Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Le tue opzioni per il trattamento della spondilite anchilosante

Le tue opzioni per il trattamento della spondilite anchilosante

0
5

La spondilite anchilosante (AS) è un tipo di artrite legata all’infiammazione a lungo termine delle articolazioni della colonna vertebrale.

I sintomi più comuni dell’AS sono dolore e rigidità alla schiena e ai fianchi. Questi sintomi tendono a diventare più evidenti nel tempo.

AS può anche causare complicazioni come:

  • una postura curva
  • infiammazione degli occhi o dell’intestino
  • ridotta funzionalità polmonare o cardiaca

Se hai AS, ci sono una serie di cose che puoi fare per aiutare a ridurre i sintomi e ridurre la progressione della malattia.

Ottenere il giusto trattamento aiuta a gestire più facilmente il dolore e la rigidità. Il trattamento può anche prevenire o ritardare le complicanze. Il trattamento è più efficace se iniziato precocemente, prima che l’AS causi un danno articolare permanente.

Continua a leggere per saperne di più sulle opzioni di trattamento disponibili per AS per aiutarti a comprenderle meglio mentre lavori con il tuo medico per trovare la migliore combinazione di trattamenti per te.

Farmaci

Diversi tipi di farmaci sono utili per l’AS, ma alcuni potrebbero funzionare meglio di altri. Il medico può raccomandare uno o più dei seguenti trattamenti per le cause ei sintomi dell’AS.

Antifiammatori non steroidei

I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) sono uno dei trattamenti più comuni per l’AS, tra cui:

  • ibuprofene (Advil)

  • indometacina (Indocin)

  • naprossene (Aleve, Naprosyn)

I FANS possono aiutare ad alleviare:

  • rigonfiamento
  • dolore
  • rigidità

Alcuni FANS sono ad azione prolungata e possono essere assunti anche di notte per aiutare a migliorare il sonno.

L’uso di alte dosi di FANS o farmaci a lunga durata d’azione può a volte causare effetti collaterali, come:

  • mal di stomaco
  • bruciore di stomaco
  • ulcere gastriche sanguinanti
  • malattie renali o cardiache

Parla con il tuo medico del rischio di questi effetti collaterali. Potrebbero essere necessarie dosi elevate per alleviare i sintomi.

Inibitori del fattore di necrosi tumorale

Gli inibitori del fattore di necrosi tumorale (TNF) sono farmaci pensati per aiutare a modificare la creazione da parte del sistema immunitario di una proteina che innesca l’infiammazione.

Ecco alcuni esempi di inibitori del TNF:

  • adalimumab (Humira)
  • etanercept (Enbrel)
  • golimumab (Simponi)
  • infliximab (Remicade)

Puoi assumere inibitori del TNF tramite un’iniezione o una linea endovenosa (IV). Sono usati per aiutare a ridurre:

  • dolori articolari
  • rigidità
  • rigonfiamento

Il TNFS può anche aiutare a prevenire danni radiografici (strutturali).

Gli inibitori del TNF possono essere efficaci quando i FANS non sono sufficienti per ridurre il dolore o il gonfiore.

Tuttavia, possono anche avere effetti collaterali. Possono aumentare il rischio di infezioni come la tubercolosi. Parla con il tuo medico di come gli inibitori del TNF potrebbero influenzarti.

Farmaci antireumatici modificanti la malattia

I farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARD) di solito non sono un trattamento di prima linea per l’AS. Ma possono essere usati se i tuoi sintomi di AS sono gravi e i farmaci biologici non sono un’opzione.

I DMARD mirano alla risposta immunitaria coinvolta nell’infiammazione.

La sulfasalazina (azulfidina), nota anche come SSA, è il DMARD più comunemente prescritto per AS. Può aiutare a gestire non solo la malattia articolare ma anche l’infiammazione intestinale che a volte l’accompagna.

L’SSA è usato come trattamento in Europa, ma è usato raramente negli Stati Uniti.

Un effetto collaterale raro, ma grave, è la soppressione del midollo osseo. SSA può anche ridurre il numero di spermatozoi nei maschi.

Iniezioni

Le iniezioni vengono utilizzate per mettere steroidi e altri farmaci AS nelle articolazioni per alleviare il dolore e la rigidità.

Esistono tre diversi tipi di iniezioni per AS:

  • iniezione intra-articolare: iniettato direttamente nell’articolazione
  • iniezione periarticolare: iniettato nel tessuto molle vicino all’articolazione
  • iniezione intramuscolare: iniettato nel tuo muscolo

Ecco alcune iniezioni che il medico potrebbe consigliarti:

  • idrocortisone (Cortef)
  • triamcinolone
  • metilprednisolone

Fisioterapia

L’esercizio è la chiave per gestire il tuo AS.

Un esercizio costante può aiutare a ridurre il dolore e aiutarti a rimanere mobile. Il medico potrebbe anche suggerirti di collaborare con un fisioterapista per sviluppare un programma di esercizi più adatto alle tue esigenze.

Ecco due tipi di esercizi che possono essere particolarmente utili.

Esercizi di rafforzamento

I muscoli più forti forniscono un supporto migliore per le articolazioni doloranti. Per eseguire esercizi di rafforzamento, prova a usare pesi o macchine per pesi.

Il tuo fisioterapista potrebbe anche mostrarti come stringere e rilasciare i muscoli senza muovere le articolazioni in modo da poter continuare a costruire forza anche quando il tuo AS divampa.

Esercizi di mobilità

Lo stretching aiuta a mantenere le articolazioni flessibili e mantenere la postura.

Il tuo fisioterapista può mostrarti come allungare la schiena in sicurezza anche quando è dolorosa e rigida.

Questo può aiutarti a ridurre le possibilità di perdere la mobilità o provare una quantità crescente di disagio nel tempo, il che può aiutare a prevenire la disabilità.

Allenamento posturale

Praticare una buona postura è un altro buon modo per aiutare a trattare l’AS.

In alcuni casi, l’AS può causare un’infiammazione a lungo termine che provoca la fusione delle ossa della colonna vertebrale.

L’allenamento posturale può aiutare a influenzare il modo in cui la colonna vertebrale si fonde in modo che la colonna vertebrale non si blocchi in una posizione curva. Questa posizione può influire sulla tua capacità di muoverti e sull’aspetto della tua postura.

Una componente di una buona postura è la consapevolezza. Puoi imparare come controllare la tua postura in uno specchio a figura intera. Fatto regolarmente, questo ti aiuta a rilevare tempestivamente eventuali cambiamenti e aumenta il potenziale di correzione.

Puoi anche iniziare a prestare maggiore attenzione a come ti siedi, stai in piedi e cammini. Questo ti aiuta a rompere l’abitudine di piegarti e concentrarti sul tenerti dritto.

Inoltre, puoi fare esercizi di postura. Uno dei modi più semplici e migliori consiste nel sdraiarsi a faccia in giù sul pavimento o su un letto rigido per diversi minuti alla volta.

Impacco caldo / freddo

Prova ad applicare un impacco caldo o freddo sulla zona interessata per alleviare il dolore e sentirti più a tuo agio.

Il calore fa bene al dolore e all’indolenzimento delle articolazioni rigide e dei muscoli tesi. Anche una piastra elettrica o un panno caldo nella zona interessata possono aiutare. Anche un bagno o una doccia caldi possono alleviare il dolore, aiutandoti anche a rilassarti.

Il freddo aiuta a ridurre il gonfiore intorno alle articolazioni infiammate. Prova un impacco freddo per intorpidire una zona dolente quando hai una riacutizzazione.

Chirurgia

La chirurgia è evitata il più possibile per il trattamento dell’AS a causa della probabilità di crescita ossea ipertrofica post-operatoria. Questa condizione post-operatoria può causare più problemi rispetto alla condizione originale.

Ci sono alcune situazioni in cui può essere necessario un intervento chirurgico. Ad esempio, quando hai un danno articolare all’anca o al ginocchio che rende difficile camminare o svolgere altre attività quotidiane.

In casi molto rari, il medico può raccomandare un tipo di intervento chirurgico chiamato osteotomia. Questo viene fatto tagliando e riallineando le ossa per aiutare a raddrizzare la colonna vertebrale se si è fusa in una posizione curva.

Le osteotomie possono essere procedure ad alto rischio. Il tuo medico probabilmente non consiglierà questo intervento a meno che il tuo AS non sia grave e dannoso per la tua vita quotidiana.

Cure update

Al momento non esiste una cura nota per AS.

Tuttavia, i ricercatori hanno identificato il gene che aumenta il rischio di sviluppare AS, il che aumenta la possibilità che terapie più mirate possano eventualmente portare a una cura per la condizione.

Il gene è chiamato antigene leucocitario umano B27 (HLA-B27) ed è noto per essere uno dei principali fattori di rischio per l’infiammazione nell’AS.

Il fattore scatenante responsabile dell’attivazione di questo gene sono probabilmente frammenti di proteine, come batteri o virus.

È importante notare che una persona può avere HLA-B27 e non sviluppare AS o un’altra malattia autoimmune.

Inoltre, i geni coinvolti nell’asse interleuchina-23 / interleuchina-17 (IL-23 / IL-17) possono svolgere un ruolo nello sviluppo dell’AS.

Possono aiutare il tuo sistema immunitario a produrre infiammazione e potrebbero essere influenzati da altre parti del tuo corpo, come i batteri intestinali, che alla fine possono provocare AS.

I ricercatori stanno esaminando più da vicino questo percorso e le altre funzioni corporee che queste interleuchine controllano per aiutare ad avvicinare il campo medico a una potenziale cura per l’AS.

Porta via

AS può causare dolore e rigidità, rendendo difficile rimanere attivi e svolgere le attività quotidiane.

Tuttavia, ci sono una serie di cose che puoi fare per ridurre i sintomi e trattare sia il dolore che la rigidità.

L’esecuzione di questi passaggi può aiutare a impedire che AS possa fondere la colonna vertebrale e rendere difficile camminare o stare in piedi.

Parla con il tuo medico delle diverse opzioni di trattamento per AS.

Chirurgia e farmaci possono essere necessari se i sintomi sono gravi, ma in molti casi l’esercizio e i trattamenti steroidei possono essere sufficienti per aiutare a gestire i sintomi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here