Microdiscectomia

0
2

Cos’è la microdiscectomia?

La chirurgia spinale una volta significava grandi incisioni, lunghi periodi di recupero e dolorosa riabilitazione. Fortunatamente, i progressi chirurgici come la procedura di microdiscectomia hanno migliorato il processo.

La microdiscectomia, talvolta chiamata anche microdecompressione o microdiscectomia, è una procedura chirurgica minimamente invasiva eseguita su pazienti con ernia del disco lombare. Durante questo intervento, un chirurgo rimuoverà parti dell’ernia del disco per alleviare la pressione sulla colonna del nervo spinale.

Chi trae vantaggio dalla microdiscectomia?

Secondo lo Spine Institute di San Diego, una procedura di microdiscectomia è efficace fino al 95% nell’eliminazione del dolore sciatico causato dall’ernia del disco. La sciatica è una condizione di dolore causata dalla compressione del nervo spinale. Questa compressione è più spesso il risultato di un’ernia del disco lombare.

Quando l’ernia si sviluppa e il tessuto danneggiato si estende nella colonna vertebrale, spinge i nervi. Questo fa sì che i nervi inviino segnali di dolore al cervello. Si interpreta che il dolore provenga dalle gambe.

La maggior parte dei casi di sciatica guarirà naturalmente senza intervento chirurgico in poche settimane. Se il dolore della sciatica dura più di 12 settimane, potresti trarre beneficio da una microdiscectomia.

Una microdiscectomia non è efficace per alleviare il mal di schiena.

Come viene eseguita la chirurgia?

L’obiettivo di una microdiscectomia è rimuovere il materiale del disco esercitando pressione sui nervi. La procedura viene eseguita in anestesia generale. Sarai incosciente durante l’intera procedura e incapace di sentire nulla. La procedura viene eseguita con il paziente sdraiato a faccia in giù. Il processo è il seguente:

  • Un’incisione da 1 a 1 1/2 pollice verrà eseguita direttamente sul disco interessato.
  • Un microscopio illuminato viene utilizzato per aiutare il chirurgo a vedere l’area interessata.
  • Il chirurgo può rimuovere una piccola porzione di osso che protegge il nervo radicolare.
  • Con uno strumento a forbice, il chirurgo rimuoverà il tessuto erniato danneggiato, alleviando la pressione sul nervo.
  • L’incisione viene chiusa con punti di sutura.
  • Il paziente viene solitamente dimesso lo stesso giorno o la mattina successiva.

Il nervo spinale ora ha lo spazio necessario all’interno della colonna vertebrale, quindi qualsiasi dolore causato dal pizzicamento del nervo dovrebbe cessare.

I tempi di recupero

Il tempo di recupero è più breve rispetto ad altre procedure più invasive. La maggior parte delle persone può aspettarsi di lasciare l’ospedale lo stesso giorno o entro 24 ore.

Probabilmente incontrerai un fisioterapista e un terapista occupazionale prima di lasciare l’ospedale. Questi terapisti ti daranno istruzioni su come ridurre la flessione, il sollevamento e la torsione che fai con la schiena. Il terapista potrebbe dirti quali esercizi puoi fare per migliorare la forza e la flessibilità dei muscoli intorno alla colonna vertebrale.

Dovresti evitare di guidare, stare seduto per un periodo prolungato, sollevare oggetti pesanti e piegarti immediatamente dopo l’intervento. Anche se non sarai in grado di riprendere immediatamente le normali attività, il tuo stile di vita non dovrebbe subire grandi ripercussioni. Per la prima o due settimane, potresti dover ridurre il carico di lavoro o essere assente dal lavoro durante il recupero. Dovrai anche evitare di sollevare oggetti pesanti per due o quattro settimane dopo l’intervento. Questo generalmente include qualcosa di più di 5 libbre.

Potrebbe anche essere necessario tornare lentamente alla normale attività fisica. Ad esempio, potresti non essere in grado di riprendere l’esercizio o gli hobby fisici per due o quattro settimane dopo la procedura. Il tempo tipico per un recupero completo è di circa sei settimane.

Quali sono i rischi?

La microdiscectomia è una procedura sicura e le complicanze sono rare. Tuttavia, come qualsiasi intervento chirurgico, ci sono alcuni rischi. Questi includono:

  • lacerazione durale (perdita di liquido cerebrospinale) nell’1-2% degli interventi chirurgici
  • danni alle radici nervose
  • ernia del disco ricorrente (5% dei casi)
  • incontinenza intestinale / vescicale (molto raro)
  • sanguinamento
  • infezione

Quanto costa?

Una microdiscectomia è un intervento chirurgico specializzato che richiede un chirurgo con una formazione specifica. Per questo motivo, può essere più costoso di altri interventi chirurgici alla schiena. I prezzi per l’intervento variano e possono variare da $ 15.000 a $ 50.000. Questo prezzo potrebbe non includere visite o cure di follow-up.

La tua assicurazione sanitaria può coprire gran parte di questa spesa una volta pagata la franchigia e la coassicurazione. Se non hai un’assicurazione, assicurati di parlare con il tuo ospedale, chirurgo e tutti gli altri professionisti medici prima di ricevere la procedura. Chiedi se puoi negoziare una tariffa ridotta perché stai pagando di tasca tua.

Quando parlare con il tuo medico

La microdiscectomia è una procedura minimamente invasiva con un eccezionale track record per alleviare il dolore. Mentre la maggior parte dei pazienti che soffrono di sciatica non richiederà un intervento chirurgico, se tutti gli altri trattamenti falliscono, può essere giustificata una microdiscectomia. Il tuo medico esaminerà le tue circostanze uniche e determinerà se la procedura è giusta per te. Se sei un candidato, dovresti discutere i rischi e i benefici dell’intervento con il tuo medico.

Q:

Esistono alternative a questo intervento?

Paziente anonimo

UN:

Con la microdiscectomia, più chirurghi utilizzano l’anestesia locale o epidurale, con conseguente riduzione delle complicazioni e maggiore soddisfazione del paziente. Un’altra alternativa è una neurotomia a radiofrequenza, in cui le onde radio riscaldate prendono di mira i nervi interessati per bloccare il dolore. Uno specialista della colonna vertebrale può raccomandare una terapia iniettiva per ridurre l’infiammazione e il gonfiore nelle aree intorno al disco e al nervo.

Tuttavia, se la chirurgia non è un’opzione, sono disponibili altri metodi. Questi includono la terapia fisica e gli aggiustamenti chiropratici. Potrebbe anche essere utile la decompressione spinale utilizzando un tavolo di trazione. Inoltre, l’agopuntura può aiutare a gestire il dolore.

Dr. Mark LaFlammeLe risposte rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutto il contenuto è strettamente informativo e non deve essere considerato un consiglio medico.

Healthline

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here