Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Infezioni opportunistiche nell’HIV

Infezioni opportunistiche nell’HIV

0
1

Panoramica

I progressi nella terapia antiretrovirale hanno permesso alle persone con HIV di vivere una vita più lunga e più sana. Secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), 1,1 milioni di americani vivevano con l’HIV alla fine del 2015.

Per quanto incredibili i progressi nella cura, le persone sieropositive hanno ancora un ruolo importante da svolgere nella salvaguardia della loro salute. Dovrebbero lavorare a stretto contatto con i loro operatori sanitari e rimanere in cima alla loro terapia antiretrovirale. Devono anche proteggersi dalle infezioni opportunistiche, che rappresentano una seria minaccia per chiunque conviva con l’HIV.

Come funziona l’HIV?

L’HIV è un virus che attacca le cellule CD4 (cellule T). Questi globuli bianchi servono come cellule helper per il sistema immunitario. Le cellule CD4 inviano un segnale SOS biologico ad altre cellule del sistema immunitario per andare all’offensiva contro le infezioni.

Quando una persona contrae l’HIV, il virus si fonde con le sue cellule CD4. Il virus quindi dirotta e utilizza le cellule CD4 per moltiplicarsi. Di conseguenza, ci sono meno cellule CD4 per combattere le infezioni.

Gli operatori sanitari utilizzano esami del sangue per identificare quante cellule CD4 sono nel sangue di qualcuno che ha l’HIV, poiché è una misura della progressione dell’infezione da HIV.

Infezioni e malattie opportunistiche

Con l’HIV, un sistema immunitario indebolito aumenta la vulnerabilità a una serie di infezioni opportunistiche, tumori e altre condizioni. Il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie si riferisce a questi come condizioni “che definiscono l’AIDS”. Se qualcuno ha una di queste condizioni, l’infezione da HIV è avanzata allo stadio 3 dell’HIV (AIDS), indipendentemente dal numero di cellule CD4 nel sangue.

Di seguito sono riportate alcune delle malattie opportunistiche più comuni. Diventare consapevoli di questi rischi per la salute è il primo passo per proteggersi da essi.

Candidosi

La candidosi comprende una serie di infezioni in diverse aree del corpo causate da Candida, un genere di funghi. Queste infezioni includono mughetto orale e vaginite. Un’infezione fungina è considerata determinante l’AIDS quando viene rilevata nell’esofago, nei bronchi, nella trachea o nei polmoni.

Per trattare la candidosi vengono utilizzati farmaci antifungini potenti e talvolta piuttosto tossici. Un operatore sanitario consiglierà un farmaco specifico in base alla posizione dell’infezione.

Ad esempio, possono prescrivere questi farmaci per la vaginite causata dalla candidosi:

  • butoconazolo (ginazolo)
  • clotrimazolo
  • miconazolo (Monistat)

Se è presente un’infezione sistemica, il trattamento può includere farmaci come:

  • fluconazolo (Diflucan)
  • itraconazolo (Sporanox)
  • posaconazolo (Noxafil)
  • micafungin (Mycamine)
  • amfotericina B (Fungizone)

Meningite criptococcica

Cryptococcus è un fungo comune che si trova nel suolo e negli escrementi di uccelli. Alcune varietà crescono anche nelle aree circostanti gli alberi e una varietà preferisce in particolare gli alberi di eucalipto. Se inalato, Cryptococcus può causare la meningite. Questa è un’infezione delle membrane intorno al cervello e al midollo spinale.

Per trattare inizialmente la meningite criptococcica vengono utilizzati farmaci antifungini molto potenti (e abbastanza spesso tossici), così come i frequenti prelievi spinali. Questi farmaci possono includere in combinazione:

  • amfotericina B
  • flucitosina (Ancobon)
  • fluconazolo
  • itraconazolo

Questa condizione può essere fatale se non trattata tempestivamente. La terapia soppressiva a lungo termine viene spesso utilizzata con farmaci un po ‘meno tossici per le persone con HIV.

Criptosporidiosi

Un minuscolo parassita che vive nell’intestino di esseri umani e animali è responsabile della criptosporidiosi. La maggior parte delle persone contrasta la malattia bevendo acqua contaminata o mangiando prodotti contaminati.

La criptosporidiosi è una spiacevole malattia diarroica per le persone sane. Tuttavia, per coloro che sono sieropositivi, può durare più a lungo e causare sintomi più gravi.

Un farmaco chiamato nitazoxanide (Alinia) viene normalmente prescritto per curare la malattia.

Citomegalovirus

Il citomegalovirus (CMV) è il virus più comunemente considerato come causa di gravi malattie degli occhi nelle persone con un sistema immunitario indebolito. Può potenzialmente portare alla cecità.

Il CMV può anche portare a malattie in altre aree del corpo, come il tratto digerente e parti del sistema nervoso.

Attualmente non ci sono farmaci per curare il CMV. Tuttavia, una serie di potenti farmaci antivirali può trattare l’infezione. Questi includono:

  • gancliclovir (Zirgan)
  • valgancilovir (Valcyte)
  • foscarnet (Foscavir)
  • cidofovir (Vistide)

Nelle persone con un sistema immunitario gravemente indebolito, questi farmaci per il CMV spesso devono essere somministrati a dosi significative a lungo termine.

Tuttavia, il danno da infezione da CMV può rallentare con l’uso della terapia antiretrovirale. Ciò può portare alla ricostruzione del sistema immunitario (come dimostrato da aumenti clinicamente significativi della conta dei CD4). La terapia anti-CMV può potenzialmente essere modificata con trattamenti soppressivi più facili da tollerare.

Virus dell’herpes simplex

Il virus dell’herpes simplex (HSV) è caratterizzato da piaghe sulla bocca, sulle labbra e sui genitali. Chiunque può contrarre l’herpes, ma le persone con HIV sperimentano una maggiore frequenza e gravità dei focolai.

Non esiste una cura per l’herpes. Tuttavia, farmaci relativamente facili da tollerare, presi a lungo termine, possono alleviare i sintomi del virus.

Polmonite da Pneumocystis

La polmonite da Pneumocystis (PJP) è una polmonite fungina che può essere fatale se non viene diagnosticata e trattata precocemente. La PJP viene trattata con antibiotici. Il rischio che una persona affetta da HIV sviluppi la PJP aumenta così tanto che può essere utilizzata una terapia antibiotica preventiva se la conta dei CD4 scende al di sotto di 200 cellule per microlitro (cellule / µL).

Setticemia da Salmonella

Comunemente indicata come “intossicazione alimentare”, la salmonellosi è un’infezione batterica dell’intestino. Il batterio responsabile viene spesso trasmesso tramite cibo o acqua contaminati dalle feci.

Il Food and Drug Administration (FDA) statunitense riporta che quelli con un sistema immunitario indebolito, come le persone che vivono con l’HIV, hanno un rischio almeno 20 volte maggiore di salmonellosi. La salmonellosi può diffondersi nel sangue, nelle articolazioni e negli organi.

Gli antibiotici sono comunemente prescritti per trattare questa infezione.

Toxoplasmosi

La toxoplasmosi è causata da parassiti negli alimenti contaminati. La malattia può essere contratta anche dalle feci di gatto.

Il rischio di una malattia significativa da infezione da toxoplasmosi aumenta notevolmente quando la conta dei CD4 scende al di sotto di 100 cellule / µL. Una persona sieropositiva dovrebbe idealmente evitare ogni contatto con le feci di gatto o qualsiasi altra fonte di esposizione alla toxoplasmosi.

Le persone che hanno un sistema immunitario gravemente indebolito (inferiore o uguale a 100 cellule CD4 / µl) dovrebbero ricevere la stessa terapia antibiotica preventiva di quella per la PJP.

La toxoplasmosi viene trattata con farmaci antimicrobici come trimetoprim-sulfametossazolo (Bactrim).

Tubercolosi

La tubercolosi (TB) può sembrare una malattia del passato, ma in realtà è principale causa di morte per le persone che hanno l’HIV.

La tubercolosi è causata da Mycobacterium tuberculosis batteri e si diffonde nell’aria. La TBC colpisce generalmente i polmoni e ha due forme: TBC latente e TBC attiva.

Gli individui con HIV hanno maggiori probabilità di ammalarsi di tubercolosi.

La malattia viene trattata nel corso di 6-9 mesi con una combinazione di diversi farmaci, tra cui:

  • isoniazide (INH)
  • rifampicina (Rifadin)
  • etambutolo (Myambutol)
  • pirazinamide

Con il trattamento è possibile gestire sia la TB latente che quella attiva, ma senza trattamento la TB può portare alla morte.

Mycobacterium avium complex (MAC)

Gli organismi del Mycobacterium avium complex (MAC) sono presenti nella maggior parte degli ambienti quotidiani. Raramente causano problemi alle persone con un sistema immunitario sano. Per quelli con un sistema immunitario indebolito, tuttavia, gli organismi MAC possono penetrare nel corpo attraverso il sistema gastrointestinale e diffondersi. Quando gli organismi si diffondono, possono portare alla malattia del MAC.

Questa malattia causa sintomi come febbre e diarrea, ma di solito non è fatale. Può essere trattato con antimicobatterici e terapia antiretrovirale.

Tumori opportunistici

Cancro cervicale invasivo

Il cancro cervicale inizia nelle cellule che rivestono la cervice. La cervice si trova tra l’utero e la vagina. È noto che il cancro cervicale è causato dal papillomavirus umano (HPV). La trasmissione di questo virus è estremamente comune tra tutte le donne sessualmente attive. Ma gli studi hanno chiaramente dimostrato che il rischio di contrarre l’HPV aumenta notevolmente con il progredire dell’HIV.

Per questo motivo, le donne sieropositive dovrebbero sottoporsi a regolari esami pelvici con Pap test. I pap test possono rilevare il cancro cervicale precoce.

Il cancro cervicale è considerato invasivo quando si diffonde al di fuori della cervice. Le opzioni di trattamento includono chirurgia, radioterapia o chemioterapia.

Sarcoma di Kaposi

Il sarcoma di Kaposi (KS) è collegato all’infezione da un virus chiamato virus dell’herpes umano 8 (HHV-8). Provoca tumori cancerosi dei tessuti connettivi del corpo. Le lesioni cutanee scure e violacee sono associate a KS.

KS non è curabile, ma i suoi sintomi spesso migliorano o si risolvono completamente con la terapia antiretrovirale. Una serie di altri trattamenti sono disponibili per le persone con KS. Questi includono radioterapia, chemioterapia intralesionale, chemioterapia sistemica e retinoidi.

Linfoma non-Hodgkin

Il linfoma non Hodgkin (NHL) è un cancro dei linfociti, cellule che fanno parte del sistema immunitario. I linfociti si trovano in tutto il corpo in luoghi come i linfonodi, il tubo digerente, il midollo osseo e la milza.

Vari trattamenti vengono utilizzati per il NHL, tra cui chemioterapia, radioterapia e trapianti di cellule staminali.

Prevenzione delle infezioni opportunistiche

Per coloro che convivono con l’HIV, malattia o nuovi sintomi richiedono una pronta visita a un operatore sanitario. Tuttavia, alcune infezioni possono essere evitate seguendo queste linee guida di base:

  • Rimani aggiornato con la terapia antiretrovirale e mantieni la soppressione virale.
  • Prendi le vaccinazioni consigliate o i farmaci preventivi.
  • Usa il preservativo durante il sesso.
  • Evita lettiere per gatti e feci di animali da fattoria e animali domestici.
  • Usa guanti in lattice quando cambi i pannolini per bambini che contengono feci.
  • Evita le persone che sono malate di condizioni che possono essere contratte.
  • Non mangiare carni e crostacei rari o crudi, frutta e verdura non lavate o latticini non pastorizzati.
  • Lavarsi le mani e tutti gli oggetti che entrano in contatto con carne cruda, pollame o pesce.
  • Non bere l’acqua di laghi o ruscelli.
  • Non condividere asciugamani o articoli per la cura personale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here