Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi La relazione tra ADHD e autismo

La relazione tra ADHD e autismo

0
7

Panoramica

Quando un bambino in età scolare non può concentrarsi sui compiti oa scuola, i genitori possono pensare che il loro bambino abbia un disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD). Difficoltà a concentrarsi sui compiti? Agitazione e difficoltà a stare fermo? Incapacità di stabilire o mantenere il contatto visivo?

Tutti questi sono sintomi dell’ADHD.

Questi sintomi corrispondono a ciò che la maggior parte delle persone capisce sul comune disturbo dello sviluppo neurologico. Anche molti medici potrebbero gravitare verso quella diagnosi. Tuttavia, l’ADHD potrebbe non essere l’unica risposta.

Prima che venga fatta una diagnosi di ADHD, vale la pena capire come l’ADHD e l’autismo possono essere confusi e capire quando si sovrappongono.

ADHD contro autismo

L’ADHD è un disturbo dello sviluppo neurologico comune spesso riscontrato nei bambini. Circa il 9,4% dei bambini statunitensi di età compresa tra 2 e 17 anni è stato diagnosticato con ADHD.

Esistono tre tipi di ADHD:

  • prevalentemente iperattivo-impulsivo
  • prevalentemente disattento
  • combinazione

Il tipo combinato di ADHD, in cui si verificano sintomi sia disattenti che iperattivi-impulsivi, è il più comune.

L’età media della diagnosi è di 7 anni e ai ragazzi è molto più probabile che venga diagnosticato l’ADHD rispetto alle ragazze, anche se questo può essere dovuto al fatto che si presenta in modo diverso.

Anche il disturbo dello spettro autistico (ASD), un’altra condizione infantile, colpisce un numero crescente di bambini.

L’ASD è un gruppo di disturbi complessi. Questi disturbi influenzano il comportamento, lo sviluppo e la comunicazione. Circa 1 bambino su 68 negli Stati Uniti è stato diagnosticato con ASD. I ragazzi hanno quattro volte e mezzo più probabilità di essere diagnosticati con autismo rispetto alle ragazze.

Sintomi di ADHD e autismo

Nelle prime fasi, non è insolito che ADHD e ASD vengano scambiati per l’altro. I bambini con entrambe le condizioni possono avere problemi di comunicazione e concentrazione. Sebbene abbiano alcune somiglianze, sono ancora due condizioni distinte.

Ecco un confronto tra le due condizioni e i loro sintomi:

Sintomi di ADHD Sintomi dell’autismo
essere facilmente distratto
saltare frequentemente da un’attività all’altra o annoiarsi rapidamente con le attività
non risponde agli stimoli comuni
difficoltà a concentrarsi o concentrare e restringere l’attenzione a un compito
intensa concentrazione e concentrazione su un oggetto singolare
parlare senza sosta o spifferare cose
iperattività
problemi a stare fermo
interrompere conversazioni o attività
mancanza di preoccupazione o incapacità di reagire alle emozioni o ai sentimenti di altre persone
movimento ripetitivo, come oscillare o torcere
evitando il contatto visivo
comportamenti ritirati
ridotta interazione sociale
tappe dello sviluppo ritardate

Quando si verificano insieme

Potrebbe esserci una ragione per cui i sintomi di ADHD e ASD possono essere difficili da distinguere l’uno dall’altro. Entrambi possono verificarsi contemporaneamente.

Non tutti i bambini possono essere diagnosticati chiaramente. Un medico può decidere che solo uno dei disturbi è responsabile dei sintomi di tuo figlio. In altri casi, i bambini possono avere entrambe le condizioni.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), 14 per cento dei bambini con ADHD ha anche ASD. In uno studio del 2013, i bambini con entrambe le condizioni presentavano sintomi più debilitanti rispetto ai bambini che non presentavano tratti ASD.

In altre parole, i bambini con sintomi di ADHD e ASD avevano maggiori probabilità di avere difficoltà di apprendimento e abilità sociali compromesse rispetto ai bambini che avevano solo una delle condizioni.

Capire la combinazione

Per molti anni, i medici erano riluttanti a diagnosticare un bambino con ADHD e ASD. Per questo motivo, pochissimi studi medici hanno esaminato l’impatto della combinazione di condizioni su bambini e adulti.

L’American Psychiatric Association (APA) ha affermato per anni che le due condizioni non potevano essere diagnosticate nella stessa persona. Nel 2013 l’APA ha cambiato la sua posizione. Con il rilascio del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quinta edizione (DSM-5), l’APA afferma che le due condizioni possono verificarsi contemporaneamente.

In una revisione del 2014 di studi che esaminano la co-occorrenza di ADHD e ASD, i ricercatori hanno scoperto che tra il 30 e il 50% delle persone con ASD ha anche sintomi di ADHD. I ricercatori non comprendono appieno la causa di entrambe le condizioni o perché si verificano insieme così frequentemente.

Entrambe le condizioni possono essere collegate alla genetica. Uno studio ha identificato un gene raro che può essere collegato a entrambe le condizioni. Questa scoperta potrebbe spiegare perché queste condizioni si verificano spesso nella stessa persona.

Sono ancora necessarie ulteriori ricerche per comprendere meglio la connessione tra ADHD e ASD.

Ottenere il trattamento adeguato

Il primo passo per aiutare tuo figlio a ricevere il trattamento adeguato è ottenere una diagnosi corretta. Potrebbe essere necessario cercare uno specialista in disturbi del comportamento infantile.

Molti pediatri e medici generici non hanno la formazione specializzata per comprendere la combinazione dei sintomi. Pediatri e medici generici possono anche perdere un’altra condizione sottostante che complica i piani di trattamento.

Gestire i sintomi dell’ADHD può aiutare tuo figlio a gestire anche i sintomi dell’ASD. Le tecniche comportamentali che tuo figlio imparerà possono aiutare a ridurre i sintomi dell’ASD. Ecco perché ottenere la diagnosi corretta e un trattamento adeguato è così vitale.

La terapia comportamentale è un possibile trattamento per l’ADHD ed è raccomandata come prima linea di trattamento per i bambini di età inferiore ai 6 anni. Per i bambini di età superiore ai 6 anni, la terapia comportamentale è raccomandata con i farmaci.

Alcuni farmaci comunemente usati per trattare l’ADHD includono:

  • metilfenidato (Ritalin, Metadate, Concerta, Methylin, Focalin, Daytrana)
  • sali misti di anfetamine (Adderall)
  • dextroamphetamine (Zenzedi, Dexedrine)
  • lisdexamfetamine (Vyvanse)
  • guanfacine (Tenex, Intuniv)
  • clonidina (Catapres, Catapres TTS, Kapvay)

La terapia comportamentale viene spesso utilizzata anche come trattamento per l’ASD. Possono anche essere prescritti farmaci per trattare i sintomi. Nelle persone a cui sono stati diagnosticati sia ASD che ADHD, i farmaci prescritti per i sintomi dell’ADHD possono anche aiutare alcuni sintomi dell’ASD.

Il medico di tuo figlio potrebbe dover provare diversi trattamenti prima di trovarne uno che gestisca i sintomi, oppure potrebbero essere utilizzati più metodi di trattamento contemporaneamente.

prospettiva

L’ADHD e l’ASD sono condizioni per tutta la vita che possono essere gestite con trattamenti adatti all’individuo. Sii paziente e disponibile a provare vari trattamenti. Potrebbe anche essere necessario passare a nuovi trattamenti man mano che il bambino cresce e i sintomi si evolvono.

Gli scienziati stanno continuando a ricercare la connessione tra queste due condizioni. La ricerca potrebbe rivelare maggiori informazioni sulle cause e potrebbero essere disponibili più opzioni di trattamento.

Parla con il tuo medico di nuovi trattamenti o sperimentazioni cliniche. Se a tuo figlio è stato diagnosticato solo ADHD o ASD e pensi che possano avere entrambe le condizioni, parla con il tuo medico. Discuti di tutti i sintomi di tuo figlio e se il medico ritiene che la diagnosi debba essere aggiustata. Una diagnosi corretta è essenziale per ricevere un trattamento efficace.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here