Malattia da panico

0
3

Cos’è il disturbo di panico?

Il disturbo di panico si verifica quando si verificano ricorrenti attacchi di panico inaspettati. Il DSM-5 definisce gli attacchi di panico come improvvise ondate di intensa paura o disagio che raggiungono il picco in pochi minuti. Le persone con questo disturbo vivono nella paura di avere un attacco di panico. Potresti avere un attacco di panico quando provi un terrore improvviso e travolgente che non ha una causa evidente. Potrebbero verificarsi sintomi fisici, come battito cardiaco accelerato, difficoltà respiratorie e sudorazione.

La maggior parte delle persone sperimenta un attacco di panico una o due volte nella vita. L’American Psychological Association riporta che 1 persona su 75 potrebbe soffrire di un disturbo di panico. Il disturbo di panico è caratterizzato dalla paura persistente di avere un altro attacco di panico dopo aver sperimentato almeno un mese (o più) di preoccupazione persistente o preoccupazione per ulteriori attacchi di panico (o le loro conseguenze) ricorrenti.

Anche se i sintomi di questo disturbo possono essere abbastanza schiaccianti e spaventosi, possono essere gestiti e migliorati con il trattamento. Cercare un trattamento è la parte più importante per ridurre i sintomi e migliorare la qualità della vita.

Quali sono i sintomi del disturbo di panico?

I sintomi del disturbo di panico spesso iniziano a comparire negli adolescenti e nei giovani adulti di età inferiore ai 25 anni. Se hai avuto quattro o più attacchi di panico, o vivi nella paura di avere un altro attacco di panico dopo averne sperimentato uno, potresti avere un disturbo di panico.

Gli attacchi di panico producono una paura intensa che inizia all’improvviso, spesso senza preavviso. Un attacco dura in genere da 10 a 20 minuti, ma in casi estremi, i sintomi possono durare per più di un’ora. L’esperienza è diversa per tutti e i sintomi spesso variano.

I sintomi comuni associati a un attacco di panico includono:

  • battito cardiaco accelerato o palpitazioni
  • fiato corto
  • sentirsi come se stessi soffocando
  • capogiri (vertigini)
  • vertigini
  • nausea
  • sudorazione o brividi
  • tremante o tremante
  • cambiamenti nello stato mentale, inclusa una sensazione di derealizzazione (sensazione di irrealtà) o spersonalizzazione (distacco da se stessi)
  • intorpidimento o formicolio alle mani o ai piedi
  • dolore o senso di oppressione al petto
  • paura che tu possa morire

I sintomi di un attacco di panico spesso si verificano senza una ragione chiara. In genere, i sintomi non sono proporzionati al livello di pericolo esistente nell’ambiente. Poiché questi attacchi non possono essere previsti, possono influire in modo significativo sul funzionamento.

La paura di un attacco di panico o il ricordo di un attacco di panico possono provocare un altro attacco.

Come si sente un attacco di panico

Ascolta le persone reali che hanno subito un attacco di panico.

Quali sono le cause del disturbo di panico?

Le cause del disturbo di panico non sono chiaramente comprese. La ricerca ha dimostrato che il disturbo di panico può essere geneticamente collegato. Il disturbo di panico è anche associato a transizioni significative che si verificano nella vita. Andare al college, sposarsi o avere il primo figlio sono tutte le principali transizioni della vita che possono creare stress e portare allo sviluppo del disturbo di panico.

Chi è a rischio di sviluppare disturbo di panico?

Sebbene le cause del disturbo di panico non siano chiaramente comprese, le informazioni sulla malattia indicano che alcuni gruppi hanno maggiori probabilità di sviluppare il disturbo. In particolare, secondo il National Institute of Mental Health, le donne hanno il doppio delle probabilità degli uomini di sviluppare la condizione.

Come viene diagnosticato il disturbo di panico?

Se si verificano i sintomi di un attacco di panico, è possibile richiedere assistenza medica di emergenza. La maggior parte delle persone che sperimentano un attacco di panico per la prima volta crede di avere un attacco di cuore.

Mentre sei al pronto soccorso, il fornitore di emergenza eseguirà diversi test per vedere se i tuoi sintomi sono causati da un attacco di cuore. Possono eseguire esami del sangue per escludere altre condizioni che possono causare sintomi simili o un elettrocardiogramma (ECG) per controllare la funzione cardiaca. Se non ci sono basi di emergenza per i tuoi sintomi, verrai indirizzato al tuo medico di base.

Il tuo fornitore di cure primarie può eseguire un esame di salute mentale e chiederti dei tuoi sintomi. Tutti gli altri disturbi medici saranno esclusi prima che il medico di base faccia una diagnosi di disturbo di panico.

Come viene trattato il disturbo di panico?

Il trattamento per il disturbo di panico si concentra sulla riduzione o sull’eliminazione dei sintomi. Ciò si ottiene attraverso la terapia con un professionista qualificato e, in alcuni casi, i farmaci. La terapia tipicamente coinvolge la terapia cognitivo-comportamentale (CBT). Questa terapia ti insegna a cambiare i tuoi pensieri e le tue azioni in modo da poter comprendere i tuoi attacchi e gestire la tua paura.

I farmaci usati per trattare il disturbo di panico possono includere inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), una classe di antidepressivi. Gli SSRI prescritti per il disturbo di panico possono includere:

  • fluoxetina
  • paroxetina
  • sertralina

Altri farmaci a volte usati per trattare il disturbo di panico includono:

  • inibitori della ricaptazione della serotonina-norepinefrina (SNRI), un’altra classe di antidepressivi
  • farmaci anticonvulsivanti
  • benzodiazepine (comunemente usate come tranquillanti), inclusi diazepam o clonazepam
  • inibitori della monoamino ossidasi (IMAO), un altro tipo di antidepressivo che viene usato raramente a causa di effetti collaterali rari ma gravi

Oltre a questi trattamenti, ci sono una serie di passaggi che puoi seguire a casa per ridurre i sintomi. Esempi inclusi:

  • mantenere un programma regolare
  • esercizio su base regolare
  • dormire a sufficienza
  • evitando l’uso di stimolanti come la caffeina

Qual è la prospettiva a lungo termine?

Il disturbo di panico è spesso una condizione cronica (a lungo termine) che può essere difficile da trattare. Alcune persone con questo disturbo non rispondono bene al trattamento. Altri possono avere periodi in cui non hanno sintomi e periodi in cui i loro sintomi sono piuttosto intensi. La maggior parte delle persone con disturbo di panico sperimenterà un certo sollievo dai sintomi attraverso il trattamento.

Come si può prevenire il disturbo di panico?

Potrebbe non essere possibile prevenire il disturbo di panico. Tuttavia, puoi lavorare per ridurre i sintomi evitando alcol e stimolanti come la caffeina e le droghe illecite. È anche utile notare se si verificano sintomi di ansia a seguito di un evento doloroso della vita. Se sei infastidito da qualcosa che hai vissuto o a cui sei stato esposto, discuti la situazione con il tuo medico di base.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here