Il Brasile rimuove il segretario alla cultura dopo che il video fa eco a Goebbels

0
81

BRASÍLIA – Il segretario alla Cultura brasiliano Roberto Alvim è stato licenziato venerdì dopo aver pubblicato un video in cui sembrava copiare un discorso del capo della propaganda nazista Joseph Goebbels.

Il video, pubblicato giovedì, che annunciava premi nazionali per rivitalizzare le arti in Brasile, è diventato rapidamente virale, suscitando indignazione a causa della sua somiglianza parola per parola al discorso di Goebbels.

In una dichiarazione, il presidente Jair Bolsonaro ha affermato che la posizione di Alvim è diventata insostenibile a seguito delle sue "spiacevoli osservazioni".

"Ribadisco il nostro rifiuto delle ideologie totalitarie e genocide", ha detto Bolsonaro, aggiungendo il sostegno incondizionato del suo governo alla comunità ebraica.

Nel video, Alvim, un regista teatrale nominato lo scorso anno da Bolsonaro, ha annunciato il premio come musica riprodotta in sottofondo da un'opera di Wagner, la musica preferita di Hitler.

"L'arte brasiliana del prossimo decennio sarà eroica e sarà nazionale … e imperativa perché sarà radicata nelle aspirazioni urgenti della nostra gente, o non sarà nulla", ha detto nel video.

Goebbels, il noto ideologo di Hitler, disse al regista teatrale durante il regime nazista che: "L'arte tedesca del prossimo decennio sarà eroica, sarà selvaggiamente romantica, sarà obiettiva e libera dal sentimentalismo, sarà nazionale con grande pathos e ugualmente imperativo e vincolante , altrimenti non sarà nulla. "

Alvim si è scusato su Facebook per quello che ha detto essere un "errore involontario".

"Se avessi saputo dell'origine della frase non l'avrei mai usata", ha detto Alvim, spiegando che il discorso era stato scritto sulla base delle idee fornite dai suoi aiutanti.