Hacker di 26 anni è stato condannato a 334 anni di prigione

0
5

InShortViral: Nel 2013 Onur Kopcak e 11 hacker sono stati condannati per schemi fraudolenti. Per il reato del 2013 il cyber criminale è stato condannato a 199 anni, 7 mesi e 10 giorni.

[dropcap]oh[/dropcap]n più volte abbiamo parlato di alcuni attacchi online come il phishing con cui gli hacker cercano di ingannarci per alcune informazioni sensibili o riservate relative ai computer infetti e in seguito cercano di trarne vantaggio. Uno dei compiti che si ripetono ogni giorno e che, a sua volta, viene sempre più preso di mira dalle autorità di tutto il mondo.

Nel 2013 Onur Kopcak e 11 hacker sono stati condannati per schemi fraudolenti. L’hacker ha creato un’interfaccia simile ai siti degli istituti bancari e con il loro aiuto ha ottenuto le informazioni dai titolari delle carte. Per il reato nel 2013 il criminale informatico è stato condannato a 199 anni, 7 mesi e 10 giorni dopo che 43 titolari di carta si sono lamentati della perdita di denaro dai conti.

Hacker di 26 anni è stato condannato a 334 anni di prigione

Una delle più famose campagne di ‘phishing’ con relativo hacking di un ragazzo due anni fa, è riuscita a ingannare un sacco di persone per ottenere i propri dati bancari. L’intera trama faceva parte di uno schema di frode con carta di credito da cui Onur Kopcak ha utilizzato i dati della banca di quelle vittime per effettuare transazioni fraudolente.

Ebbene, ieri il giovane criminale informatico, ha ricevuto una condanna record per tutti i suoi atti pari a 334 anni di carcere. Si dice che Onur Kopcak fosse stato condannato da una parte a 199 anni di carcere, ma ieri ha totalizzato moltissimi altri casi segnalati provocati ad ulteriori 135 anni in più, quindi si accumula una condanna definitiva di 334 anni, grazie alla campagna di phishing con cui è riuscito a truffare molte persone.

Come riportato da uno dei giornalisti senza nome, il giovane hacker è accusato di diversi reati tra cui frode di identità, siti Web falsi o di phishing e altro ancora. Ed è che durante quest’anno molti clienti di diverse banche hanno avvertito di tali manovre per le quali è stato perseguitato alla sua posizione e quello che è stato inizialmente condannato a 199 anni, 7 mesi e 10 giorni di carcere.

Ma la ricerca è continuata, mentre erano in corso le denunce dei clienti, un nuovo processo che si è concluso ieri e che ha aggiunto altri 135 anni di carcere per la sua condanna iniziale che si è conclusa. Pertanto, ha una condanna totale di 334 anni di carcere senza dubbio il dolore più grande che un hacker ha ricevuto questo tipo di crimine informatico, per quanto abbiamo visto condanne più dure per questi atti, non abituati a superare i 20 anni di carcere.

Sembra che la criminalità attraverso la rete potrebbe iniziare a inasprirsi seriamente poiché è qualcosa che quasi ogni giorno siamo esposti e che potrebbero essere molte vittime di queste truffe in pochissimo tempo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here