Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Leucodistrofia metacromatica

Leucodistrofia metacromatica

0
2

Leucodistrofia metacromatica

Gli enzimi sono proteine ​​che aiutano ad abbattere o metabolizzare le sostanze nel corpo. Se alcuni enzimi non sono presenti, il corpo non sarà in grado di metabolizzare una sostanza. Se la sostanza rimane nel corpo, può accumularsi. Ciò può causare notevoli complicazioni per la salute.

La leucodistrofia metacromatica (MLD) si verifica quando un enzima noto come arilsolfatasi A (ARSA) non è presente nel corpo. L’ARSA scompone i grassi noti come solfatidi. Senza ARSA, i solfatidi si accumulano nelle cellule, specialmente nelle cellule del sistema nervoso, causando danni a vari organi, inclusi i reni e il sistema nervoso, che comprende il cervello e il midollo spinale. Queste sostanze influenzano i nervi del corpo, danneggiandoli in modo che non siano in grado di inviare impulsi elettrici. La debolezza muscolare o la mancanza di controllo muscolare è comune nelle persone con MLD ed è il risultato di questo tipo di danno ai nervi.

La MLD è una malattia rara che si verifica in una persona su 40.000-160.000 in tutto il mondo. Questo numero è più alto in alcune popolazioni geneticamente isolate. La MLD viene tramandata in famiglia o ereditata. I bambini devono ricevere un gene da ogni genitore per sviluppare il disturbo. I bambini che hanno un solo gene per la MLD sono chiamati portatori. I portatori possono trasmettere la condizione ma non hanno alcun sintomo del disturbo.

MLD è anche noto come:

  • Carenza di ARSA
  • malattia da carenza di arilsolfatasi A.
  • sclerosi cerebrale, forma diffusa, metacromatica
  • La malattia di Greenfield
  • malattia da deficit di cerebroside solfatasi
  • leucoencefalopatia metacromatica
  • lipidosi sulfatide
  • sulfatidosi

Tipi di leucodistrofia metacromatica

Esistono tre forme di MLD. Ogni forma produce sintomi simili ed è identificata dall’età in cui si sviluppano i sintomi. Le tre forme di MLD includono:

  • MLD tardivo infantile, che compare nei bambini tra i 6 ei 24 mesi di età
  • MLD giovanile, che compare nei bambini di età compresa tra 3 e 16 anni
  • MLD adulto, che compare negli adolescenti o negli adulti di qualsiasi età

Quali sono i sintomi della leucodistrofia metacromatica?

I sintomi generali di MLD che si vedono in tutte e tre le forme della malattia includono:

  • movimento muscolare anormale
  • problemi di comportamento
  • diminuzione della funzione mentale
  • diminuzione del tono muscolare
  • difficoltà a camminare
  • difficoltà a mangiare o nutrirsi
  • cadute frequenti
  • incontinenza
  • irritabilità
  • una perdita di controllo muscolare
  • problemi con la funzione nervosa
  • convulsioni
  • difficoltà a parlare
  • difficoltà a deglutire

Come viene diagnosticata la leucodistrofia metacromatica?

Il medico può fare una diagnosi di MLD dopo aver condotto un esame fisico e aver esaminato i risultati dei test di laboratorio. Se hai sintomi di MLD, il tuo medico può ordinare alcuni test per confermare la tua diagnosi, inclusi i seguenti:

  • Il medico eseguirà esami del sangue per vedere se hai una carenza di enzimi.
  • Verranno utilizzati test delle urine per vedere se si dispone di un accumulo di solfatidi.
  • Il tuo medico può ordinare un test genetico per vedere se hai il gene che causa la MLD.
  • Si può ordinare uno studio della conduzione nervosa per misurare il modo in cui gli impulsi elettrici si muovono attraverso i nervi e i muscoli. Questo test può essere utilizzato per misurare i danni ai nervi causati da MLD.
  • Una risonanza magnetica può essere utilizzata per esaminare il tuo cervello. La MLD provoca l’accumulo di solfatidi nel cervello. Questo può essere visto su una risonanza magnetica.

Come viene trattata la leucodistrofia metacromatica?

Non esiste una cura per MLD. Il trattamento per la condizione si concentra sulla gestione dei sintomi e sul miglioramento della qualità della vita. Il medico può utilizzare diversi trattamenti diversi per aiutare a gestire i sintomi:

  • farmaci per aiutare a controllare i movimenti muscolari e ridurre il dolore
  • terapia per migliorare la parola, i movimenti muscolari e la qualità della vita
  • assistenza nutrizionale per far fronte a difficoltà di deglutizione e alimentazione

In alcune persone, un trapianto di midollo osseo o di sangue del cordone ombelicale può essere efficace nel rallentare la progressione della malattia. In caso di successo, le cellule sane ricevute nel trapianto possono rendere l’ARSA che il corpo mancava. Sebbene questa procedura non annullerà i danni già causati dalla malattia, può fermare i futuri danni al sistema nervoso e prevenire la disabilità mentale per alcune persone. Questo è più efficace come intervento precoce nelle persone che mostrano pochi o nessun sintomo.

Come con qualsiasi procedura medica, ci sono rischi associati al trapianto di midollo osseo. I rischi associati al trapianto di midollo osseo possono essere gravi. I rischi più comuni sono la malattia del trapianto contro l’ospite (GvHD) e il rigetto delle cellule trapiantate.

In alcune persone, le cellule appena trapiantate riconoscono le loro cellule come invasori e cercano di attaccarle. GvHD può causare:

  • la febbre
  • una eruzione cutanea
  • diarrea
  • danno al fegato
  • danno polmonare

Il trattamento per la MLD include farmaci che sopprimono il sistema immunitario. Il trattamento interromperà l’attacco ma aumenterà le probabilità di contrarre un’infezione.

Un trapianto di midollo osseo di solito comporta la soppressione del sistema immunitario per prevenire il rigetto delle cellule trapiantate. Ciò aumenta le tue possibilità di sviluppare un’infezione. È importante trattare rapidamente qualsiasi infezione per evitare che si sviluppi in una condizione più grave.

Qual è la prospettiva per le persone con leucodistrofia metacromatica?

La MLD è una malattia progressiva. Ciò significa che i sintomi tendono a peggiorare nel tempo. Le persone che hanno questa malattia alla fine perdono tutti i muscoli e le funzioni mentali. La durata della vita dipende spesso dall’età in cui una persona viene diagnosticata per la prima volta.

La malattia progredisce più rapidamente quando viene diagnosticata in tenera età. I bambini con diagnosi di MLD tardivo infantile in genere vivono da cinque a dieci anni. Nella MLD giovanile, l’aspettativa di vita è di 10-20 anni dopo la diagnosi. Se i sintomi non compaiono fino all’età adulta, le persone in genere vivono da 20 a 30 anni dopo la diagnosi.

Sebbene non esista ancora una cura per la MLD, sono in fase di sviluppo ulteriori trattamenti. Parla con il tuo medico della partecipazione a studi clinici.

Come si può prevenire la leucodistrofia metacromatica?

La MLD è una malattia genetica che non può essere prevenuta. Tuttavia, se la condizione è presente nella tua famiglia, potresti prendere in considerazione test genetici e consulenza per vedere se sei un portatore. La consulenza genetica può aiutarti a essere meglio informato sui rischi di trasmettere il gene ai tuoi figli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here