Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Il carbonio 60 (C60) fa bene?

Il carbonio 60 (C60) fa bene?

0
7

Per molte persone, i fullereni – speciali molecole di carbonio che hanno potenziali applicazioni in molti campi, dalla fisica alla biologia – possono suonare un po ‘come fantascienza.

Negli ultimi anni, c’è stato un crescente interesse per gli effetti sulla salute dei fullereni, in particolare il fullerene noto come carbonio 60 (C60).

Abbiamo collaborato con C60 Purple Power per fornirti informazioni su questo composto unico, che alcune persone prendono come integratore.

In questo articolo, imparerai di più sulle attuali ricerche sul C60 e sui suoi potenziali effetti sulla salute.

Cos’è C60?

C60 è il fullerene più comune, composto da 60 atomi di carbonio che formano una struttura che assomiglia a un pallone da calcio cavo.

A causa del modo in cui questi atomi si legano insieme, C60 interagisce con i radicali liberi nell’ambiente, conferendo alla molecola forti proprietà antiossidanti.

Gli antiossidanti negli alimenti come frutta e verdura possono ridurre lo stress ossidativo nel corpo, secondo il National Center for Complementary and Integrative Health.

Si ritiene che lo stress ossidativo abbia un ruolo nell’invecchiamento, così come in una serie di condizioni di salute, tra cui:

  • malattie neurodegenerative, come il morbo di Alzheimer e il morbo di Parkinson
  • cancro
  • cardiopatia
  • diabete
Immagine del prodotto C60 Purple Power della bottiglia di olio di avocado biologico

Poiché ha proprietà antiossidanti, alcune persone prendono C60 come integratore. Per questo motivo viene anche inserito in alcuni prodotti per la cura della pelle antietà.

L’olio di avocado C60 di C60 Purple Power fornisce 25,6 milligrammi di C60 attivo per oncia.

Ricerca su C60 e salute

Sebbene C60 sia stato isolato diversi decenni fa, la ricerca sugli effetti della molecola sulla salute umana è ancora nelle fasi iniziali.

La maggior parte degli studi è stata eseguita su cellule o animali e solo una manciata di studi sull’uomo è stata eseguita.

Il grafico seguente riassume lo stato attuale del panorama della ricerca C60 in sette aree di salute e benessere. Ad ogni campo è stato assegnato un voto in base al numero di studi che hanno mostrato un effetto di C60 e se sono stati studiati su esseri umani o animali:

  • +: uno o più studi sugli animali hanno mostrato un effetto
  • ++: uno o più studi sull’uomo hanno mostrato un effetto
  • +/-: più studi hanno mostrato risultati contrastanti
Campo / condizione Grado Studi notevoli
Cura della pelle ++ UN 2010 studio randomizzato, controllato con placebo ha esaminato l’uso di una crema per la pelle contenente C60 in 23 donne giapponesi e l’effetto su rughe e rugosità della pelle.

In un piccolo studio del 2011, i ricercatori hanno studiato gli effetti di un gel per il viso contenente C60 acne.

Studi condotti sui topi hanno anche esaminato la capacità delle soluzioni contenenti C60 di bloccare gli effetti delle radiazioni ultraviolette e promuovere la crescita dei peli quando applicate sulla pelle.

Condizioni infiammatorie + Nel 2019, la ricerca è stata pubblicata che ha esaminato gli effetti di un derivato C60 sul danno articolare e l’infiammazione nei ratti con artrite.

UN Studio del 2016 ha esplorato la capacità di un composto C60 di regolare l’infiammazione in un modello murino di eczema.

Funzione cognitiva + Sono stati utilizzati modelli di ratto di amiloidosi e morbo di Alzheimer per esaminare gli effetti del C60, somministrato direttamente nel cervello, su apprendimento e memoria e funzione cognitiva.
Cancro, effetti del trattamento del cancro + Gli studi hanno esplorato gli effetti dei derivati ​​C60 sulla crescita del tumore, metastasi e sopravvivenza in topi e ratti.

UN Studio 2020 ha esaminato la capacità del C60 di proteggere dai danni ai polmoni nei topi trattati con bleomicina, un farmaco antitumorale.

Affaticamento muscolare + UN Studio del 2017 ha esplorato gli effetti della C60 sull’affaticamento muscolare e la resistenza nei ratti.
Invecchiamento +/-

I ricercatori nel 2012 e nel 2020 hanno esaminato la capacità del C60 di influenzare la durata della vita dei ratti.

Diabete +/- Studi su modelli di diabete di ratto hanno esaminato la capacità di C60 di prevenire neuronali e danno ai reni derivante da iperglicemia.

In uno studio del 2020, i ricercatori hanno esaminato se il C60 influisse sul microbioma intestinale e in che modo ciò influenzasse la resistenza all’insulina.

Effetti collaterali

La maggior parte delle prove attuali suggerisce che il C60 non è tossico per gli esseri umani, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche. Secondo una revisione del 2016, studi sull’uomo e sugli animali hanno scoperto che le reazioni all’applicazione di C60 sulla pelle sono rare.

Uno studio del 2012 ha rilevato che varie dosi di C60 disciolte nell’olio di mais non erano tossiche per i ratti. Un altro studio del 2012 ha scoperto che il C60 disciolto nell’olio d’oliva non era tossico per i ratti. Sono necessarie ulteriori ricerche sugli esseri umani.

Dosaggio

Sono necessarie ulteriori prove scientifiche per stabilire una dose efficace di C60 che può essere associata a benefici per la salute umana. Le dosi utilizzate negli studi sui roditori variano in modo significativo.

Negli studi sui roditori, le dosi orali di C60, tipicamente disciolte in olio d’oliva, variano generalmente da 0,4 a 5 milligrammi per chilogrammo (mg / kg) di peso corporeo.

Sono stati osservati effetti sulla pelle in studi sull’uomo e sugli animali con dosi di C60 comprese tra meno dello 0,0005% e lo 0,05%.

Il cibo da asporto

Sebbene decenni di ricerca suggeriscano che il C60 è generalmente sicuro per gli esseri umani e gli animali, la ricerca sui molti potenziali effetti sulla salute degli integratori di C60 è ancora nelle prime fasi.

Gli studi hanno testato gli effetti della molecola su diverse condizioni, ma gli studi più avanzati sono stati eseguiti come parte della ricerca sulla cura della pelle.

Prima di prendere C60 o qualsiasi integratore, è importante parlare con il medico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here