spot_img
More
    spot_img
    HomeMondoLa polizia keniota partirà per la controversa operazione di mantenimento della pace...

    La polizia keniota partirà per la controversa operazione di mantenimento della pace ad Haiti

    -

    Il presidente keniota William Ruto tiene una cerimonia di addio ai 400 soldati pronti a partire per una missione sostenuta dalle Nazioni Unite.

    I pedoni passavano davanti a un soldato a guardia dell'area dell'aeroporto internazionale di Port-au-Prince,
    I pedoni passano davanti a un soldato a guardia dell’area dell’aeroporto internazionale di Port-au-Prince, Haiti, il 4 marzo 2024 [File: Odelyn Joseph/AP Photo]

    Un contingente di polizia keniota è pronto a partire per una controversa missione ad Haiti per combattere l’influenza di potenti bande criminali che hanno portato scompiglio e violenza nella nazione caraibica.

    Lunedì il presidente keniano William Ruto ha tenuto una cerimonia per augurare buona fortuna ai 400 agenti che arriveranno ad Haiti alla fine di questa settimana in un’iniziativa sostenuta dalle Nazioni Unite, il primo contingente di 1.000 poliziotti che il Kenya prevede di inviare.

    “Questa missione è una delle più urgenti, importanti e storiche nella storia della solidarietà globale”, ha detto Ruto agli ufficiali in citazioni condivise dal suo ufficio.

    “È una missione affermare i valori universali della comunità delle nazioni, una missione per prendere posizione a favore dell’umanità”.

    Ruto e gli Stati Uniti hanno accolto con favore l’iniziativa dopo mesi di dibattito su come affrontare la spirale di violenza ad Haiti, dove le gang hanno ampliato la loro influenza, ottenuto il controllo su vaste fasce di territorio e portato violenza e instabilità nella vita dei civili.

    “Speriamo di vedere ulteriori miglioramenti misurabili nella sicurezza, in particolare per quanto riguarda l’accesso agli aiuti umanitari e alle principali attività economiche”, ha detto lunedì ai giornalisti il ​​portavoce del Dipartimento di Stato americano Matthew Miller.

    Paesi tra cui gli Stati Uniti e il Canada hanno chiesto una missione di polizia internazionale, ma sono stati riluttanti a impegnare le proprie truppe in un ruolo in tale sforzo. Un funzionario delle Nazioni Unite ha affermato a marzo che sarebbero necessari almeno 5.000 agenti di polizia stranieri per aiutare a contrastare la violenza delle bande ad Haiti, molto più del totale di 1.000 poliziotti kenioti che saranno dispiegati.

    L’amministrazione del presidente americano Joe Biden ha promesso 300 milioni di dollari in sostegno durante una recente visita di Ruto negli Stati Uniti, ma ha affermato che il coinvolgimento delle truppe statunitensi potrebbe creare “tutti i tipi di domande che possono essere facilmente travisate”.

    C’è stata una lunga storia di disastrosi interventi stranieri ad Haiti, il primo paese al mondo a ottenere con successo l’indipendenza attraverso una ribellione di schiavi nel 1804, alimentando le preoccupazioni che l’iniziativa potesse ritorcersi contro o alimentare ulteriore instabilità.

    Gli Stati Uniti invasero e occuparono Haiti dal 1915 al 1934, supervisionando un sistema di lavoro forzato e diffuse violazioni dei diritti.

    Related articles

    Stay Connected

    0FansLike
    0FollowersFollow
    0FollowersFollow
    0SubscribersSubscribe
    spot_img

    Latest posts