Il banchiere ha multato $ 58 milioni per il contrabbando di dipinti di Picasso fuori dalla Spagna

0
82

MADRID – Un ex presidente della banca spagnolo di 83 anni è stato multato per 52 milioni di euro ($ 58 milioni) giovedì dopo essere stato condannato per aver contrabbandato un dipinto di Pablo Picasso all'estero dopo essere stato designato un tesoro nazionale.

Anche Jaime Botin, 83 anni, ex presidente di Bankinter, è stato condannato a 18 mesi di prigione, ma è improbabile che lo scada a causa della sua età avanzata e del suo status di criminale per la prima volta.

Il caso derivava dal sequestro del "Capo di giovane donna" del maestro spagnolo Picasso, un dipinto del 1906 del valore di 26 milioni di euro, dallo yacht di Botin durante una ricerca condotta da funzionari doganali sull'isola francese della Corsica nel 2015.

I pubblici ministeri spagnoli hanno accusato Botin di aver tentato di vendere il dipinto, raffigurante una donna dai lineamenti netti e dai lunghi capelli neri, in contrasto con il divieto di esportare un'opera d'arte di significato culturale per la Spagna.

Botin, lo zio del presidente della banca Santander Ana Botin, ha negato le accuse. Pur riconoscendo che il dipinto aveva lasciato il territorio spagnolo, Botin dichiarò di averlo portato in Svizzera per motivi di sicurezza.

Il verdetto di giovedì, che può essere appellato, ha anche trasferito la proprietà del dipinto allo stato spagnolo.

L'avvocato di Botin non è stato immediatamente disponibile per un commento.

L'Alta Corte di Madrid, in una sentenza pubblicata giovedì, ha dichiarato che Botin era stato informato nel 2012 dal banditore Christie che avrebbe avuto bisogno del permesso ufficiale per vendere il dipinto secolare in un'asta londinese.

Nonostante ciò, ha affermato la corte, Botin ha portato il dipinto nella città portuale mediterranea di Valencia e ha ordinato al capitano del suo yacht di "nasconderlo alle autorità".

Il dipinto è riemerso nel 2015 quando i funzionari doganali francesi, lavorando insieme alle autorità spagnole, lo hanno scoperto nella cabina del capitano dello yacht durante una sosta in Corsica.

Botin è stato presidente di Bankinter dal 1986 al 2002. Mantiene un interesse significativo nella banca attraverso Cartival, un veicolo di investimento condiviso tra lui e i suoi figli. Cartival è il maggiore azionista della quinta banca spagnola per valore di mercato con una quota del 23%.