Ipersonnia

0
5

Cos’è l’ipersonnia?

L’ipersonnia è una condizione in cui si avverte un’eccessiva sonnolenza durante il giorno. Può verificarsi anche dopo lunghi periodi di sonno. Un altro nome per l’ipersonnia è l’eccessiva sonnolenza diurna (EDS).

L’ipersonnia può essere una condizione primaria o secondaria. L’ipersonnia secondaria è il risultato di un’altra condizione medica. Le persone con ipersonnia hanno difficoltà a funzionare durante il giorno perché sono spesso stanche, il che può influire sulla concentrazione e sul livello di energia.

Quali sono i tipi di ipersonnia?

L’ipersonnia può essere primaria o secondaria.

L’ipersonnia primaria si verifica senza altre condizioni mediche presenti. L’unico sintomo è l’eccessiva stanchezza.

L’ipersonnia secondaria è dovuta ad altre condizioni mediche. Questi possono includere apnea notturna, morbo di Parkinson, insufficienza renale e sindrome da stanchezza cronica. Queste condizioni causano uno scarso sonno notturno, portandoti a sentirti stanco durante il giorno.

L’ipersonnia non è la stessa della narcolessia, che è una condizione neurologica che causa improvvisi attacchi di sonno non prevenibili durante il giorno. Le persone con ipersonnia possono rimanere sveglie da sole, ma si sentono stanche.

Cosa causa l’ipersonnia?

Si ritiene che l’ipersonnia primaria sia causata da problemi nei sistemi cerebrali che controllano le funzioni del sonno e della veglia.

L’ipersonnia secondaria è il risultato di condizioni che causano affaticamento o sonno insufficiente. Ad esempio, l’apnea notturna può causare ipersonnia perché può causare problemi di respirazione notturna, costringendo le persone a svegliarsi più volte durante la notte.

Alcuni farmaci possono anche causare ipersonnia. L’uso frequente di droghe e alcol può provocare sonnolenza durante il giorno. Altre possibili cause sono una ridotta funzionalità tiroidea e un trauma cranico.

Chi è a rischio di ipersonnia?

Le persone con condizioni che le rendono stanche durante il giorno sono maggiormente a rischio di ipersonnia. Queste condizioni includono apnea notturna, malattie renali, malattie cardiache, condizioni cerebrali, depressione atipica e bassa funzione tiroidea.

L’American Sleep Association afferma che la condizione colpisce gli uomini più delle donne.

Anche le persone che fumano o bevono regolarmente sono a rischio di sviluppare l’ipersonnia. I farmaci che causano sonnolenza possono avere effetti collaterali simili all’ipersonnia.

Quali sono i sintomi dell’ipersonnia?

Il sintomo principale dell’ipersonnia è la stanchezza costante. Le persone con ipersonnia possono fare dei sonnellini durante il giorno senza mai alleviare la sonnolenza. Hanno anche difficoltà a svegliarsi da lunghi periodi di sonno.

Altri sintomi di ipersonnia includono:

  • bassa energia
  • irritabilità
  • ansia
  • perdita di appetito
  • pensare o parlare lentamente
  • difficoltà a ricordare
  • irrequietezza

Come viene diagnosticata l’ipersonnia?

Per diagnosticare l’ipersonnia, un medico esaminerà i tuoi sintomi e la tua storia medica. Un esame fisico può testare la vigilanza.

I medici utilizzano diversi test per diagnosticare l’ipersonnia, tra cui:

  • diario del sonno: Registri il sonno e le ore di veglia durante la notte per monitorare i modelli di sonno.
  • Scala della sonnolenza di Epworth: Valuta la tua sonnolenza per determinare la gravità della condizione.
  • test di latenza del sonno multiplo: Fai un pisolino controllato durante il giorno. Il test misura i tipi di sonno che si verificano.
  • polisonnogramma: Rimani in un centro del sonno durante la notte. Una macchina monitora l’attività cerebrale, i movimenti oculari, la frequenza cardiaca, i livelli di ossigeno e la funzione respiratoria.

Quali sono le opzioni di trattamento per l’ipersonnia?

I trattamenti per questa condizione possono variare a seconda della causa dell’ipersonnia.

Molti farmaci destinati alla narcolessia possono trattare l’ipersonnia. Questi includono anfetamina, metilfenidato e modafinil. Questi farmaci sono stimolanti che ti aiutano a sentirti più sveglio.

I cambiamenti dello stile di vita sono una parte fondamentale del processo di trattamento. Un medico può raccomandare di andare a dormire regolarmente. Evitare determinate attività può anche migliorare i sintomi, soprattutto prima di coricarsi. La maggior parte delle persone con ipersonnia non dovrebbe bere alcolici o usare droghe. Un medico può anche raccomandare una dieta altamente nutritiva per mantenere i livelli di energia in modo naturale.

Qual è la prospettiva a lungo termine per le persone con ipersonnia?

Alcune persone con ipersonnia possono migliorare i loro sintomi con i giusti cambiamenti nello stile di vita. Anche i farmaci possono aiutare questa condizione. Tuttavia, alcune persone potrebbero non ottenere mai un sollievo completo. Questa non è una condizione pericolosa per la vita, ma può influire sulla qualità della vita di una persona.

Come posso prevenire l’ipersonnia?

Non c’è modo per prevenire alcune forme di ipersonnia. Puoi ridurre il rischio di ipersonnia creando un ambiente tranquillo per dormire ed evitando l’alcol. Evita anche i farmaci che provocano sonnolenza ed evita di lavorare fino a tarda notte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here