Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Ho il prediabete o il diabete? Guida alla diagnosi e alla...

Ho il prediabete o il diabete? Guida alla diagnosi e alla gestione

0
3

Prediabete vs diabete

Se ti è stato diagnosticato un prediabete, potresti chiederti cosa significhi. È una condizione in cui i livelli di glucosio nel sangue sono al di sopra del normale, ma non abbastanza alti per essere diagnosticati con il diabete. Molti medici considerano il prediabete il primo stadio del diabete di tipo 2.

Nel 2015, a 84,1 milioni di adulti americani è stato diagnosticato il prediabete. È più di un adulto su tre negli Stati Uniti.

Gli studi lo dimostrano Dal 15 al 30 percento delle persone con prediabete svilupperà il diabete in soli cinque anni senza intervento, come perdita di peso o aumento dell’attività fisica. In effetti, la maggior parte delle persone che soffrono di diabete di tipo 2 ha avuto prima il prediabete.

Il prediabete è grave di per sé. Le persone con prediabete e diabete hanno un rischio maggiore di sviluppare malattie cardiovascolari rispetto a quelle senza di essa.

Ci sono quattro test che i medici possono eseguire per determinare se si ha un livello di zucchero nel sangue alto.

Test A1C

Il test A1C è un esame del sangue che misura la percentuale di zucchero attaccata all’emoglobina, una proteina dei globuli rossi (GR). Più alto è l’A1C, più alti sono stati i livelli medi di zucchero nel sangue negli ultimi due o tre mesi.

Il test A1C è anche conosciuto con questi nomi:

  • test dell’emoglobina A1c
  • Test HbA1c
  • test dell’emoglobina glicosilata

Un normale A1C è inferiore al 5,7%, che corrisponde a un livello medio di zucchero nel sangue stimato inferiore a 117 milligrammi per decilitro (mg / dL).

Un A1C compreso tra il 5,7% e il 6,4% suggerisce il prediabete. Un A1C di 6,5 o più indica il diabete di tipo 2 se il test è confermato.

Secondo l’American Diabetes Association, fino al 25% delle persone con una A1C dal 5,5 al 6% svilupperà il diabete in 5 anni; per quelli con un A1C dal 6 al 6,4 percento, la stima salta al 50 percento.

Se i risultati sono discutibili, il medico eseguirà nuovamente il test dell’A1C un altro giorno per confermare la diagnosi.

Tipo di risultati A1C Livello medio di glucosio nel sangue stimato (mg / dL)
risultati A1C normali inferiore al 5,7% inferiore a 117
risultati di prediabete A1C Dal 5,7 al 6,4% Da 117 a 137
risultati del diabete A1C sopra il 6,4% sopra 137

Test della glicemia a digiuno (FPG)

Il test della glicemia a digiuno (FPG) è un esame del sangue che viene eseguito dopo aver digiunato durante la notte. Misura lo zucchero nel sangue.

Il risultato di un normale test della glicemia a digiuno è inferiore a 100 mg / dL. Un risultato compreso tra 100 e 125 mg / dL è diagnostico per il prediabete. Uno che è 126 mg / dL o superiore è indicativo di diabete.

Se il risultato è 126 mg / dL o superiore, verrai ritestato un altro giorno per confermare la diagnosi.

Tipo di risultati Livello di glucosio plasmatico a digiuno (FPG) (mg / dL)
risultati FPG normali inferiore a 100
risultati FPG prediabetes Da 100 a 125
risultati FPG del diabete sopra 125

Test del glucosio plasmatico casuale (RPG)

Un test della glicemia casuale (RPG) è un esame del sangue che viene eseguito in qualsiasi momento della giornata in cui non stai digiunando. Misura il livello di zucchero nel sangue in quel momento.

Un risultato RPG superiore a 200 mg / dL è indicativo di diabete, soprattutto se si hanno sintomi di diabete come sete eccessiva, fame o minzione.

Se il tuo livello è più alto, il medico utilizzerà uno degli altri test elencati per confermare la diagnosi.

Test di tolleranza al glucosio orale (OGTT)

Il test di tolleranza al glucosio orale (OGTT) richiede un po ‘più di tempo rispetto agli altri due test del glucosio per il diabete. In questo test, il tuo sangue viene prelevato dopo un digiuno notturno e poi di nuovo due ore dopo aver bevuto una bevanda zuccherata.

È normale che lo zucchero nel sangue aumenti dopo la bevanda. Tuttavia, la glicemia normale scende al di sotto di 140 mg / dL entro due ore.

Se il livello di zucchero nel sangue è compreso tra 140 e 199 mg / dL, il medico diagnosticherà il prediabete. Qualunque cosa a 200 mg / dL o superiore è diagnostica per il diabete di tipo 2.

Tipo di risultati Livello di glucosio nel sangue (mg / dL)
risultati OGTT normali inferiore a 140
risultati OGTT prediabete Da 140 a 199
risultati del diabete OGTT sopra 199

Gestione del prediabete

Se ti è stato diagnosticato un prediabete, ci sono dei passaggi che puoi adottare per ridurre il rischio di sviluppare il diabete e riportare la glicemia a un intervallo normale.

Segui una dieta sana

Mantenere una dieta sana ed equilibrata può aiutare a ridurre il rischio di diabete. Cambiare la tua dieta può essere difficile, quindi inizia apportando piccoli cambiamenti. Tieni traccia di tutto ciò che mangi per alcuni giorni in modo da poter capire quali gruppi di alimenti potresti essere in eccesso o in difetto.

Dovresti mangiare cibi ogni giorno da ciascuno dei cinque gruppi di alimenti:

  • verdure
  • frutta
  • grani
  • proteina
  • latticini

Dovresti anche assumere grassi sani ogni giorno.

Usando le informazioni dal tuo diario alimentare, puoi iniziare a fare piccoli cambiamenti. L’obiettivo è scegliere cibi integrali e meno elaborati, invece di cibi altamente trasformati che contengono zuccheri aggiunti, poche fibre e grassi malsani.

Ad esempio, se non stai mangiando le porzioni di verdura consigliate, prova ad aggiungere una porzione di verdura al giorno alla tua dieta.

Puoi farlo mangiando un’insalata a pranzo o cena o facendo spuntini con bastoncini di carote. Fai solo attenzione ai componenti aggiuntivi come condimenti per insalata o salse. Possono intrufolarsi in grassi malsani o calorie in eccesso. Dai un’occhiata a queste 10 ricette salutari per condimenti per insalata.

Dovrai anche lavorare sulla riduzione del numero di cibi e bevande a calorie vuote che stai consumando, oltre a cambiare cibi a base di carboidrati semplici per carboidrati complessi. Esempi di sostituzioni che puoi provare a includere:

Diventa attivo

L’esercizio è importante anche per la gestione della glicemia. Obiettivo per 30 minuti di esercizio cinque giorni a settimana.

Come per i cambiamenti nella dieta, dovresti anche iniziare lentamente e aumentare.

Se non sei molto attivo, puoi iniziare parcheggiando più lontano dall’ingresso di un edificio o prendendo una rampa di scale invece di una scala mobile o un ascensore. Fare una passeggiata intorno all’isolato con la tua famiglia o un vicino dopo cena è un altro ottimo modo per aggiungere un po ‘di esercizio.

Una volta che ti senti più a tuo agio con l’aumento del livello di attività, puoi iniziare a svolgere attività più vigorose, come fare jogging o frequentare un corso di allenamento.

Ricordati di ottenere sempre l’approvazione del tuo medico prima di iniziare una nuova routine di allenamento. Possono farti sapere se ci sono attività che dovresti evitare o cose che dovresti monitorare, come la frequenza cardiaca.

Mantieni un peso sano

Mangiare una dieta equilibrata e fare esercizio fisico può aiutarti a perdere o mantenere il peso. Chiedi al tuo medico che cos’è per te un peso sano.

Lavora con loro per determinare quante calorie dovresti mangiare. Se hai bisogno di perdere peso, chiedi loro quanto peso dovresti perdere ogni settimana per rimanere in salute.

Diete improvvise e piani di allenamento estremi possono rendere la televisione divertente, ma non sono realistici per il mantenimento a lungo termine. Spesso sono anche malsani.

prospettiva

Il prediabete spesso porta al diabete e il più delle volte non ci sono sintomi evidenti. Ecco perché è importante sottoporre a test i livelli di glucosio nel sangue, soprattutto se hai più di 45 anni o hai una storia familiare di diabete.

Se sei in sovrappeso, si consiglia di eseguire il test prima dei 45 anni se è presente uno di questi altri fattori di rischio:

  • inattività fisica
  • una storia familiare di diabete
  • Ascendenza afro-americana, nativa americana, asiatico-americana o isolana del Pacifico
  • dare alla luce un bambino di peso superiore a 9 libbre
  • pressione sanguigna superiore a 140/90 millimetri di mercurio (mm Hg)

  • lipoproteine ​​ad alta densità (HDL), o “buono”, livelli di colesterolo inferiori a 35 mg / dL

  • livelli di trigliceridi superiori a 250 mg / dL

  • un livello A1C uguale o superiore al 5,7 percento
  • un alto livello di zucchero nel sangue a digiuno superiore a 100 mg / dL in un test precedente
  • altre condizioni associate alla resistenza all’insulina, come la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) o la condizione della pelle acanthosis nigricans
  • una storia di malattie cardiovascolari

Se hai il prediabete, puoi ridurre il rischio di diabete di tipo 2 esercitandoti per circa 30 minuti ogni giorno e perdendo solo il 5-10% del tuo peso corporeo. Il medico può anche iniziare a prendere un farmaco per aiutare a controllare il livello di zucchero nel sangue.

Il prediabete non deve progredire verso il diabete di tipo 2. I cambiamenti nello stile di vita possono aiutarti a ottenere e mantenere i livelli di zucchero nel sangue entro i loro limiti normali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here