Invasione russa dell’Ucraina: elenco degli eventi chiave del giorno 11

0
54

Mentre la guerra Russia-Ucraina entra nel suo undicesimo giorno, diamo uno sguardo ai principali sviluppi.

Più di 1,3 milioni di persone sono fuggite dall’Ucraina dall’invasione russa del 24 febbraio [Lukasz Glowala/Reuters]

Questi sono gli eventi chiave fino a domenica 6 marzo. Ricevi tutti gli ultimi aggiornamenti qui.

Mariupol per tentare l’evacuazione dei civili

  • La città portuale ucraina di Mariupol, che è circondata dalle truppe russe, ha dichiarato che riprenderà gli sforzi per evacuare la sua popolazione civile dopo che i precedenti sforzi sono stati vanificati dalle violazioni del cessate il fuoco.

Zelenskyy parla con Biden

  • Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy tiene una conversazione telefonica con il suo omologo statunitense, Joe Biden, per discutere degli sforzi in corso per fornire sostegno finanziario all’Ucraina e sanzioni contro la Russia. In precedenza, aveva fatto pressioni sui legislatori statunitensi per ulteriori finanziamenti e un embargo sulle importazioni di petrolio russo. La Casa Bianca ha finora escluso un simile divieto per paura di far salire i prezzi al consumo.

Il leader dell’Ucraina ringrazia Musk

  • Zelenskyy parla anche con l’amministratore delegato di SpaceX Elon Musk e lo ringrazia per aver concesso all’Ucraina l’accesso al sistema Internet satellitare della sua azienda, Starlink. “Gli sono grato per aver sostenuto l’Ucraina con parole e fatti”, ha detto Zelenskyy in un tweet. “La prossima settimana riceveremo un altro lotto di sistemi Starlink per le città distrutte.” Il leader ucraino scherza anche sul fatto che hanno discusso di possibili progetti spaziali, di cui parlerebbe “dopo la guerra”.

Sospensioni Visa e Mastercard

  • I giganti dei pagamenti con carta Visa e Mastercard si uniscono alla crescente lista di marchi internazionali che rifiutano di fare affari con la Russia.

Il tentativo di cessate il fuoco non riesce

  • La Russia riprende la sua offensiva contro la città assediata di Mariupol, nel sud-est, dopo la rottura di un cessate il fuoco concordato per consentire l’evacuazione dei civili. Ciascuna parte incolpa l’altra. I funzionari di Mariupol avevano annunciato piani per un’evacuazione su larga scala durante il cessate il fuoco, ma in seguito hanno affermato di dover rinviare l’operazione di fronte ai continui bombardamenti russi. La Russia ha accusato le forze ucraine a Mariupol di impedire ai residenti di partire. Medici Senza Frontiere (Medecins Sans Frontieres, o MSF) avverte che la situazione umanitaria in città è “catastrofica” e che è “imperativo” allestire un corridoio umanitario.

In avvicinamento a Kiev

  • Le forze russe si avvicinano sempre più alla capitale, Kiev, da nord e da ovest. I rapporti descrivono scene di distruzione diffusa nella città settentrionale di Chernihiv, dove decine di civili sono stati uccisi in bombardamenti, attacchi missilistici e raid aerei. Leggi la vita quotidiana a Kiev mentre le truppe russe si avvicinano qui.

Putin minaccia la statualità

  • Il presidente russo Vladimir Putin avverte che l’Ucraina potrebbe perdere la sua statualità se i suoi leader “continuano a fare quello che stanno facendo”. Dirige anche minacce alla NATO, affermando che tutti i paesi che impongono una no-fly zone sull’Ucraina saranno considerati combattenti nemici mentre equivarranno le sanzioni globali al suo paese a una dichiarazione di guerra. Zelenskyy ha chiesto una no-fly zone, ma il capo della NATO Jens Stoltenberg rifiuta l’appello, dicendo che potrebbe portare a una guerra più ampia in Europa.

Il numero dei rifugiati cresce

  • Più di 1,5 milioni di persone sono fuggite dall’Ucraina nei paesi vicini dall’inizio dell’invasione russa la scorsa settimana, affermano le Nazioni Unite. Leggi qui la situazione al confine ucraino-polacco.
    INTERATTIVO- Dove stanno fuggendo gli ucraini verso il GIORNO 11
    INTERATTIVO- Dove stanno fuggendo gli ucraini verso il GIORNO 11 (Al Jazeera)

Il premier israeliano fa visita a Putin

  • Putin ha colloqui faccia a faccia di tre ore con Naftali Bennett, il primo ministro israeliano. Bennett, che non si è unito al coro dei leader mondiali che condannano con forza l’attacco della Russia, in seguito parla con Zelenskyy.

Aeroflot sospende i voli internazionali

  • La compagnia di bandiera russa Aeroflot ha dichiarato che sospenderà tutti i suoi voli internazionali a partire dall’8 marzo, ad eccezione della vicina Bielorussia. La mossa aggrava l’isolamento internazionale della Russia, che è già stata evitata dalle compagnie aeree straniere e dagli operatori di viaggio.

Altri colloqui in programma

  • Uno dei negoziatori ucraini afferma che lunedì si svolgerà un terzo round di colloqui con la Russia per porre fine ai combattimenti.
    Mappa INTERATTIVA Russia-Ucraina Chi controlla cosa in Ucraina GIORNO 11
    (Al Jazeera)