Microsoft: Windows 10 Insider che utilizza i SoC AMD non riceverà l’ultima build di anteprima

0
10
Microsoft: Windows 10 Insider che utilizza i SoC AMD non riceverà l'ultima build di anteprima
Microsoft: Windows 10 Insider che utilizza i SoC AMD non riceverà l’ultima build di anteprima

Sappiamo tutti che Microsoft ha provato tutti i tipi di trucchi in modo che il maggior numero di utenti possibile venga passato a Windows 10. Ma ora il gigante della tecnologia Microsoft impedisce agli utenti di AMD SoC di ricevere l’ultima build di anteprima di Windows 10.

Microsoft: Windows 10 Insider che utilizza i SoC AMD non riceverà l’ultima build di anteprima

Il programma Insider in Windows 10 ci consente di testare le novità di questo sistema operativo prima che raggiungano tutti gli utenti. Essendo versioni di prova, sono soggette a errori e problemi, che risultano essere naturali.

L’ultimo bug interessa i PC con processori AMD e il colosso tecnologico Microsoft ha deciso di escluderli dalla build, evitando grossi problemi agli utenti.

È stata la stessa Microsoft a farlo annunciato il problema e che bloccava l’installazione della build 17035 di Windows Insiders. Secondo l’azienda, c’è un bug non identificato che sta causando problemi durante l’aggiornamento, che avrà portato a questa interruzione nel rendere disponibile questa versione per i processori AMD.

“A causa di un bug che fa sì che i PC con processori AMD controllino i bug durante l’aggiornamento alle build attuali, stiamo impedendo ai PC con processori AMD di ricevere questa build. Stiamo indagando e lavorando per risolvere questo problema”.

Il colosso della tecnologia Microsoft ha inoltre assicurato di essere al lavoro per scoprire la causa di questo problema e per trovare una soluzione che incorporerà nelle prossime build, riportando i processori AMD nel programma di test.

La build 17035 di Windows Insiders, rilasciata mercoledì scorso, porta molte nuove funzionalità a Windows 10. Ciò che spicca è l’arrivo di Near Share, che consentirà la condivisione di file tra macchine Windows, senza che vengano utilizzati questi mezzi fisici.

Ci sono ancora alcune novità in Edge, che consentono di disattivare l’audio delle schede. Migliorate anche le definizioni e la tastiera virtuale di Windows 10.

Non è un difetto considerato normale, anche nel programma Insider, e finisce per lasciare molti utenti fuori da questi test. Il colosso tecnologico Microsoft dovrebbe risolvere presto il problema e proseguire gli sviluppi di quello che sarà il prossimo major update di Windows 10, previsto entro la primavera del prossimo anno.

Allora, cosa ne pensi di questo? Condividi semplicemente le tue opinioni e pensieri nella sezione commenti qui sotto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here