una persona deve avere almeno due tipi di disabilità che influiscono gravemente sulla sua vita quotidiana. I sintomi possono variare e includere:

  • alterazioni della memoria a breve termine
  • difficoltà a comunicare pensieri
  • apatia o cambiamenti di umore.

Oltre alla memoria, la demenza può influenzare il linguaggio, la concentrazione e il comportamento.

Cos’è il CBD?

Il cannabidiolo (CBD) è un cannabinoide, una sostanza chimica presente in natura in Cannabis piante, marijuana e canapa. Da non confondere con il cannabinoide tetraidrocannabinolo (THC), il CBD non ti fa sballare.

Per alcune condizioni, come ansia e depressione, la ricerca suggerisce che il CBD può aiutare ad alleviare i sintomi mentali e il dolore fisico.

Il CBD interagisce con i recettori CB1 e CB2, presenti nel sistema nervoso centrale e nel sistema nervoso periferico. Anche se non è ancora chiaro come il CBD influenzi questi recettori, sappiamo che altera i livelli di serotonina.

Il CBD potrebbe anche essere considerato un’opzione di trattamento per la gestione del dolore. Gli studi hanno dimostrato che l’uso topico dell’olio di CBD può aiutare con l’infiammazione e il disagio generale.

Sebbene l’olio di CBD possa aiutare ad alleviare i sintomi di determinate condizioni, è importante notare che non dovrebbe essere trattato come un toccasana. Poiché c’è una mancanza generale di ricerca, non consigliamo di assumere CBD per la demenza.

Olio di CBD e sintomi di demenza

Finora, non ci sono stati ampi studi clinici sugli esseri umani per studiare se il CBD può aiutare con la demenza.

Tuttavia, ci sono studi e recensioni che suggeriscono che il CBD può aiutare a trattare alcuni sintomi associati alla demenza, come:

  • ansia
  • depressione
  • agitazione
  • difficoltà a dormire
  • funzione motoria interrotta

Questa guida offre opzioni di olio di CBD da prendere in considerazione, oltre a ulteriori informazioni sugli usi del CBD nell’aiutare con i sintomi della demenza.

La ricerca supporta l’uso dell’olio di CBD per la demenza?

Secondo a Recensione 2010, non ci sono prove sufficienti che il CBD possa trattare, prevenire o invertire i sintomi della demenza. Tuttavia, i primi risultati sono stati promettenti, portando i ricercatori a richiedere più studi clinici sull’uomo per comprendere meglio il potenziale del CBD per sintomi di demenza.

La revisione del 2010 ha rilevato che, in studi umani di piccole dimensioni, il CBD ha contribuito a migliorare i problemi comportamentali associati alla demenza e ad altre condizioni neurologiche degenerative. Ha suggerito che il CBD ha il potenziale come alternativa ad altri farmaci in alcune forme di demenza.

Inoltre, in a studio 2016, gli scienziati hanno scoperto che i cannabinoidi, come il CBD, potrebbero aiutare a rimuovere la demenza dalle cellule cerebrali. I cannabinoidi presenti nella cannabis reagiscono con il sistema endocannabinoide, che è stato collegato alla demenza.

Tuttavia, i ricercatori stanno usando questa idea per comprendere meglio la relazione tra il CBD come trattamento e la demenza, e c’è ancora molto che deve essere scoperto e compreso. Ciò significa che non ci sono state conclusioni concrete che colleghino il CBD come un modo per prevenire o aiutare a fermare la progressione della demenza.

Il CBD può aiutare con gli effetti mentali e fisici della demenza?

Sebbene il CBD non aiuti a rallentare gli effetti della demenza, alcune persone potrebbero volerlo comunque assumere per alleviare i sintomi fisici e mentali.

UN Recensione 2019 notato sintomi mentali e comportamentali comuni di demenza, come:

  • depressione
  • ansia
  • agitazione

Le persone tendono anche a sviluppare sintomi fisici, come:

  • difficoltà a completare le attività quotidiane
  • perdita di memoria
  • confusione generale, in particolare con il progredire della condizione

Questo può manifestarsi come un aumento dell’apatia e dell’oblio e una riduzione della mobilità, che rende più difficile godersi la vita quotidiana. La revisione ha anche offerto prove che il CBD può essere efficace per aiutare con sintomi, come agitazione e interruzioni della funzione motoria causate dalla demenza, ma l’olio di CBD non è stato trovato per aiutare con la perdita di memoria o altri disturbi cognitivi.

È stato scoperto che il CBD aiuta con condizioni di salute mentale, come ansia e depressione.

In uno studio del 2015, il National Institute on Drug Abuse (NIDA) ha scoperto che l’olio di CBD ha dimostrato di ridurre i livelli di stress negli animali, come i ratti.

In una precedente recensione, gli scienziati hanno notato che un dosaggio orale giornaliero di 400 mg di CBD aveva ridotto i livelli di ansia.

Finora, i risultati della ricerca sono limitati e sono necessarie ulteriori ricerche sugli esseri umani per risposte più definitive.

Il CBD è sicuro da usare?

Il CBD è stato certificato come sicuro da usare dal Organizzazione mondiale della Sanità. Tuttavia, molti oli di CBD da banco non sono approvati dalla Food and Drug Administration (FDA), il che significa che la qualità e gli ingredienti del prodotto possono variare in base all’azienda.

Alcuni effetti collaterali comuni del CBD includono:

  • diarrea
  • cambiamenti di peso
  • l’appetito cambia

Se vuoi ancora assumere il CBD, dovresti consultare un medico prima di introdurlo nel tuo corpo. È stato scoperto che interagisce con alcuni farmaci.

Come faccio a sapere quanto CBD è giusto per me?

È importante dosare accuratamente il CBD, sia per la demenza che per un’altra condizione. In caso contrario, potrebbe non essere del tutto efficace.

La quantità di CBD che dovresti assumere varia da persona a persona, a seconda del tuo peso corporeo e della chimica, della concentrazione di CBD nel tuo prodotto e della condizione da trattare. Inoltre, non sono state ancora stabilite raccomandazioni sul dosaggio con CBD per nessuna condizione.

Prima di introdurre l’olio di CBD nella tua dieta, dovresti parlare con un operatore sanitario. Dovresti anche seguire la loro raccomandazione se ne offrono uno. Se non offrono una raccomandazione, in genere è meglio iniziare con una dose bassa e aumentare lentamente.

Tieni presente che i diversi prodotti variano nel contenuto effettivo di CBD, quindi dovresti prestare attenzione quando inizi un nuovo pacchetto o un nuovo modulo di prodotto.

Come prendo il CBD?

Esistono molti modi per assumere il CBD, quindi le persone possono scegliere un metodo che funzioni meglio per loro. Le forme CBD più comuni sono:

  • Tinture. Le tinture infuse di CBD sono liquidi, tipicamente oli, assunti per via orale utilizzando un contagocce per posizionare il liquido sotto la lingua. Le tinture vengono assorbite rapidamente e sono un’opzione per le persone che non possono assumere pillole di CBD.
  • Argomenti. I topici al CBD includono creme e lozioni che vengono utilizzate per trattare i dolori muscolari e articolari. Sono i migliori per il dolore localizzato.
  • Pillole. Le pillole sono facili da prendere e contengono una dose uguale di CBD in tutto. Richiedono più tempo di altre forme per avere effetto.
  • commestibili. Le caramelle gommose al CBD sono uno dei modi più comuni e popolari per assumere il CBD. Ogni caramella contiene la stessa quantità di CBD per confezione, rendendo più facile sapere quale dose stai assumendo.

La linea di fondo

La demenza provoca il deterioramento della funzione mentale e fisica. Il CBD potrebbe essere in grado di aiutare con alcuni dei sintomi della condizione, anche se sono necessarie ulteriori ricerche per determinare l’efficacia del composto.

Potrebbe essere utile assumere il CBD per affrontare le condizioni associate alla demenza, poiché è stato notato che il CBD offre un certo sollievo da condizioni come ansia e depressione.

Assicurati di parlare con un operatore sanitario prima di iniziare il CBD.

Il CBD è legale? I prodotti CBD derivati ​​dalla canapa (con meno dello 0,3 percento di THC) sono legali a livello federale, ma sono ancora illegali secondo alcune leggi statali. I prodotti CBD derivati ​​dalla marijuana sono illegali a livello federale, ma sono legali secondo alcune leggi statali. Controlla le leggi del tuo stato e quelle di qualsiasi luogo in cui viaggi. Tieni presente che i prodotti CBD senza prescrizione medica non sono approvati dalla FDA e potrebbero essere etichettati in modo impreciso.


Per gentile concessione dell’autore

Tunika Onnekikami è una scrittrice ed editrice freelance interessata a pensare alla cultura, alla tecnologia digitale e alla salute. Per altri suoi lavori, seguici su Twitter e il suo sito web.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here