Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Incontra le “sorelle” che stanno costruendo una comunità nazionale per il diabete

Incontra le “sorelle” che stanno costruendo una comunità nazionale per il diabete

0
4

DiabetesSisters foto di gruppo
Fotografia per gentile concessione di DiabetesSisters

Uno stimato 15 milioni di donne negli Stati Uniti hanno il diabete. Questa condizione di salute cronica spesso richiede un’attenta gestione dello stile di vita e farmaci da trattare: non è facile.

Anche le donne che vivono con il diabete devono affrontare alcune sfide uniche. Ad esempio, gli studi hanno scoperto che le donne hanno meno probabilità degli uomini di essere indirizzate a operatori sanitari che possono aiutarle a gestire la condizione.

Le donne sono anche più propense degli uomini a dire di essere stigmatizzate dal diabete. Ciò lascia molte donne alle prese con sentimenti di colpa, vergogna e isolamento.

DiabetesSisters vuole cambiarlo.

L’organizzazione no-profit lanciata nel 2008 con l’obiettivo di aiutare le donne con diabete a ottenere il supporto di cui hanno bisogno per prosperare. Da allora, hanno collegato i membri da una costa all’altra, sia di persona che virtualmente.

Healthline ha contattato le donne che fanno volontariato con questo gruppo di base per saperne di più sui loro entusiasmanti sforzi e sulla differenza che stanno facendo nella vita delle donne con diabete in tutto il paese.

Costruire reti di supporto

I Meetup di DiabetesSisters (PODS) sono uno dei programmi di firma di DiabetesSisters.

“Non importa che tipo di diabete abbiamo, o se ci è stato diagnosticato due mesi fa o due decenni fa, tutti sono invitati a condividere e imparare insieme”, Sara Pollack, paraprofessionale del liceo e leader del PODS Meetup in Chantilly, Virginia, ha detto a Healthline.

“Ogni incontro termina con nuove connessioni e conoscenze condivise”, ha continuato.

Non molto tempo fa, a Pollack è stato recentemente diagnosticato il diabete di tipo 2 e ha bisogno di supporto.

Ha iniziato a cercare un gruppo di supporto per il diabete poco dopo la sua diagnosi nel dicembre 2018. In quel momento DiabetesSisters non gestiva alcun Meetup PODS nella sua zona, quindi Pollack ha collaborato con l’organizzazione per avviarne uno.

Ora Pollack e altre donne della sua comunità hanno uno spazio sicuro dove possono condividere le loro esperienze e beneficiare della sorellanza e del sostegno che circondano i loro incontri.

“Mi piace che siano le donne a sostenere le donne”, ha detto Pollack.

Condividere la conoscenza, imparare e crescere

I PODS Meetup e altri programmi DiabetesSisters offrono preziose opportunità alle donne con diabete di condividere le conoscenze che hanno sviluppato attraverso l’esperienza vissuta.

“Abbiamo così tanto da imparare l’uno dall’altro, specialmente quando il gruppo ha Joslin Medalists – donne che vivono oltre 50 anni con il diabete – e donne di nuova diagnosi in cerca di supporto”, ha detto Clare T. Fishman, una 59enne che ha convive con il diabete di tipo 1 da quasi cinque decenni.

Fishman ha partecipato al suo primo DiabetesSisters PODS Meetup all’inizio del 2014 e ora guida il Meetup di Boston (Metrowest) in un sobborgo fuori Boston, nel Massachusetts.

Clare Fishman (a sinistra) con altri membri di DiabetesSisters. Fotografia per gentile concessione di DiabetesSisters.

Ha detto che il cameratismo, le esperienze condivise e le competenze tra i membri del gruppo la fanno sentire eccitata per ogni incontro.

“Mi piace essere in grado di facilitare le discussioni e portare nuove informazioni al gruppo”, ha detto. “Imparo e insegno qualcosa ogni volta che ci incontriamo.”

Ad esempio, un collega leader di PODS Meetup ha recentemente introdotto Fishman a un sistema “fai da te a circuito chiuso” per monitorare la sua glicemia e somministrare insulina.

Da allora Fishman ha condiviso questa strategia innovativa con altri membri del gruppo. “È stato assolutamente cambiato la vita”, ha detto, “e qualcosa per cui sono appassionato di sostenere”.

Collegamento con l’intera comunità

Se c’è un modo per riunire le sorelle, è una festa da ballo!

Kate Ryan è la co-proprietaria di Hip Hop Fit con Gene Hicks, un piccolo centro fitness nei sobborghi di Chicago, Illinois. Ryan e suo marito, Hicks, hanno iniziato a lavorare con DiabetesSisters un paio di anni fa, quando hanno ospitato il primo di più eventi comunitari sul diabete nel loro studio.

“È importante che coloro che vivono con il diabete trovino supporto e risorse per aiutarli a vivere la loro vita migliore”, ha detto Ryan a Healthline. “L’impegno di DiabetesSisters nel raggiungere le comunità che sono svantaggiate aiuta a colmare il divario sanitario”.

Gli eventi di fitness hip hop sono solo uno dei tanti modi in cui DiabetesSisters collabora con gruppi comunitari in tutto il paese per aumentare la consapevolezza e la conoscenza del diabete.

L’organizzazione ha lanciato la sua Minority Initiative nel 2016 per aiutare a garantire che i suoi programmi educativi e altre risorse raggiungano i membri della comunità meno abbienti, tra cui afroamericani, ispanici, sud-asiatici e altre minoranze di donne affette da questa condizione.

“La loro missione di diffondere la consapevolezza sul diabete è fondamentale”, ha affermato Ryan, “in particolare il loro impegno nei confronti delle comunità di minoranza”.

Coltivare una comunità di leader

L’adesione alla comunità DiabetesSisters aiuta le donne ad acquisire conoscenze che cambiano la vita, supporto tra pari e opportunità di crescita personale e sviluppo della leadership, ha appreso Healthline da Alejandra Marquez.

“Poiché la nostra vita con il diabete è un ottovolante, a volte è necessario essere più rumorosi, o avere bisogno di essere ascoltati o di una raccomandazione”, ha detto.

Marquez ha convissuto con il diabete di tipo 1 per 27 anni e guida il PODS Meetup a Greensboro, North Carolina.

Alejandra Marquez (al centro) con il CEO di DiabetesSisters Anna Norton e il direttore delle operazioni Sara Mart. Fotografia per gentile concessione di Alejandra Marquez.

Attribuisce al supporto che ha ricevuto l’aiutarla a gestire i suoi livelli di zucchero nel sangue ea rimanere in salute durante la gravidanza di suo figlio.

L’organizzazione l’ha anche aiutata ad affinare la sua voce come sostenitrice del diabete e mentore tra pari.

“Da quando sono entrato a far parte di DiabetesSisters nel 2012, questa organizzazione è cresciuta, mi ha insegnato e mi ha dato il supporto di cui ho bisogno”.

“Come leader di PODS”, ha continuato Marquez, “posso migliorare il mio modo di parlare in pubblico, essere un leader nella mia comunità di diabetici e spargere la voce su DiabetesSisters”.

L’asporto

DiabetesSisters non sta solo aiutando le donne con diabete a condurre le loro vite migliori, ma le sta anche ispirando ad assumere ruoli di leadership e supportare altre donne nelle loro comunità.

“Prima di DiabetesSisters, non conoscevo personalmente nessuno che avesse il diabete”, ha detto Fishman. “Ora alcuni dei miei amici più stretti sono le mie consorelle”.

È semplice essere coinvolti nell’organizzazione, ha continuato. Se vuoi unirti a un PODS Meetup o entrare in contatto con un leader del PODS Meetup, ti incoraggia a visitare il sito Web DiabetesSisters e a compilare un modulo di interesse.

Vuoi sostenere gli sforzi dell’organizzazione per aumentare la consapevolezza del diabete, l’educazione, il supporto tra pari e la difesa? Puoi fare una donazione online.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here