Il formaggio fa male?

0
4

Panoramica

Quando si tratta di formaggio, le persone spesso dicono che lo amano così tanto che non possono farne a meno, ma odiano che possa farti ingrassare e causare malattie cardiache.

La verità è che il formaggio è ciò che chiami un alimento intero. I cibi integrali sono generalmente buoni per te, a patto che non mangi troppo di una cosa.

In questo articolo ti forniremo tutte le informazioni necessarie per fare scelte salutari riguardo al consumo di formaggio.

Benefici alla salute

Il formaggio è un’ottima fonte di calcio, grassi e proteine. Contiene anche elevate quantità di vitamine A e B-12, insieme a zinco, fosforo e riboflavina.

Il formaggio prodotto con il latte di animali nutriti al 100% con erba è il più ricco di sostanze nutritive e contiene anche acidi grassi omega-3 e vitamina K-2.

Secondo diversi studi, il formaggio – e i latticini in generale – potrebbe funzionare per proteggere i denti dalle carie. In uno studio danese del 2015, più bambini con un’assunzione di latticini superiore alla media erano senza carie dopo tre anni rispetto a quelli con un’assunzione inferiore alla media.

Acido linoleico coniugato (CLA)

I formaggi ad alto contenuto di grassi come il formaggio erborinato, il brie e il cheddar contengono piccole quantità di acido linoleico coniugato (CLA).

Ricerca ha suggerito che il CLA può aiutare a prevenire l’obesità, le malattie cardiache e ridurre l’infiammazione. Il formaggio (e altri prodotti lattiero-caseari ad alto contenuto di grassi, come latte intero e burro) di animali nutriti con erba al 100% contiene più CLA.

Non solo il grasso da latte include CLA, secondo a revisione della ricerca che hanno esaminato il consumo di latticini e la salute del cuore, i latticini ricchi di grassi sembrano fornire una maggiore nutrizione e hanno proprietà antinfiammatorie.

I latticini fermentati, come yogurt e formaggio, possono avere un effetto positivo ancora più evidente sulla salute cardiovascolare.

Sfortunatamente, quando i latticini vengono pastorizzati con calore elevato, alcuni composti benefici, come batteri ed enzimi buoni, vengono significativamente ridotti.

Rischi

Alcune persone sono sensibili al formaggio. Il formaggio contiene lattosio, uno zucchero che non può essere digerito dalle persone intolleranti al lattosio perché il loro corpo è privo dell’enzima che lo scompone. In questi casi, una quantità eccessiva di lattosio può portare a problemi digestivi inclusi gas e gonfiore.

Per fortuna alcuni formaggi sono a bassissimo contenuto di lattosio, come il parmigiano. Le persone con intolleranza al lattosio possono essere in grado di tollerarli.

Le persone possono anche essere allergiche alla caseina, una delle principali proteine ​​presenti nel latte, nel qual caso un formaggio a basso contenuto di lattosio non aiuterebbe.

Il formaggio è anche un alimento ricco di calorie. A seconda della varietà di formaggio che mangi, ottieni circa 100 calorie per oncia.

Di solito è anche caricato con sodio, che rende facile mangiare troppo e può essere un problema per le persone con ipertensione.

Il formaggio è anche ricco di grassi e alcuni esperti, anche se non tutti, consigliano ancora di limitare l’assunzione di grassi saturi.

Infine, il formaggio non contiene fibre e un’assunzione eccessiva di latticini pastorizzati può causare stitichezza.

Valori nutrizionali

I profili nutrizionali variano notevolmente da un tipo di formaggio all’altro. Ad esempio, la mozzarella contiene 85 calorie e 6,3 grammi di grassi per oncia.

Confronta questo con Brie, che ha 95 calorie e 7,9 grammi di grassi per oncia, e il cheddar, che ha 113 calorie e 9 grammi di grassi.

Se vuoi restare con formaggi a basso contenuto calorico, prova la mozzarella parzialmente scremata, il formaggio svizzero e il formaggio feta.

Se il sodio è un problema, prova lo svizzero, che contiene solo 20 milligrammi per oncia.

Stai lontano dai formaggi a pasta dura, poiché richiedono più sale nel processo di stagionatura. Inoltre, puoi cercare varietà a basso contenuto di sodio dei tuoi formaggi preferiti.

Brie (1 oncia)

  • 100 calorie
  • 1 g di carboidrati
  • 9 g di grasso
  • 5 g di proteine
  • 150 mg di calcio
  • 170 mg di sodio

Cheddar (1 oncia)

  • 120 calorie
  • 1 g di carboidrati
  • 10 g di grasso
  • 7 g di proteine
  • 200 mg di calcio
  • 190 mg di sodio

Feta (1 oncia)

  • 60 calorie
  • 1 g di carboidrati
  • 4 g di grassi
  • 5 g di proteine
  • 60 mg di calcio
  • 360 mg di sodio

Gouda (1 oncia)

  • 110 calorie
  • 1 g di carboidrati
  • 9 g di grasso
  • 7 g di proteine
  • 200 mg di calcio
  • 200 mg di sodio

Mozzarella (1 oncia)

  • 85 calorie
  • 1 g di carboidrati
  • 6 g di grassi
  • 6 g di proteine
  • 143 mg di calcio
  • 138 mg di sodio

Svizzera (1 oncia)

  • 100 calorie
  • 1 g di carboidrati
  • 9 g di grasso
  • 5 g di proteine
  • 150 mg di calcio
  • 170 mg di sodio

Nota: un’oncia di formaggio ha le dimensioni di un cubo da 1 pollice. Tutti i formaggi di cui sopra sono versioni a grasso.

Il cibo da asporto

In generale, il formaggio è una fonte sana e deliziosa di molti nutrienti.

Di tanto in tanto fare spuntini con formaggio o mangiare qualche sbriciolata con l’insalata o cospargere di verdure non è probabile che causi problemi, a meno che tu non sia intollerante o allergico al lattosio.

Ciò che può spingerti a un consumo malsano di formaggio è quello che c’è sotto il tuo formaggio e quanto ne mangi. La crosta di pizza, i cracker, le tortilla chips e il pane possono annullare i benefici dei cibi sani e integrali che metti in cima.

In alcune aree del mondo in cui le persone vivono più a lungo, note come “zone blu”, mangiano piccole quantità di latticini ricchi di grassi, incluso formaggio, e grandi quantità di frutta, verdura, legumi, cereali integrali, olio d’oliva e frutti di mare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here