IBM Watson: l’intelligenza artificiale ha salvato la donna dalla leucemia

0
9

Come tutti sappiamo, IBM Watson è un’intelligenza artificiale che consente una nuova partnership tra persone e computer. Recentemente i medici giapponesi hanno utilizzato l’intelligenza artificiale di IBM, Watson, per rilevare una forma molto rara di leucemia.

IBM Watson: l’intelligenza artificiale ha salvato la donna dalla leucemia

Il supercomputer IBM ha già mostrato la sua potenza un po’ ovunque. Come ha vinto un concorso televisivo e ha persino sconfitto le menti umane più brillanti negli scacchi. Tuttavia, se c’è una forma in cui questo supercomputer ha dimostrato di salvare vite umane.

Questa volta, molto più che sbrogliare calcoli complessi nella lotta contro il cancro, Watson ha diagnosticato una rara forma di leucemia in una donna di 60 anni che ha contribuito a salvarle la vita.

Secondo un rapporto dell’Università di Tokyo, l’Intelligenza Artificiale al servizio di un’unità medica ha rilevato una rara forma di leucemia in una donna di 60 anni. Secondo i medici, questa identificazione ha aiutato a salvare la donna perché la sua malattia era stata diagnosticata in precedenza ma in modo errato.

Il dispositivo di intelligenza artificiale di IBM ha impiegato solo 10 minuti per fare un’analisi dei dati raccolti del paziente e rilevare che c’era un cambiamento genetico. Questi cambiamenti erano un campione comparativo di un database con 20 milioni di documenti di ricerca sul cancro.

Quindi questa identificazione ha fornito una diagnosi corretta e precisa che è stata somministrata da un trattamento appropriato e non poteva essere malato seguire con la prima diagnosi sbagliata che (inizialmente diagnosticata leucemia mieloide acuta).

L’intelligenza artificiale di IBM, Watson, ha anche identificato un’altra rara forma di leucemia in un altro paziente, secondo quanto riferito dall’Università.

In un mondo perfetto questo tipo di tecnologia sarebbe già regolarmente al servizio della medicina negli ospedali, ma al momento non è ancora possibile. Quindi, questa super tecnologia è disponibile solo in situazioni in cui sono disponibili dati facilmente comparabili. Questi dati, in termini di volume e varietà, devono ancora essere raccolti in tutto il mondo e in modo uniforme.

L’enorme numero di calcoli che Watson è in grado di produrre potrebbe snellire i risultati colossali nel mondo medico che hanno permesso una diagnosi di molte malattie più “oscure” e un trattamento molto più specializzato e mirato. Un giorno potremmo avere questa realtà, ma non sarà prevalente nel prossimo futuro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here