Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Il reflusso acido può causare complicazioni pericolose per la vita?

Il reflusso acido può causare complicazioni pericolose per la vita?

0
4

Il reflusso acido si verifica quando il contenuto dello stomaco sale nell’esofago, il tubo che collega la bocca allo stomaco.

La maggior parte delle persone sperimenta un lieve reflusso di tanto in tanto. Il rischio di complicanze è generalmente basso quando il reflusso è minore.

Al contrario, il reflusso acido frequente può essere un segno di una condizione nota come malattia da reflusso gastroesofageo (GERD).

Sebbene la GERD in sé non sia una condizione pericolosa per la vita, può portare a problemi di salute e complicazioni più gravi se non trattata.

Continua a leggere per scoprire le complicanze più gravi della GERD.

Cosa sapere sul reflusso acido e GERD

Il reflusso acido lieve o occasionale di solito non è motivo di preoccupazione. Anche se può causare un disagio temporaneo, non presenta grandi rischi per la salute.

Le persone che soffrono di reflusso acido più di due volte a settimana possono avere GERD, una condizione associata a più sintomi e complicazioni.

I sintomi comuni di GERD includono:

  • alito cattivo
  • dolore al petto
  • tosse
  • difficoltà a deglutire (disfagia)
  • bruciore di stomaco
  • indigestione
  • nausea
  • rigurgito
  • gola infiammata

Quali tipi di complicazioni possono essere causate da GERD?

In alcuni casi, GERD può portare a complicazioni. Alcuni di loro possono essere gravi, soprattutto se non trattati. Molte di queste complicazioni sono correlate tra loro.

Diamo un’occhiata più da vicino ad alcuni dei problemi di salute più gravi che possono sorgere a causa di GERD.

Esofagite

Il reflusso acido frequente può innescare l’infiammazione nell’esofago, una condizione nota come esofagite.

L’esofagite rende la deglutizione difficile e talvolta dolorosa. Altri sintomi includono:

  • gola infiammata
  • voce rauca
  • bruciore di stomaco

L’esofagite cronica non trattata può causare ulcere e stenosi esofagee. Può anche aumentare il rischio di cancro esofageo.

Ulcere esofagee

L’acido dello stomaco può danneggiare il rivestimento dell’esofago, causando un’ulcera dolorosa. Questo tipo di ulcera peptica è noto come ulcera esofagea.

Può causare sintomi, come:

  • una sensazione di bruciore nella zona del petto
  • indigestione
  • dolore durante la deglutizione
  • nausea
  • bruciore di stomaco
  • feci sanguinolente

Tuttavia, non tutti coloro che hanno un’ulcera esofagea hanno sintomi.

Se non trattata, un’ulcera esofagea può portare a complicazioni più gravi, come una perforazione esofagea (un foro nell’esofago) o un’ulcera sanguinante.

Stenosi esofagea

Quando GERD non viene trattato, può innescare infiammazione, cicatrici o crescita anormale dei tessuti (neoplasia) nell’esofago. Di conseguenza, l’esofago può diventare più stretto e stretto.

Questa condizione, nota come stenosi esofagea, rende spesso difficile o dolorosa la deglutizione. Può anche rendere più difficile il passaggio di cibo e liquidi dall’esofago allo stomaco e la respirazione può risultare costretta.

In alcuni casi, nell’esofago possono depositarsi cibi solidi o densi. Questo può aumentare il rischio di soffocamento. Inoltre, se non riesci a deglutire facilmente cibi e liquidi, può portare a malnutrizione e disidratazione.

Polmonite da aspirazione

L’acido dello stomaco che sale alla gola o alla bocca può essere inalato nei polmoni. Questo può portare a polmonite da aspirazione, un’infezione polmonare che causa sintomi come:

  • febbre
  • tosse profonda
  • dolore al petto
  • fiato corto
  • respiro sibilante
  • fatica
  • scolorimento blu della pelle
  • Morte

La polmonite da aspirazione può diventare grave e persino fatale se non trattata.

Il trattamento di solito prevede antibiotici e, nei casi più gravi, ospedalizzazione e cure di supporto per la respirazione.

Esofago di Barrett

Il danno continuo all’esofago causato dall’acidità di stomaco può innescare cambiamenti cellulari nel rivestimento dell’esofago.

Con l’esofago di Barrett, le cellule squamose che rivestono l’esofago inferiore vengono sostituite da cellule della ghiandola. Queste cellule sono simili a quelle che rivestono il tuo intestino.

L’esofago di Barrett si sviluppa in circa il 10-15% delle persone che hanno GERD. Tende a colpire gli uomini quasi il doppio delle donne.

C’è un leggero rischio che queste cellule della ghiandola possano diventare cancerose e causare il cancro esofageo.

Cancro esofageo

Le persone che hanno GERD hanno un rischio leggermente maggiore di un certo tipo di cancro esofageo noto come adenocarcinoma dell’esofago.

Questo tumore colpisce la parte inferiore dell’esofago, causando sintomi come:

  • difficoltà a deglutire
  • perdita di peso
  • dolore al petto
  • tosse
  • grave indigestione
  • forte bruciore di stomaco

Il cancro esofageo spesso non causa sintomi nelle sue fasi iniziali. Le persone di solito notano i sintomi solo quando il cancro ha raggiunto uno stadio più avanzato.

Oltre a GERD, altri fattori che possono aumentare il rischio di cancro esofageo includono:

  • essere maschio
  • essere più vecchio di 55
  • usando i prodotti del tabacco
  • bere alcolici regolarmente
  • essere in sovrappeso o obesi
  • aver subito un trattamento con radiazioni al torace o all’addome superiore

Come prevenire le complicazioni da reflusso acido acid

Potresti essere in grado di ridurre il reflusso acido e prevenire le complicazioni adottando le seguenti abitudini:

  • Evita certi cibi. I cibi grassi, grassi, acidi e piccanti hanno maggiori probabilità di portare al reflusso. Altri alimenti, come la menta piperita, la salsa di pomodoro, l’aglio, le cipolle, gli agrumi e il cioccolato fondente sono noti per innescare il reflusso.
  • Cambia le tue abitudini alimentari. Cerca di consumare i pasti almeno 2-3 ore prima di andare a letto o sdraiarti. Questo darà al tuo stomaco il tempo di digerire il cibo che hai mangiato. Inoltre, mangiare porzioni più piccole e masticare lentamente può aiutare a prevenire il reflusso eccessivo.
  • Perdere peso in eccesso. Portare un peso in eccesso intorno alla vita può spingere lo stomaco verso l’alto, rendendo più facile l’aumento dell’acido nell’esofago.
  • Limita alcol e caffeina. Sia l’alcol che la caffeina possono aumentare il reflusso acido.
  • Smettere di fumare. Il fumo rende più difficile la chiusura corretta dello sfintere che separa l’esofago dallo stomaco dopo che il cibo è entrato nello stomaco.
  • Dormi su un pendio. Se il reflusso acido e il bruciore di stomaco colpiscono di notte, posiziona dei blocchi sotto la testata del letto in modo che la parte superiore del corpo sia leggermente più alta dello stomaco. Puoi anche esaminare speciali cuscini a cuneo realizzati per le persone con GERD.
  • Indossa abiti più larghi. I pantaloni attillati possono esercitare ulteriore pressione sull’addome, costringendo il contenuto dello stomaco verso l’alto.

Quando vedere un dottore

Dovresti consultare un medico se manifesti sintomi di GERD più di un paio di volte a settimana, anche se i sintomi sono lievi.

Dovresti anche consultare il medico se prendi regolarmente antiacidi da banco o farmaci per il bruciore di stomaco. Questi farmaci possono aiutare a neutralizzare l’acidità di stomaco, ma non guariscono l’infiammazione nell’esofago.

Inoltre, l’uso eccessivo di questi farmaci può causare effetti collaterali.

Trattamento per il reflusso acido

Ci sono una serie di trattamenti per il reflusso acido causato da GERD. Il medico può suggerire una combinazione di cambiamenti nello stile di vita e farmaci.

I farmaci comuni usati per trattare il reflusso acido includono:

  • antiacidi
  • Bloccanti H2
  • inibitori della pompa protonica
  • procinetica

Se questi trattamenti non aiutano, il medico potrebbe raccomandare un intervento chirurgico.

Esistono diversi tipi di procedure utilizzate per controllare la GERD. La maggior parte si concentra sul miglioramento della funzione dello sfintere che impedisce all’acido dello stomaco di risalire l’esofago.

La linea di fondo

Il reflusso acido occasionale non è solitamente associato a complicanze gravi o a lungo termine.

Tuttavia, quando il reflusso acido si verifica frequentemente e non viene trattato, può portare a condizioni come esofagite, ulcere, stenosi, polmonite ab ingestis ed esofago di Barrett.

Le persone che hanno frequenti episodi di reflusso acido hanno anche un rischio leggermente maggiore di sviluppare il cancro esofageo.

Cercare un trattamento per il reflusso acido può aiutare a ridurre la probabilità di sviluppare complicanze gravi o potenzialmente letali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here