Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi L’allattamento al seno nero è un atto di assistenza comunitaria

L’allattamento al seno nero è un atto di assistenza comunitaria

0
5

Persistono ostacoli all’allattamento al seno per i genitori neri. Ma nel rivendicare questo atto sacro, apriamo un percorso di sostegno per le generazioni a venire.

Cosa ricordi dei tuoi primi momenti di allattamento al seno? Come si è sentito ad allattare il tuo piccolo? Chi era lì a testimoniarti in quel momento e ti sei sentito supportato? Chi erano i tuoi modelli di ruolo per l’allattamento al seno?

Queste sono le domande che spesso pongo alle nuove famiglie che navigano nelle acque inesplorate della nuova genitorialità. Sono le stesse domande che pongo alla nostra comunità globale di ostetriche al Mama Glow. Spesso cercano di capire le proprie complesse esperienze intorno alla nascita e al periodo postpartum.

Sappiamo che l’allattamento al seno fornisce più del semplice latte; è stato descritto come “amore liquido”. L’allattamento al seno e le nostre storie sull’allattamento al seno sono una parte di ciò che siamo.

L’allattamento al seno è un’esperienza multisensoriale che aiuta a calmare, lenire e ridurre lo stress sia nel genitore che nel bambino. Aumenta il sviluppo di percorsi neurali essenziali, che accelerano lo sviluppo del cervello. Aumenta anche la produzione di ossitocina, che crea un senso di benessere, calore e incollaggio di strutture.

I neri affrontano sfide uniche quando si tratta di nutrire i nostri figli. Ogni agosto si svolge la Black Breastfeeding Week, un modo per attirare l’attenzione su queste sfide. Durante questa settimana celebriamo anche storie trionfanti e gioia che possono fornire ispirazione e guarigione ad altri genitori neri in questo viaggio. Ma il lavoro di recupero dell’allattamento al seno di Black continua anche dopo la fine della settimana.

Le persone potrebbero chiedersi, perché dobbiamo affrontare l’allattamento al seno nero, in particolare? Cosa rende unica l’esperienza dell’allattamento al seno Black?

Kimberly Seals Allers, co-fondatore della Black Breastfeeding Week afferma: “L’allattamento al seno è il nostro simbolo per il mondo che farò del mio meglio per impegnarmi a dare al mio bambino il miglior primo alimento possibile, nonostante le mie circostanze. È la nostra affermazione che i nostri bambini contano”.

La storia ha plasmato il nostro presente

Le persone nere che partoriscono affrontano così tanti ostacoli al successo dell’allattamento al seno, tra cui:

  • mancanza di sostegno e incoraggiamento tra pari
  • mancanza di educazione e istruzione
  • marketing aggressivo da aziende di formule
  • meno accesso a consulenti per l’allattamento culturalmente competenti
  • mancanza di supporto da parte della comunità
  • lacune politiche come la mancanza di congedo familiare retribuito federale

Il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) ha scoperto che i tassi di allattamento esclusivo al seno all’età di 3 mesi erano del 36% tra i neonati neri e del 53% tra i neonati bianchi. All’età di 6 mesi, i tassi erano del 17,2% tra i neonati neri e del 29,5% tra i neonati bianchi.

Anche Secondo il centro per la prevenzione e il controllo delle malattie, Le donne nere in genere tornano al lavoro prima delle donne di altri gruppi razziali ed etnici. È più probabile che incontrino problemi logistici con l’allattamento al seno e l’estrazione del latte, come i loro orari di lavoro o ambienti di estrazione inadeguati.

Le disparità nell’inizio e nella durata dell’allattamento al seno sono reali e sono radicate in una profonda storia di traumi razziali. L’allattamento al seno ci ricorda la nostra travagliata storia in questa nazione, quando le donne nere erano considerate una proprietà preziosa durante la schiavitù dei beni mobili.

Le donne bianche erano determinanti nelle transazioni del mercato degli schiavi, in particolare quando si trattava di acquistare balie schiavizzate per l’allattamento al seno e le cure che fornivano ai bambini bianchi.

Dopo il travaglio, le donne bianche si riprendevano mentre le balie schiavizzate si occupavano e nutrivano i loro piccoli. Questo settore del mercato degli schiavi ha posizionato il “latte nero” come molto prezioso, un messaggio creato esclusivamente a beneficio delle donne bianche.

Le donne nere, il cui latte nutriva i bambini bianchi, erano considerate proprietà ancora più preziose a causa della mercificazione dei loro corpi. Non solo le donne nere schiavizzate sono state strappate alle loro famiglie e vendute all’asta, ma sono state violentate, maltrattate fisicamente, quindi costrette ad allattare i piccoli bambini del padrone di schiavi.

Spesso i loro stessi bambini erano malnutriti perché la maggior parte del loro latte era dedicata all’allattamento dei piccoli del proprietario di schiavi. La violenza riproduttiva che è stata perpetuata contro le donne nere schiavizzate è legata a traumi ancestrali, tramandata di generazione in generazione ed è direttamente correlata con i tassi di allattamento al seno che vediamo oggi tra le persone nere che partoriscono.

L’allattamento al seno è un atto di guarigione

Le donne nere hanno storicamente dovuto prendersi cura di tutti gli altri a spese di noi stesse. Ci sono lacune nella saggezza in cui dovremmo avere una conoscenza intrinseca: l’educazione all’allattamento al seno non è stata tramandata perché farlo significava rivivere il trauma.

L’allattamento al seno ci permette di reclamare un atto sacro di nutrimento e protezione, in un modo che i nostri antenati non potevano. Ci permette di guarire le ferite che portano le nostre antenate. In una società in cui l’allattamento al seno e la genitorialità nera sono costantemente minate, abbiamo bisogno di tutto il supporto possibile per andare avanti.

Tutte le persone che partoriscono nere dovrebbero avere accesso a cure di qualità e culturalmente competenti, indipendentemente dal reddito, dall’ubicazione o dall’assicurazione. Dovrebbero avere accesso all’istruzione e ai gruppi di sostegno durante il periodo perinatale per incoraggiare il successo dell’allattamento al seno.

Modellare l’allattamento al seno per le generazioni a venire è un dono. Conserva un processo biologico naturale che non è più istintivo. Quando un genitore nero sceglie di allattare, è una scelta per cambiare il corso della storia.

Allora… qual è la tua storia di allattamento al seno?

Condividere la tua storia in uno spazio comunitario sicuro può facilitare la guarigione. Chiedere come sei stato nutrito da bambino può darti un’idea. Conoscere le nostre antenate potrebbe ispirarti ad adottare alcuni dei modi del passato. In tal modo, stai aprendo un percorso di supporto e guarigione per tutti noi.


Nominato uno dei Super Soul 100 di Oprah Winfrey, la celebrità doula e l’esperto di benessere materno Latham Thomas aiuta le donne ad abbracciare il benessere ottimale e la crescita spirituale come percorso verso l’empowerment. Latham sta guidando una rivoluzione nella cura di sé radicale, guidando le donne di tutto il mondo a “prima madre se stesse”. Latham è la fondatrice di Mama Glow, un marchio globale per la salute e l’educazione delle donne al servizio delle donne lungo il continuum della gravidanza. Mama Glow supporta le donne e le famiglie durante il periodo di fertilità, gravidanza, parto e dopo il parto, offrendo servizi di doula su misura. Il suo libro “Own Your Glow: A Soulful Guide to Luminous Living and Crowning the Queen Within” (Hay House) è stato pubblicato in edizione economica nel 2020.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here