Neuroblastoma

0
4

Cos’è il neuroblastoma?

Il sistema nervoso del tuo corpo è diviso in sistema nervoso centrale, che include il tuo cervello e il midollo spinale, e il sistema nervoso periferico. Il tuo sistema nervoso simpatico fa parte del tuo sistema nervoso periferico. Aiuta a trasportare i messaggi dal tuo cervello a varie parti del tuo corpo. Controlla il tuo:

  • risposta di lotta o fuga
  • livelli di alcuni ormoni
  • digestione
  • frequenza del battito cardiaco
  • pressione sanguigna

Aiuta anche a trasportare i messaggi dal tuo cervello a varie parti del tuo corpo.

Il neuroblastoma è un cancro che si sviluppa nelle cellule immature, o neuroni, del sistema nervoso simpatico. Si sviluppa come un tumore solido. Si trova spesso in:

  • ghiandola surrenale
  • bacino
  • addome
  • collo
  • il petto

Se progredisce, può diffondersi alle ossa, ai linfonodi e alla pelle.

Mentre il neuroblastoma è un cancro raro in generale, è il tipo più comune di cancro tra i neonati. Secondo il Memorial Sloan Kettering Cancer Center, ogni anno negli Stati Uniti vengono diagnosticati circa 700 nuovi casi di neuroblastoma. La maggior parte di loro viene diagnosticata tra i bambini piccoli. Di solito viene diagnosticato prima che raggiungano i 5 anni.

Il neuroblastoma è ereditato?

La maggior parte dei casi di neuroblastoma non è ereditaria ma è il risultato di una mutazione genetica casuale. Circa l’1-2% dei neuroblastomi è ereditato con un pattern autosomico dominante. Ciò significa che hai solo bisogno di un gene di un genitore per avere la condizione. Non tutte le persone che ereditano un tale gene sviluppano il neuroblastoma. Questo è noto come “penetranza incompleta”. Gli esperti ritengono che sia necessaria un’ulteriore mutazione per sviluppare il neuroblastoma.

Quali sono i sintomi del neuroblastoma?

I sintomi comuni del neuroblastoma includono:

  • un nodulo al collo, al torace o all’addome
  • occhi sporgenti
  • occhiaie sotto gli occhi
  • gonfiore addominale
  • dolore alle ossa
  • debolezza negli arti superiori o inferiori
  • paralisi o incapacità di muoversi degli arti superiori o inferiori
  • gonfiori bluastri e indolori sotto la pelle

I sintomi meno comuni includono:

  • fatica
  • la febbre
  • fiato corto
  • una tosse
  • ipertensione
  • diarrea
  • sanguinamento anormale o lividi, comprese piccole macchie rosse piatte sulla pelle chiamate petecchie
  • un battito cardiaco accelerato
  • sudorazione eccessiva
  • movimenti involontari e incontrollati di occhi, piedi e gambe

Molte altre condizioni possono causare questi sintomi. Non indicano necessariamente una diagnosi di neuroblastoma.

Come viene diagnosticato il neuroblastoma?

A causa della natura aspecifica dei sintomi del neuroblastoma precoce, la malattia tende a progredire a fasi successive prima di essere diagnosticata.

Il medico di tuo figlio può diagnosticare il neuroblastoma utilizzando i seguenti test:

  • analisi del sangue
  • test delle urine
  • una biopsia del midollo osseo
  • una TAC
  • una risonanza magnetica
  • una tomografia a emissione di positroni
  • una scintigrafia ossea
  • un’ecografia

Come viene gestito il neuroblastoma?

Dopo aver diagnosticato il neuroblastoma, il medico di tuo figlio metterà in scena il cancro. In altre parole, classificheranno il cancro in base alla sua posizione e alla sua diffusione. Lo stadio del cancro di tuo figlio determina il corso del trattamento, motivo per cui la stadiazione è fondamentale.

Il neuroblastoma ha quattro fasi:

Fase 1

Nella fase 1, il tumore si trova in un’area del corpo di tuo figlio. Non si è ancora diffuso e il medico di tuo figlio può rimuoverlo abbastanza facilmente.

Fase 2

Nella fase 2A, il tumore si trova in un’area del corpo di tuo figlio, ma il medico di tuo figlio non può rimuoverlo completamente durante l’intervento. Le cellule cancerose non si trovano nei linfonodi locali.

Nella fase 2B, il tumore si trova in un’area del corpo e il medico di tuo figlio può rimuoverlo completamente durante l’intervento chirurgico. Tuttavia, le cellule tumorali si trovano anche nei linfonodi vicino al tumore di tuo figlio.

Fase 3

Nella fase 3, può verificarsi una delle seguenti tre situazioni:

  • Il tumore è ancora limitato all’area del corpo del bambino in cui si è sviluppato per la prima volta. È solo su un lato del corpo. Tuttavia, le cellule tumorali sono state trovate nei linfonodi sull’altro lato del corpo.
  • Il tumore si trova al centro del corpo di tuo figlio e si sta diffondendo verso entrambi i lati del corpo. Ciò è dovuto alla crescita del tumore stesso o alla diffusione delle cellule tumorali attraverso i linfonodi del bambino.
  • Il tumore non può essere completamente rimosso durante l’intervento chirurgico. Si è anche diffuso da un lato all’altro del corpo di tuo figlio. Può essersi diffuso o meno ai linfonodi vicini.

Fase 4

Nella fase 4, il tumore o le cellule tumorali si sono diffusi in parti distanti del corpo di tuo figlio, come:

  • osso
  • fegato
  • pelle
  • linfonodi distanti
  • altri organi

Il neuroblastoma di stadio 4S si comporta in modo diverso. Si verifica quando i seguenti criteri sono veri:

  • Il tuo bambino ha meno di 1 anno.
  • Il cancro è su un lato del corpo. Potrebbe essersi diffuso ai linfonodi su quel lato del corpo ma non sull’altro lato.
  • Il tumore si è diffuso al fegato, alla pelle o al midollo osseo.
  • Meno del 10 per cento delle loro cellule del midollo osseo sono cancerose.
  • Il cancro non si è diffuso alle loro ossa.

Livello di rischio

Una volta che il medico ha messo in scena il cancro di tuo figlio, lo classificherà come rischio basso, intermedio o alto. Determineranno il livello di rischio in base a:

  • lo stadio del cancro
  • istologia del tumore
  • la biologia del tumore
  • l’età di tuo figlio

Il neuroblastoma a rischio basso e intermedio ha buone possibilità di essere completamente curato. Il neuroblastoma ad alto rischio è in genere più difficile da curare.

Come viene trattato il neuroblastoma?

Il trattamento per il neuroblastoma dipende dall’età del bambino e dallo stadio del cancro. Può includere:

  • chirurgia
  • chemioterapia
  • radioterapia
  • immunoterapia
  • un trapianto di cellule staminali

Molti bambini con neuroblastoma avranno più di un tipo di trattamento. Il trattamento viene in genere eseguito in più fasi e può durare diversi anni.

Chemioterapia

Durante la chemioterapia, i farmaci antitumorali vengono utilizzati per uccidere le cellule tumorali. Le persone di solito ricevono questi farmaci per via endovenosa, ma tuo figlio può anche assumerli per via orale, a seconda del farmaco specifico. Gli effetti collaterali possono includere:

  • la perdita di capelli
  • piaghe alla bocca
  • nausea
  • vomito
  • un sistema immunitario indebolito
  • fatica

Gli effetti collaterali scompaiono una volta che il bambino finisce il trattamento.

Radioterapia

Nella radioterapia, particelle o raggi ad alta energia, come i raggi X, vengono utilizzati per uccidere le cellule tumorali. Una macchina tipicamente punta le particelle oi raggi nell’area interessata. Questo tipo di trattamento può causare effetti collaterali, come irritazione della pelle, diarrea e affaticamento.

Immunoterapia

L’immunoterapia è anche chiamata terapia biologica. In questo trattamento vengono utilizzati farmaci per stimolare il sistema immunitario del bambino a combattere le malattie.

Terapia con cellule staminali

La terapia con cellule staminali è anche chiamata trapianto di midollo osseo. Dopo aver ricevuto alte dosi di chemioterapia o radioterapia, le cellule staminali sostitutive possono essere iniettate nel flusso sanguigno del bambino. I medici in genere riservano questo trattamento ai bambini ad alto rischio la cui prospettiva con altre opzioni di trattamento è scarsa.

Quali sono le prospettive per i bambini con neuroblastoma?

Icona di Outlook

La prospettiva di tuo figlio dipenderà dallo stadio del cancro e dal livello di rischio. Secondo l’American Cancer Society, i bambini con neuroblastoma a basso rischio hanno un tasso di sopravvivenza a cinque anni superiore al 95%. I bambini con neuroblastoma a rischio intermedio hanno un tasso di sopravvivenza a cinque anni di circa il 90-95%. Quelli nel gruppo ad alto rischio hanno un tasso di sopravvivenza a cinque anni di circa il 40-50%.

Se il loro trattamento contro il cancro ha successo, dovranno partecipare agli appuntamenti di follow-up per monitorare i segni di ricaduta e il trattamento dei potenziali effetti collaterali. Per i casi a basso e medio rischio, il rischio di ricaduta è basso. Tuttavia, i controlli sono ancora importanti. Il trattamento del cancro può causare effetti collaterali a lungo termine. Non tutti sperimenteranno gravi effetti collaterali, ma possono verificarsi. Possono includere:

  • problemi di sviluppo
  • difficoltà di apprendimento
  • problemi di vista
  • convulsioni
  • problemi muscolari e ossei
  • tumori secondari

Ogni bambino è diverso. Parla con il medico di tuo figlio delle migliori opzioni di trattamento per loro. Chiedete loro i rischi di opzioni di trattamento specifiche, il programma di trattamento di vostro figlio e le strategie per prevenire, identificare e gestire potenziali complicazioni.

Molti centri oncologici e ospedali hanno gruppi di sostegno per bambini e famiglie che si occupano di neuroblastoma o altri tumori. Possono fornire supporto e informazioni utili.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here