Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Le emozioni possono innescare l’asma allergico?

Le emozioni possono innescare l’asma allergico?

0
3

Le emozioni hanno un effetto potente su come ti senti ogni giorno. In effetti, se hai l’asma, potresti notare che le tue emozioni giocano un ruolo nei tuoi sintomi.

Anche se gli allergeni sono il principale fattore scatenante dei sintomi dell’asma allergico, potresti manifestare sintomi di asma più gravi o attacchi di asma più frequenti se ti senti stressato, depresso o ansioso.

Continua a leggere per ulteriori informazioni su come le tue emozioni possono influenzare l’asma allergico.

Cos’è l’asma allergico?

Secondo l’American Academy of Allergy, Asthma and Immunology, l’asma allergica è la forma più comune di asma.

L’asma è una condizione che può causare il gonfiore e il restringimento delle vie aeree che portano ai polmoni. Questo, a sua volta, rende difficile la respirazione.

I sintomi dell’asma spesso includono:

  • fiato corto
  • respirazione difficoltosa
  • dolore al petto e senso di oppressione
  • respiro sibilante
  • tosse

Altre forme di asma hanno una varietà di fattori scatenanti. Se hai l’asma allergico, tuttavia, l’inalazione di allergeni è ciò che fa scattare i sintomi dell’asma.

Un allergene è una sostanza altrimenti innocua che, per chi soffre di asma allergico, innescherà una serie di reazioni nel sistema immunitario che alla fine causeranno il gonfiore delle vie respiratorie.

Gli allergeni comuni includono:

  • acari della polvere
  • polline
  • peli di animali domestici
  • spore di muffe

Mentre gli allergeni stessi innescano i sintomi dell’asma allergico, le tue emozioni possono influenzare la gravità dei tuoi sintomi.

Asma allergico, depressione e ansia

Secondo l’Allergy and Asthma Foundation of America (AAFA), forti emozioni e stress possono influenzare l’asma. L’AAFA osserva che la depressione e l’ansia sono associate a un minor controllo dei sintomi dell’asma.

Una revisione del 2018 ha anche indicato che quelli con un disturbo allergico avevano maggiori probabilità di soffrire di depressione.

Altre ricerche lo fanno eco.

UN Studio del 2008 descrive in dettaglio i collegamenti tra asma e disturbi dell’umore, inclusi depressione maggiore e disturbi d’ansia. I ricercatori sottolineano che è importante un trattamento completo che consideri sia l’asma che i disturbi dell’umore.

Lo studio rileva inoltre che l’asma e i disturbi dell’umore condividono fisiopatologie comuni. Ciò significa che l’asma condivide alcuni processi fisici con questi disturbi.

I sintomi di ansia e stress spesso imitano anche quelli dell’asma.

Asma e stress allergici

I disturbi dell’umore non sono l’unico fattore emotivo che colpisce l’asma allergico. Anche lo stress influisce su di esso.

Anche se lo stress potrebbe non innescare direttamente un attacco di asma allergico, può rendere un attacco di asma allergico più probabile o più grave.

L’American Institute of Stress osserva che le persone sotto stress ed esposte a un allergene possono manifestare reazioni allergiche più gravi rispetto alle persone che non erano stressate quando esposte all’allergene.

Citano un studio precedente del 2009 che ha mostrato che quando i partecipanti erano sotto forte stress, hanno reagito a un test cutaneo con pomfi (orticaria) che erano del 200% più grandi di quelli che non erano sotto stress. Inoltre, questi alveari sono durati più a lungo di quelli nei soggetti del gruppo di controllo.

I sintomi dell’asma allergico si verificano quando sei esposto a un allergene. E sulla base di queste informazioni, potresti avere una reazione allergica più grave se sei sotto stress rispetto a se non fossi stressato.

Asma allergica e altre emozioni

Anche altre emozioni e risposte emotive al di fuori della depressione, dell’ansia e dello stress possono influenzare l’asma allergico.

L’AAFA afferma che le seguenti emozioni o risposte possono influire sui sintomi dell’asma:

  • paura
  • rabbia
  • urlare
  • eccitazione
  • risata
  • pianto

Alcune di queste emozioni o risposte emotive possono far cambiare la tua respirazione. Potresti ritrovarti a respirare più velocemente quando sei emotivo o eccitato.

Gestire le emozioni e i sintomi dell’asma allergico

Gestire le tue emozioni e le tue risposte emotive può aiutarti a gestire meglio l’asma.

Poiché lo stress e le emozioni quotidiane possono influire sui sintomi, gli esperti suggeriscono di utilizzare diversi metodi di coping e tecniche di rilassamento per gestire lo stress, le emozioni e le forti risposte emotive.

I ricercatori suggeriscono sempre più di praticare la consapevolezza per aiutare a ridurre lo stress e gestire i sintomi dell’asma.

Uno studio del 2020 ha rilevato che quando le persone con asma o BPCO applicano tecniche di consapevolezza, la risposta psicologica può avere un impatto positivo sui sintomi.

L’AAFA raccomanda di provare la respirazione e l’osservazione consapevoli per aiutare a ridurre lo stress.

Se vuoi provare la respirazione consapevole:

  1. Inspira lentamente attraverso il naso, quindi espira attraverso la bocca.
  2. Trascorri intervalli di 7 secondi inspirando, trattenendo il respiro e poi espirando.
  3. Cerca di concentrarti solo sul tuo respiro e non pensare ad altre cose.

Se vuoi provare la consapevolezza attraverso l’osservazione:

  1. Concentrati sull’osservazione di un oggetto dalla natura che è vicino a te.
  2. Non fare nulla, tranne osservare ciò che hai scelto e cercare di notare tutti i dettagli al riguardo.
  3. Continua il più a lungo possibile.

Quando parlare con un dottore

Se i tuoi sintomi sono altrimenti ben controllati, potresti non aver bisogno di parlare con il tuo medico. Ma se i tuoi sintomi iniziano ad aumentare di intensità, potresti parlare con il tuo medico per cambiare la tua routine di trattamento.

Se manifesti sintomi di depressione, dovresti parlare con il tuo medico o un altro professionista della salute mentale.

Secondo l’Istituto Nazionale di Salute Mentale, i segni e i sintomi della depressione possono includere:

  • perdita di appetito
  • sensazione di vuoto o vuoto
  • perdita o aumento di peso
  • problemi a dormire
  • difficoltà a concentrarsi o ricordare le cose
  • perdita di interesse nelle attività
  • sentirsi senza speranza
  • pensieri di morte o suicidio
  • persistente sensazione di tristezza
  • dolori e dolori che non hanno altra spiegazione
  • muovendosi o parlando lentamente
  • sensazione di irrequietezza
  • irritabilità

Se hai pensieri suicidi o conosci qualcuno che sta avendo quei pensieri, dovresti chiamare i servizi di emergenza o il National Suicide Prevention Lifeline al numero 800-273-8255.

Dovresti anche contattare il tuo medico se manifesti sintomi di ansia. Secondo l’Istituto Nazionale di Salute Mentale, i sintomi dell’ansia generalizzata da tenere d’occhio possono includere:

  • facilmente affaticato
  • problemi di sonno, inclusi problemi ad addormentarsi e avere una notte di sonno riposante
  • sentirsi nervosi o irrequieti
  • difficoltà a concentrarsi
  • tensione nei muscoli
  • irritabilità
  • difficoltà a controllare i sentimenti di preoccupazione

Porta via

C’è un legame tra emozioni e asma allergico, anche se gli allergeni causano i sintomi dell’asma allergico. Potresti notare che i sintomi dell’asma allergico peggiorano durante i periodi di forti emozioni.

Molte persone con asma hanno anche disturbi dell’umore come il disturbo depressivo maggiore o il disturbo d’ansia generalizzato. Gestire i disturbi dell’umore può aiutarti a gestire l’asma.

La consapevolezza può aiutarti a gestire le tue emozioni e può aiutare i sintomi dell’asma. Se i sintomi dell’asma allergico stanno peggiorando o se noti sintomi di depressione o ansia, dovresti parlare con il tuo medico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here