Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Il lato positivo del pensiero negativo

Il lato positivo del pensiero negativo

0
3

Getty Images

Non preoccuparti, sii felice. Mento su. Guarda il lato positivo. I feed dei social media e le conversazioni quotidiane sono inondati da frasi come queste. Non devi guardare troppo lontano per vedere quanto favoriamo la positività.

Un atteggiamento mentale positivo può essere un potente strumento per aiutarti a superare le sfide della vita e le lotte quotidiane. Ma una positività inesorabile può diventare tossica.

Forzarti a guardare sempre il lato positivo può diventare estenuante e l’ottimismo può portarci a ignorare i pensieri e i sentimenti che stanno accadendo a un livello più profondo.

Helen Dillon, coach per la vita e le carriere e fondatrice di Your Path Coaching, concorda sul fatto che troppa positività non è necessariamente una buona cosa. Riconosce che il pensiero negativo, se usato correttamente, può essere un potente strumento per l’introspezione e una motivazione per il cambiamento.

“Essere sempre positivi significa che non è in corso un’analisi critica o un bilancio della propria situazione attuale”, afferma Dillon.

“La vita non è mai semplice; spesso ci mette in difficoltà, come perdere il lavoro o soffrire un periodo di cattiva salute… La positività è una buona mentalità da avere, ma abbracciare i momenti negativi della nostra vita è ciò che ci rende reali.

bias di negatività

Gillian Fagan, terapista, coach e consulente presso Acora Therapy, è d’accordo con Dillion. Fagan nota anche che biologicamente parlando, gli umani hanno un pregiudizio alla negatività, il che significa che siamo effettivamente progettati per concentrarci sugli aspetti negativi.

“I nostri cervelli sono programmati per la negatività, perché gli esseri umani sono programmati per sopravvivere”, spiega.

“È più naturale per noi aspettarci il peggio, catastrofizzare, essere cauti e lenti nel cambiare. Se la posizione predefinita è sopravvivere, questo significa preoccuparsi dei possibili scenari”.

Secondo Fagan, troppa positività può rafforzare sentimenti di fallimento personale quando la vita non va come vorremmo. È in questi scenari che la negatività è necessaria per crescere.

Accettare il negativo

Per me, è stato guardare da vicino le emozioni negative che circondavano un problema lavorativo che mi ha aiutato ad andare avanti.

Quando mi sono ritrovato a temere di andare al lavoro la mattina, dirmi di guardare semplicemente il lato positivo non era tagliarlo.

Invece, ho accettato le emozioni negative che stavo provando e mi sono dato lo spazio per indagarle.

Ho dato un’occhiata a cosa stava realmente accadendo. Mi sono permesso di sfogarmi con gli amici quando normalmente potrei forzare un sorriso. Invece di escogitare gratitudine, ho tenuto un diario delle lamentele per mettere per iscritto tutte le mie preoccupazioni e preoccupazioni.

Quello che ho scoperto è stato un mix di sentimenti di inadeguatezza sul lavoro e ansia derivanti dalle esigenze del lavoro. Armato di questa conoscenza, sono stato in grado di implementare alcuni cambiamenti.

Ho lavorato per rafforzare la mia fiducia, ho imparato a parlare quando il carico di lavoro diventava troppo impegnativo e ho accettato che il lavoro non fosse perfetto. Questo era di per sé un sollievo.

Andare avanti

La negatività è stata la mia strada per arrivare in un posto più felice. Se non mi fossi permesso di concentrarmi sugli aspetti negativi, non sarei andato avanti.

Quindi, come puoi sfruttare il potere del pensiero negativo nella tua vita?

“Prima di tutto, è riconoscere a noi stessi che siamo infelici o insoddisfatti della posizione in cui ci troviamo”, spiega Dillon.

“Questa può essere un’enorme difficoltà, soprattutto se si ammette che qualcosa che avevamo scelto di fare non ha funzionato bene”.

Una volta che ci diamo lo spazio per questa riflessione, siamo in grado di elaborare una soluzione. Le emozioni negative risultanti sono motivatori che ci spingono a cambiare, dice Dillon.

“Utilizzare questi periodi di negatività è in realtà il modo in cui impariamo a migliorare noi stessi. È così che possiamo comprendere meglio i nostri punti di forza quando ci troviamo di fronte a sfide che ci spingono a scavare in profondità dentro di noi per superare quelle difficoltà”, afferma.

Il pensiero negativo contiene effettivamente dei benefici che possono aiutarci ad andare avanti nella vita.

Gamma emotiva

Accettare tutte le emozioni ci permette di vivere la nostra vita in modo più completo. Non dobbiamo sentirci in colpa o in colpa quando sorgono emozioni negative. Possiamo accettarli solo come una parte della vita. Ci permettono anche di apprezzare più pienamente gli aspetti positivi della vita.

“Ci riusciamo perché impariamo e cresciamo dai nostri fallimenti. Ci connettiamo e proviamo amore perché siamo vulnerabili e corriamo dei rischi. Evitare il dolore è in un certo senso una forma di dolore, poiché significa vivere nella negazione”, afferma Fagan.

Autenticità

Nessuno è capace di essere sempre totalmente positivo. Siamo troppo multidimensionali per questo.

“Quando stiamo solo emettendo positività, stiamo mettendo troppa pressione su noi stessi per essere qualcosa di diverso da un autentico essere umano. Qualsiasi sentimento negativo viene semplicemente represso e inviato alla negazione”, afferma Fagan.

“È davvero OK non essere OK! Quando onoriamo tutti i nostri sentimenti, onoriamo tutti noi stessi. La cosa più positiva che puoi fare è essere fedele a te stesso”.

La pressione di essere sempre positivi può portare a un aumento dello stress e a sentimenti di isolamento. Potrebbe portarti a reprimere i tuoi sentimenti e a non condividere quando le cose sono difficili.

Motivazione al cambiamento

Guardare un problema e accettare che qualcosa nella tua vita non funziona è il primo passo per fare un cambiamento.

“Uno dei maggiori motivatori per il cambiamento è essere a disagio con i nostri veri sentimenti”, osserva Fagan.

“Nessuno vuole sentirsi spaventato o triste. I pensieri negativi di solito sono ciò che motiva le persone a cercare una terapia e ad ottenere una reale comprensione di ciò che sta accadendo loro e del motivo per cui sentono ciò che sentono”.

Senza sentimenti negativi, potremmo rimanere in situazioni tutt’altro che ideali quando in fondo abbiamo bisogno di qualcosa di diverso.

Il fallimento è uguale alla crescita

Il successo non arriva senza fallimento, sottolinea Fagan.

“Se sai come si sente il fallimento, congratulazioni!” dice Fagan. “Il fallimento significa che ci hai provato. Hai corso un rischio e hai provato qualcosa. Mostrami una persona di successo che non ha mai sperimentato il fallimento. Credo davvero che dovremmo celebrare il fallimento, perché ci insegna tanto; come migliorare, sviluppare, imparare e crescere.”

Se fallisci ma continui a provarci, crei resilienza e sei più in grado di far fronte agli alti e bassi della vita.

Salute migliorata

Non essere onesto con te stesso o con gli altri su come ti senti ha conseguenze reali sulla salute.

“Gli studi psicologici e fisiologici mostrano che negare e fingere di essere OK aumenta lo stress interno. Nascondere i sentimenti di rabbia e tristezza può causare depressione, ansia e persino malattie fisiche”, afferma Fagan.

È stato dimostrato che la repressione emotiva riduce la funzione immunitaria e ti espone a un rischio maggiore di alcune malattie.

“Una serie di emozioni ci aiuta a regolare la nostra risposta allo stress, che in realtà significa un sistema immunitario più sano. Accettare le emozioni negative piuttosto che respingerle è meglio per te a lungo termine”, afferma Fagan.

Relazioni migliori

Accettare le tue emozioni negative può anche migliorare le tue relazioni. Essendo onesto su ciò che stai vivendo, aumenti le opportunità di intimità con il tuo partner. L’intimità stessa ha molteplici benefici per la salute.

Il tuo istinto potrebbe essere quello di interpretare il “forte”, ma la vulnerabilità è necessaria per le connessioni profonde.

Abbracciare il bene e il male

Alla fine, è tutta una questione di equilibrio. Sia il pensiero positivo che il pensiero negativo possono essere preziosi per noi in modi diversi.

Sforzarsi di essere positivi in ​​una situazione difficile può essere la mentalità che ci fa andare avanti quando il gioco si fa duro. Il pensiero negativo può essere lo strumento che ci permette di valutare con attenzione una situazione e decidere di fare un cambiamento.

Una prospettiva sana ha spazio per entrambi.


Victoria Stokes è una scrittrice del Regno Unito. Quando non scrive dei suoi argomenti preferiti, dello sviluppo personale e del benessere, di solito ha il naso bloccato in un buon libro. Victoria elenca caffè, cocktail e il colore rosa tra alcune delle sue cose preferite. Trovala su Instagram.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here