Ipervitaminosi A

0
3

Cos’è l’ipervitaminosi A?

L’ipervitaminosi A, o tossicità da vitamina A, si verifica quando hai troppa vitamina A nel tuo corpo.

Questa condizione può essere acuta o cronica. La tossicità acuta si verifica dopo aver consumato grandi quantità di vitamina A per un breve periodo di tempo, in genere entro poche ore o giorni. La tossicità cronica si verifica quando grandi quantità di vitamina A si accumulano nel corpo per un lungo periodo di tempo.

I sintomi includono alterazioni della vista, dolore osseo e alterazioni della pelle. La tossicità cronica può causare danni al fegato e aumentare la pressione sul cervello.

L’ipervitaminosi A può essere diagnosticata utilizzando esami del sangue per controllare i livelli di vitamina A. La maggior parte delle persone migliora semplicemente diminuendo l’assunzione di vitamina A.

Cause di ipervitaminosi A

Quantità eccessive di vitamina A vengono immagazzinate nel fegato e si accumulano nel tempo. La maggior parte delle persone sviluppa una tossicità da vitamina A assumendo integratori alimentari ad alte dosi, probabilmente a causa della terapia con megavitaminici. Una terapia con megavitamina comporta il consumo di dosi molto elevate di alcune vitamine nel tentativo di prevenire o curare le malattie.

Può anche essere causato dall’uso a lungo termine di alcuni trattamenti per l’acne che contengono alte dosi di vitamina A, come l’isotretinoina (Sotret, Absorica).

La tossicità acuta da vitamina A è solitamente il risultato di un’ingestione accidentale quando si verifica nei bambini.

Assumere la giusta quantità di vitamina A nella dieta

La vitamina A è importante per la salute degli occhi nei bambini e negli adulti. La vitamina A è importante anche per lo sviluppo del cuore, delle orecchie, degli occhi e degli arti dei feti.

Puoi ottenere la maggior parte della vitamina A di cui il tuo corpo ha bisogno solo da una dieta sana. Gli alimenti che contengono vitamina A includono:

  • fegato
  • pesce e oli di pesce
  • latte
  • uova
  • frutti scuri
  • verdure a foglia verde
  • verdure arancioni e gialle (patate dolci, carote)
  • prodotti a base di pomodoro
  • alcuni oli vegetali
  • cibi fortificati (che hanno aggiunto vitamine) come i cereali

Di quanta vitamina A hai bisogno?

Secondo il National Institutes of Health (NIH), le indennità dietetiche raccomandate per la vitamina A sono:

Da 0 a 6 mesi 400 microgrammi (mcg)
Da 7 a 12 mesi 500 mcg
Da 1 a 3 anni 300 mcg
Da 4 a 8 anni 400 mcg
Da 9 a 13 anni 600 mcg
Da 14 a 18 anni 900 mcg per i maschi, 700 mcg per le femmine
14-18 anni / donne in gravidanza 750 mcg
14-18 anni / donne che allattano 1.200 mcg
19+ anni 900 per i maschi, 700 per le femmine
19+ anni / donne in gravidanza 770 mcg
19+ anni / femmine che allattano 1.300 mcg

Assumere più dell’indennità giornaliera raccomandata per diversi mesi può causare tossicità da vitamina A. Questa condizione può verificarsi più rapidamente nei neonati e nei bambini, perché i loro corpi sono più piccoli.

Sintomi dell’ipervitaminosi A

I sintomi variano a seconda che la tossicità sia acuta o cronica. Il mal di testa e l’eruzione cutanea sono comuni in entrambe le forme di malattia.

I sintomi della tossicità acuta da vitamina A includono:

  • sonnolenza
  • irritabilità
  • dolore addominale
  • nausea
  • vomito
  • aumento della pressione sul cervello

I sintomi della tossicità cronica da vitamina A includono:

  • visione offuscata o altri cambiamenti della vista

  • gonfiore delle ossa
  • dolore alle ossa
  • scarso appetito
  • vertigini
  • nausea e vomito
  • sensibilità alla luce solare
  • pelle secca e ruvida

  • prurito o desquamazione della pelle

  • unghie screpolate
  • crepe sulla pelle agli angoli della bocca
  • ulcere della bocca
  • pelle ingiallita (ittero)

  • la perdita di capelli
  • infezione respiratoria
  • confusione

Nei neonati e nei bambini, i sintomi possono includere anche:

  • ammorbidimento dell’osso del cranio
  • rigonfiamento del punto molle sulla sommità del cranio di un neonato (fontanella)

  • visione doppia
  • bulbi oculari sporgenti
  • incapacità di aumentare di peso
  • coma

In una donna incinta o in procinto di rimanere incinta, i difetti nel loro bambino possono derivare da troppa vitamina A.

Se sei incinta, non assumere più di una vitamina prenatale al giorno. C’è abbastanza vitamina A nelle vitamine prenatali. Se hai bisogno di più ferro, ad esempio, aggiungi un integratore di ferro alla tua vitamina prenatale quotidiana. Non prendere due o più vitamine prenatali, poiché aumenta il rischio di deformità nel tuo bambino.

Se sei incinta, non usare creme per la pelle al retinolo, che sono molto ricche di vitamina A.

La giusta quantità di vitamina A è fondamentale per lo sviluppo di un feto. Tuttavia, il consumo in eccesso di vitamina A durante la gravidanza è noto per causare difetti alla nascita che possono colpire gli occhi, il cranio, i polmoni e il cuore di un bambino.

Potenziali complicazioni

Le potenziali complicanze dell’eccesso di vitamina A includono:

  • danno al fegato
  • osteoporosi (una condizione che rende le ossa fragili, deboli e soggette a rotture)

  • accumulo eccessivo di calcio nel corpo
  • danno renale dovuto all’eccesso di calcio

Diagnosi di ipervitaminosi A

Il tuo medico inizierà chiedendoti i tuoi sintomi e la tua storia medica. Vorranno anche sapere della tua dieta e di eventuali integratori che stai assumendo.

Il medico può prescriverle esami del sangue per controllare anche i livelli di vitamina A nel sangue.

Come viene trattata l’ipervitaminosi A.

Il modo più efficace per trattare questa condizione è interrompere l’assunzione di integratori di vitamina A ad alte dosi. La maggior parte delle persone si riprende completamente entro poche settimane.

Eventuali complicazioni dovute all’eccesso di vitamina A, come danni ai reni o al fegato, verranno trattate in modo indipendente.

Prospettive a lungo termine

Il recupero dipende dalla gravità della tossicità della vitamina A e dalla rapidità con cui è stata trattata. La maggior parte delle persone si riprende completamente una volta che smette di assumere integratori di vitamina A. Per coloro che sviluppano complicazioni, come danni ai reni o al fegato, la loro prospettiva dipenderà dalla gravità del danno.

Parla con il tuo medico prima di iniziare a prendere qualsiasi integratore o se sei preoccupato di non ricevere abbastanza nutrienti dalla tua dieta.

Inoltre, contatta il tuo medico se stai riscontrando uno dei sintomi dell’ipervitaminosi A.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here