La città dell'Australia piange un pompiere volontario caduto in un incendio boschivo

0
77

MELBOURNE – I vigili del fuoco, la famiglia e la piccola cittadina australiana di Holbrook hanno salutato venerdì il pompiere volontario Samuel McPaul, un eroe in un solenne funerale, mentre le piogge tanto attese hanno iniziato a spegnere alcuni degli incendi mortali che infuriavano da mesi.

McPaul, 28 anni, è stato ucciso a dicembre combattendo un enorme incendio vicino alla sua città natale di Holbrook, nel sud dello stato del New South Wales.

Un totale di 29 persone e milioni di animali sono stati uccisi negli incendi da settembre. Gli incendi hanno distrutto oltre 2.500 case e distrutto un'area di circa un terzo delle dimensioni della Germania.

McPaul è morto quando un tornado di fuoco ha lanciato il suo camion dei pompieri.

"Sam era un giovane straordinario che ha perso la vita da eroe nella sua comunità locale", ha detto Shane Fitzsimmons, commissario del Servizio antincendio rurale del Nuovo Galles del Sud (NSW) al funerale.

"Era sempre disposto ad alzare la mano quando necessario, non importa l'occasione."

La vedova di McPaul Megan, che aspetta il loro primo figlio a maggio, ha ricevuto una medaglia coraggiosa per suo conto al funerale.

Prima della cerimonia, i vigili del fuoco in uniforme hanno portato l'elmetto in servizio, secondo quanto riportato dalla ABC.

Il primo ministro Scott Morrison, che è stato pesantemente criticato per la scarsa leadership durante la crisi degli incendi, ha partecipato al funerale.

I temporali intensi con forti piogge hanno attenuato alcuni degli incendi boschivi sulla costa orientale dell'Australia negli ultimi giorni, ma c'erano ancora circa 100 incendi in fiamme nel Nuovo Galles del Sud e Victoria.