L’FBI arresta un hacker anonimo accusato di aver hackerato il computer dell’ospedale

0
8

Il Federal Bureau of Investigation (FBI) ha affermato di aver arrestato un uomo accusato di aver violato i computer dell’ospedale pediatrico. L’uomo arrestato era fuggito dal paese ed è stato successivamente trattenuto dalle autorità di Miami dopo che lui e sua moglie sono stati salvati dalla Disney Cruise Ship da una barca a vela.

L’FBI arresta un hacker anonimo accusato di aver hackerato il computer dell’ospedale

Il sospetto, vale a dire, Martin Gottesfeld di 31 anni è stato arrestato a Miami per il suo ruolo nell’hacking del Boston Children’s Hospital nel 2014. La persona arrestata è un membro del gruppo di attivisti informatici “Anonymous”.

Leggi anche: I 10 migliori strumenti di hacking utilizzati dagli hacker
Questo attacco ha bloccato il server del Boston Children Hospital per una settimana, che è stato portato avanti come vendetta per il trattamento dell’ospedale per l’adolescente del Connecticut, vale a dire Justina Pelletier.

L’FBI stava cercando Gottesfeld dal 2014 e hanno affermato che era a conoscenza delle indagini dell’FBI dopo che l’FBI ha controllato la sua casa. Le autorità hanno anche affermato che Gottesfeld è stato trovato assente nel luogo in cui lavorava, lui insieme alla moglie non ha avuto alcun contatto con la famiglia per alcune settimane.

Le autorità delle Bahamas hanno informato l’ufficio dell’FBI di Boston della presenza di Gottesfeld con sua moglie poiché non erano ospiti registrati ma erano presenti sulla nave da crociera. I due sono stati salvati dalla Disney Cruise Ship dopo essere stati trovati in una piccola barca.

“Gottesfeld e sua moglie non erano passeggeri della nave, ma erano stati prelevati su una barca a vela, non lontano da Cuba”, affermano i giornali. “La barca a vela aveva avuto problemi e Gottesfeld e sua moglie avevano fatto una chiamata di soccorso, alla quale la nave da crociera ha risposto”.

Tuttavia questo hack non ha colpito i pazienti durante l’attacco di una settimana, inoltre non ci sono prove chiare del furto di informazioni vitali. Ma le autorità ospedaliere hanno affermato che costa circa $ 3.000.000 riparare questo danno digitale.

Gottesfeld ha confessato di aver caricato un video su Youtube e chiedendo l’attacco, ma confutò comunque le affermazioni fatte contro di lui.

Le autorità del Boston Children Hospital hanno dichiarato in una nota e hanno reso responsabile di questo attacco il gruppo di attivisti informatici “Anonymous”.

La portavoce dell’ospedale pediatrico, Kristen Dattoli, ha dichiarato:

“Vogliamo anche ringraziare i nostri dipendenti che hanno assistito l’FBI durante le sue indagini e che hanno contribuito a creare sistemi e procedure completi che sono stati in grado di contrastare l’attacco e proteggere le informazioni riservate. Siamo lieti che queste misure siano state adottate da allora in tutto l’ospedale di Longwood e la comunità di ricerca”.

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here