Ipocalcemia

0
6

Cos’è l’ipocalcemia?

L’ipocalcemia è una condizione in cui ci sono livelli di calcio inferiori alla media nella parte liquida del sangue o nel plasma. Il calcio ha molti ruoli importanti nel tuo corpo:

  • Il calcio è la chiave per la conduzione dell’elettricità nel tuo corpo.
  • Il tuo sistema nervoso ha bisogno di calcio per funzionare correttamente. I tuoi nervi hanno bisogno di calcio per trasmettere messaggi tra il tuo cervello e il resto del tuo corpo.
  • I tuoi muscoli hanno bisogno di calcio per muoversi.
  • Le tue ossa hanno bisogno di calcio per rimanere forti, crescere e guarire.

L’ipocalcemia può essere il risultato di una bassa produzione di calcio o di un’insufficiente circolazione di calcio nel corpo. Una carenza di magnesio o vitamina D è collegata alla maggior parte dei casi di ipocalcemia.

Quali sono i sintomi dell’ipocalcemia?

Alcune persone non hanno alcun sintomo o segno di ipocalcemia. Poiché colpisce il sistema nervoso, i bambini affetti da questa condizione possono contrarsi o tremare. Gli adulti che hanno sintomi possono manifestare:

  • rigidità muscolare
  • spasmi muscolari
  • parestesie, o sensazioni di spilli e aghi, alle estremità
  • cambiamenti di umore, come ansia, depressione o irritabilità
  • problemi di memoria
  • ipotensione
  • difficoltà a parlare o deglutire
  • fatica
  • parkinsonismo
  • papilledema o gonfiore del disco ottico

I sintomi dell’ipocalcemia grave sono:

  • convulsioni
  • aritmie
  • insufficienza cardiaca congestizia
  • laringospasmi o convulsioni della casella vocale

I sintomi a lungo termine dell’ipocalcemia includono:

  • pelle secca
  • unghie fragili
  • calcoli renali o altri depositi di calcio nel corpo
  • demenza
  • cataratta
  • eczema

Cosa causa l’ipocalcemia?

La causa più comune di ipocalcemia è l’ipoparatiroidismo, che si verifica quando il corpo secerne una quantità inferiore alla media di ormone paratiroideo (PTH). Bassi livelli di PTH portano a bassi livelli di calcio nel corpo. L’ipoparatiroidismo può essere ereditato o può essere il risultato della rimozione chirurgica della ghiandola tiroidea o del cancro della testa e del collo.

Altre cause di ipocalcemia includono:

  • non abbastanza calcio o vitamina D nella tua dieta
  • infezioni
  • alcuni farmaci, come la fenitoina (Dilantin), il fenobarbital e la rifampicina
  • fatica
  • ansia
  • esercizio intenso
  • livelli irregolari di magnesio o fosfato
  • malattie renali
  • diarrea, costipazione o altri disturbi intestinali che impediscono al corpo di assorbire correttamente il calcio
  • un infuso di fosfato o calcio
  • cancro che si sta diffondendo
  • diabete nella madre, nel caso dei neonati

Chi è a rischio di ipocalcemia?

Le persone con carenza di vitamina D o magnesio sono a rischio di ipocalcemia. Altri fattori di rischio includono:

  • una storia di disturbi gastrointestinali
  • pancreatite
  • insufficienza renale
  • insufficienza epatica
  • disturbi d’ansia

I neonati sono a rischio perché i loro corpi non sono completamente sviluppati. Ciò è particolarmente vero per i bambini nati da madri diabetiche.

Come viene diagnosticata l’ipocalcemia?

Il primo passo nella diagnosi è un esame del sangue per determinare i livelli di calcio. Il medico può anche utilizzare esami mentali e fisici per verificare la presenza di segni di ipocalcemia. Un esame fisico può includere uno studio di:

  • capelli
  • pelle
  • muscoli

Un esame mentale può includere test per:

  • demenza
  • allucinazioni
  • confusione
  • irritabilità
  • convulsioni

Il medico può anche testare i segni di Chvostek e Trousseau, entrambi collegati all’ipocalcemia. Il segno di Chvostek è una risposta contratta quando viene toccata una serie di nervi facciali. Il segno di Trousseau è uno spasmo alle mani o ai piedi che deriva dall’ischemia o una restrizione dell’afflusso di sangue ai tessuti. Contrazioni o spasmi sono considerati risposte positive a questi test e suggeriscono un’eccitabilità neuromuscolare dovuta all’ipocalcemia.

Come viene trattata l’ipocalcemia?

Alcuni casi di ipocalcemia scompaiono senza trattamento. Alcuni casi di ipocalcemia sono gravi e possono persino essere pericolosi per la vita. Se hai un caso acuto, molto probabilmente il tuo medico ti darà il calcio attraverso la vena o per via endovenosa. Altri trattamenti per l’ipocalcemia includono:

Farmaci

Molti casi di ipocalcemia possono essere facilmente trattati con un cambiamento nella dieta. Assumere integratori di calcio, vitamina D o magnesio o mangiare cibi con questi può aiutare a trattarlo.

Cura della casa

Trascorrere del tempo al sole aumenterà i livelli di vitamina D. La quantità di sole necessaria è diversa per tutti. Assicurati di usare la crema solare per proteggerti se sei esposto al sole per molto tempo. Il medico potrebbe consigliarti una dieta ricca di calcio per curarla.

Qual è la prospettiva per le persone con ipocalcemia?

I sintomi spesso scompaiono con un trattamento adeguato. La condizione è raramente pericolosa per la vita. In molti casi, va via da solo. Le persone con ipocalcemia cronica possono aver bisogno di farmaci per tutta la vita.

Le persone con ipocalcemia sono a rischio di sviluppare l’osteoporosi perché le loro ossa rilasciano calcio nel flusso sanguigno, invece di usarlo. Altre complicazioni includono:

  • calcoli renali
  • insufficienza renale
  • battiti cardiaci anormali o aritmia
  • problemi al sistema nervoso

Mantenere livelli sani di calcio nel corpo è la chiave per prevenire questa condizione. Mangia cibi ricchi di calcio e se non assumi abbastanza vitamina D o magnesio, potrebbe essere necessario aggiungerne integratori alla tua dieta, oltre a integratori di calcio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here