Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Madri nere e allattamento al seno

Madri nere e allattamento al seno

0
5

Sempre più madri nere allattano al seno i loro bambini, ma c’è ancora una grande disparità tra il numero di madri bianche che scelgono di allattare e le loro controparti nere.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), 86,7 percento dei bambini bianchi viene allattato al seno rispetto al 73,7% dei bambini neri.

Perché meno madri nere allattano?

Andrea Freeman, PhD, autrice di “Scremato: allattamento al seno, razza e ingiustizia”, ​​afferma che ci sono molte ragioni – storiche, culturali e pratiche – per cui le donne nere scelgono di non allattare o lo fanno per un periodo di tempo più breve rispetto alle loro controparti bianche.

“Non è sempre una scelta individuale”, afferma Freeman.

Freeman suggerisce che i medici e il loro personale infermieristico facciano supposizioni sull’interesse delle donne nere nell’allattamento al seno dei loro bambini. “Non viene offerto loro lo stesso tipo di assistenza dopo il parto”, dice.

“In effetti, a molte donne nere viene offerto il latte artificiale per nutrire i loro bambini, senza discutere dei benefici per la salute dell’allattamento al seno”.

Lisa North, 28 anni, è d’accordo. Ha partorito 6 settimane fa e aveva programmato di allattare in ospedale e continuare il più a lungo possibile. “Sono rimasta sorpresa quando mi hanno dato la formula per mia figlia, anche se continuavo a dire di no”, ha detto. “Mio marito ha dovuto chiamare il mio medico per farlo raddrizzare.”

L’American Academy of Pediatrics (AAP) raccomanda che le madri allattino esclusivamente al seno per i primi 6 mesi di vita del bambino.

Ma può essere un ostacolo per le mamme nere che spesso devono tornare al lavoro prima di altri gruppi razziali ed etnici. Hanno più difficoltà ad allattare o estrarre il latte durante orari di lavoro rigidi.

E mentre il numero di madri nere che allattano è in crescita, spesso trovano meno sistemi di supporto e modelli di ruolo tra i loro amici e le loro famiglie.

Kimberly Seals Allers, giornalista, sostenitrice dell’allattamento al seno e autrice di “Mocha Manual to a Fabulous Pregnancy” e “The Big Letdown: How Medicine, Big Business, and Femminism minano l’allattamento al seno”, afferma che “quanta consapevolezza c’è nelle comunità di colore , ci sono ancora percezioni negative sull’allattamento al seno che devono essere superate”.

L’allattamento al seno offre grandi vantaggi

Ci sono così tanti benefici diretti per la salute sia per la madre che per il bambino che possono avere un impatto dopo la nascita, ma potrebbero anche avere benefici a lungo termine.

È stato dimostrato che i bambini allattati al seno hanno meno malattie gastrointestinali e respiratorie e un rischio ridotto di sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS) e altre cause di mortalità infantile.

A lungo termine, i bambini allattati al seno hanno meno allergie e un rischio ridotto di diabete e obesità. L’esperienza dell’allattamento al seno inoltre supporta e rafforza il legame tra bambino e madre, a partire subito dopo la nascita.

Le donne di colore possono ottenere una serie di benefici per la salute attraverso l’allattamento al seno.

Studi suggeriscono che le donne che hanno scelto di allattare i loro bambini sono state in grado di ridurre il loro rischio per:

  • depressione postparto
  • forme aggressive di cancro al seno
  • emorragia post-partum
  • obesità
  • sindrome metabolica
  • tumori ovarici e uterini

Ottenere supporto per l’allattamento al seno

Felicia Williams, 34 anni, che ha partorito l’anno scorso e sta ancora allattando 9 mesi dopo, dice: “Volevo allattare, ma sapevo che non sarei stata in grado di andare avanti senza supporto”.

Ha partorito all’Henry Ford Hospital di Detroit, che è una delle tante strutture mediche che hanno una designazione di “ospedale a misura di bambino”.

Gli ospedali a misura di bambino dispongono di politiche per sostenere le donne mentre cercano di iniziare bene.

“L’allattamento al seno non è sempre facile e può essere un po’ stressante finché non ci prendi la mano”, dice Williams.

Quando è arrivata al punto in cui voleva smettere, dice di aver ricevuto ulteriore sostegno da alcuni educatori tra pari dell’ospedale.

Gli educatori tra pari – e i consulenti per l’allattamento che lavorano nella comunità – possono aiutare a guidare una neomamma attraverso le sfide che potrebbero impedire loro di continuare l’allattamento al seno e aiutare ad assicurarsi che i loro bambini stiano bene e ricevano abbastanza nutrimento.

Seals Allers dice che c’è molto da fare per supportare con successo madri e bambini nell’allattamento al seno.

Gli ospedali e i centri per il parto esercitano un’enorme influenza sui primi giorni di vita e svolgono un ruolo fondamentale nel determinare il successo dell’allattamento al seno.

Come prepararsi all’allattamento?

Se stai pensando all’allattamento al seno, fai i compiti. Ecco alcune cose che puoi fare per aiutarti a prepararti per il viaggio dell’allattamento al seno.

  • Parla con il tuo medico e il suo staff dell’allattamento al seno.
  • Parla con un consulente certificato per l’allattamento. Sono disponibili a lavorare con te in molti uffici e cliniche di ostetricia/ginecologia.
  • Parla con il tuo partner e il tuo sistema di supporto familiare della tua decisione di allattare al seno e del tipo di supporto di cui avrai bisogno da parte loro.
  • Scopri se ci sono Club per l’allattamento al seno neri a tua disposizione.
  • Trova un gruppo di supporto su Facebook per le madri nere che allattano.
  • Trova donne nella tua cerchia di familiari e amici che hanno allattato i loro bambini che puoi chiedere supporto.
  • Parla con il tuo datore di lavoro di quali supporti sono disponibili per te quando torni al lavoro. Riuscirai a fare delle pause per estrarre il latte? C’è un modo per refrigerare il latte o ti sarà permesso di portare un refrigeratore?
  • Assicurati di parlare e di elaborare un piano con il tuo fornitore di asilo nido per quanto riguarda la somministrazione del latte materno al tuo bambino rispetto alla formula.
  • Contatta organizzazioni come la Black Mothers’ Breastfeeding Association (BMBFA) per trovare supporto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here