Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Ipercalcemia: cosa succede se hai troppo calcio?

Ipercalcemia: cosa succede se hai troppo calcio?

0
6

Cos’è l’ipercalcemia?

L’ipercalcemia è una condizione in cui si ha una concentrazione troppo alta di calcio nel sangue. Il calcio è essenziale per il normale funzionamento di organi, cellule, muscoli e nervi. È anche importante per la coagulazione del sangue e la salute delle ossa.

Tuttavia, una quantità eccessiva può causare problemi. L’ipercalcemia rende difficile per il corpo svolgere le sue normali funzioni. Livelli estremamente elevati di calcio possono essere pericolosi per la vita.

Quali sono i sintomi dell’ipercalcemia?

Potresti non avere alcun sintomo evidente se soffri di ipercalcemia lieve. Se hai un caso più grave, in genere avrai segni e sintomi che interessano varie parti del tuo corpo.

Generale

  • mal di testa
  • fatica

Reni

I sintomi legati ai reni includono:

  • sete eccessiva
  • minzione eccessiva
  • dolore tra la schiena e la parte superiore dell’addome su un lato a causa di calcoli renali

Addome

I sintomi legati all’addome includono:

  • nausea
  • dolore addominale
  • diminuzione dell’appetito
  • stipsi
  • vomito

Cuore

Un alto contenuto di calcio può influenzare il sistema elettrico del cuore, causando ritmi cardiaci anormali.

Muscoli

I livelli di calcio possono influenzare i muscoli, provocando contrazioni, crampi e debolezza.

Sistema scheletrico

Livelli elevati di calcio possono influenzare le ossa, portando a:

  • dolore alle ossa
  • osteoporosi
  • fratture da malattia

Sintomi neurologici

L’ipercalcemia può anche causare sintomi neurologici, come depressione, perdita di memoria e irritabilità. I casi gravi possono causare confusione e coma.

Se hai il cancro e manifesti sintomi di ipercalcemia, chiama immediatamente il medico. Non è raro che il cancro causi livelli elevati di calcio. Quando ciò accade è un’emergenza medica.

Cosa causa l’ipercalcemia?

Il tuo corpo utilizza l’interazione tra calcio, vitamina D e ormone paratiroideo (PTH) per regolare i livelli di calcio.

Il PTH aiuta il corpo a controllare la quantità di calcio che entra nel flusso sanguigno dall’intestino, dai reni e dalle ossa. Normalmente, il PTH aumenta quando il livello di calcio nel sangue diminuisce e diminuisce quando il livello di calcio aumenta.

Il tuo corpo può anche produrre calcitonina dalla ghiandola tiroidea quando il livello di calcio diventa troppo alto. Quando hai l’ipercalcemia, c’è un eccesso di calcio nel flusso sanguigno e il tuo corpo non può regolare normalmente il tuo livello di calcio.

Esistono diverse possibili cause di questa condizione:

Iperparatiroidismo

Le ghiandole paratiroidi sono quattro piccole ghiandole situate dietro la ghiandola tiroidea nel collo. Controllano la produzione dell’ormone paratiroideo, che a sua volta regola il calcio nel sangue.

L’iperparatiroidismo si verifica quando una o più ghiandole paratiroidi diventano eccessivamente attive e rilasciano troppo PTH. Questo crea uno squilibrio di calcio che il corpo non può correggere da solo. Questa è la principale causa di ipercalcemia, soprattutto nelle donne di età superiore ai 50 anni.

Malattie polmonari e tumori

Le malattie granulomatose, come la tubercolosi e la sarcoidosi, sono malattie polmonari che possono causare un aumento dei livelli di vitamina D. Ciò provoca un maggiore assorbimento del calcio, che aumenta il livello di calcio nel sangue.

Alcuni tipi di cancro, in particolare il cancro ai polmoni, al seno e al sangue, possono aumentare il rischio di ipercalcemia.

Effetti collaterali dei farmaci

Alcuni farmaci, in particolare i diuretici, possono produrre ipercalcemia. Lo fanno causando una grave diuresi fluida, che è una perdita di acqua corporea e una sottoescrezione di calcio. Ciò porta ad un’eccessiva concentrazione di calcio nel sangue.

Altri farmaci, come il litio, provocano il rilascio di più PTH.

Integratori alimentari e farmaci da banco

Assumere troppa vitamina D o calcio sotto forma di integratori può aumentare il livello di calcio. L’uso eccessivo di carbonato di calcio, che si trova in antiacidi comuni come Tums e Rolaids, può anche portare a livelli elevati di calcio.

Alte dosi di questi prodotti da banco sono i terza causa più comune di ipercalcemia negli Stati Uniti.

Disidratazione

Questo di solito porta a casi lievi di ipercalcemia. La disidratazione fa aumentare il livello di calcio a causa della bassa quantità di liquido che hai nel sangue. Tuttavia, la gravità dipende molto dalla funzione renale.

Nelle persone con malattia renale cronica, gli effetti della disidratazione sono maggiori.

Come viene diagnosticata l’ipercalcemia?

Il medico può utilizzare esami del sangue per controllare il livello di calcio nel sangue. Anche i test delle urine che misurano il calcio, le proteine ​​e altre sostanze possono essere utili.

Se il medico rileva un livello di calcio elevato, ordinerà più test per scoprire la causa della tua condizione. Gli esami del sangue e delle urine possono aiutare il medico a diagnosticare l’iperparatiroidismo e altre condizioni.

I test che possono consentire al medico di verificare l’evidenza di cancro o altre malattie che possono causare ipercalcemia includono:

  • radiografie del torace, che possono rivelare il cancro ai polmoni

  • mammografie, che aiutano a diagnosticare il cancro al seno

  • Scansioni TC, che formano un’immagine più dettagliata del tuo corpo

  • Scansioni MRI, che producono immagini dettagliate degli organi del corpo e di altre strutture
  • Test di densità minerale ossea DEXA, che valutano la resistenza ossea

Quali sono le opzioni di trattamento per l’ipercalcemia?

Le opzioni di trattamento per l’ipercalcemia dipendono dalla gravità della condizione e dalla causa sottostante.

Casi lievi

Potrebbe non essere necessario un trattamento immediato se si dispone di un caso lieve di ipercalcemia, a seconda della causa. Tuttavia, dovrai monitorare i suoi progressi. Trovare la causa sottostante è importante.

L’effetto che i livelli elevati di calcio hanno sul tuo corpo non si riferiscono solo al livello di calcio presente, ma alla velocità con cui aumenta. Pertanto, è importante attenersi alle raccomandazioni del medico per il follow-up.

Anche livelli leggermente elevati di calcio possono portare a calcoli renali e danni ai reni nel tempo.

Casi da moderati a gravi

Probabilmente avrai bisogno di cure ospedaliere se hai un caso da moderato a grave. L’obiettivo del trattamento è riportare il livello di calcio alla normalità. Il trattamento mira anche a prevenire danni alle ossa e ai reni. Le opzioni di trattamento comuni includono quanto segue:

  • La calcitonina è un ormone prodotto nella ghiandola tiroidea. Rallenta la perdita ossea.
  • I liquidi per via endovenosa ti idratano e abbassano i livelli di calcio nel sangue.
  • I corticosteroidi sono farmaci antinfiammatori. Sono utili nel trattamento di troppa vitamina D.
  • I farmaci diuretici del ciclo possono aiutare i reni a muovere i liquidi e liberarsi del calcio in eccesso, soprattutto se si soffre di insufficienza cardiaca.
  • I bifosfonati per via endovenosa abbassano i livelli di calcio nel sangue regolando il calcio nelle ossa.
  • La dialisi può essere eseguita per liberare il sangue dal calcio in eccesso e dalle scorie quando si hanno reni danneggiati. Questo di solito viene fatto se altri metodi di trattamento non funzionano.

Iperparatiroidismo primario

A seconda dell’età, della funzionalità renale e degli effetti sulle ossa, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere le ghiandole paratiroidi anormali. Questa procedura cura la maggior parte dei casi di ipercalcemia causati da iperparatiroidismo.

Se la chirurgia non è un’opzione per te, il medico può raccomandare un farmaco chiamato cinacalcet (Sensipar). Questo abbassa il livello di calcio diminuendo la produzione di PTH. Se hai l’osteoporosi, il tuo medico potrebbe farti assumere i bifosfonati per ridurre il rischio di fratture.

Cancro

Se hai il cancro, il tuo medico discuterà con te le opzioni di trattamento per aiutarti a determinare i modi migliori per trattare l’ipercalcemia.

Potresti essere in grado di ottenere sollievo dai sintomi attraverso fluidi per via endovenosa e farmaci come i bifosfonati. Questo potrebbe renderti più facile affrontare i tuoi trattamenti contro il cancro.

Il farmaco cinacalcet può essere utilizzato anche per il trattamento di alti livelli di calcio dovuti al cancro della paratiroide. Ricerca suggerisce che potrebbe anche avere un ruolo nel trattamento dell’ipercalcemia dovuta anche ad altri tumori.

Quali sono le complicazioni associate all’ipercalcemia?

L’ipercalcemia può causare problemi ai reni, come calcoli renali e insufficienza renale. Altre complicazioni includono battiti cardiaci irregolari e osteoporosi.

L’ipercalcemia può anche causare confusione o demenza poiché il calcio aiuta a mantenere il corretto funzionamento del sistema nervoso. I casi gravi possono portare a un coma potenzialmente pericoloso per la vita.

Qual è la prospettiva a lungo termine?

La tua prospettiva a lungo termine dipenderà dalla causa e dalla gravità della tua condizione. Il tuo medico può determinare il trattamento migliore per te.

Parla con il tuo medico regolarmente per rimanere informato e fare domande. Assicurati di tenere il passo con tutti i test e gli appuntamenti di follow-up consigliati.

Puoi fare la tua parte per proteggere i reni e le ossa dai danni dovuti all’ipercalcemia, facendo scelte di vita salutari. Assicurati di bere molta acqua. Questo ti manterrà idratato, manterrà bassi i livelli di calcio nel sangue e ridurrà il rischio di sviluppare calcoli renali.

Poiché il fumo può accelerare la perdita ossea, è importante smettere il prima possibile. Il fumo causa anche molti altri problemi di salute. Smettere di fumare può solo aiutare la tua salute.

Una combinazione di esercizi fisici e allenamento della forza può mantenere le tue ossa forti e sane. Parla prima con il tuo medico per scoprire quali tipi di esercizi sono sicuri per te. Questo è particolarmente importante se hai un cancro che colpisce le tue ossa.

Assicurati di seguire le linee guida per le dosi di integratori e farmaci da banco per ridurre il rischio di un’eccessiva assunzione di vitamina D e calcio.

Q:

Quali precauzioni devo prendere se penso di essere a rischio di ipercalcemia?

Paziente anonimo

UN:

Ci sono diversi passaggi proattivi che puoi intraprendere. Dovresti rimanere adeguatamente idratato bevendo la giusta quantità di liquidi, inclusa l’acqua. Dovresti anche consumare la giusta quantità di sale nella tua dieta, che è di circa 2.000 milligrammi di sodio al giorno per l’adulto tipico. Infine, parla con il tuo medico per vedere se qualcuno dei tuoi attuali farmaci da prescrizione o da banco potrebbe aumentare il rischio di sviluppare ipercalcemia.

Steve Kim, MDLe risposte rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutto il contenuto è strettamente informativo e non deve essere considerato un consiglio medico.

Healthline

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here