Glicole butilenico nella cura della pelle: tutto ciò che devi sapere tutto ciò che devi sapere sulla routine francese per la cura della pelle

0
5

L’elenco di trend ingredienti a cui prestare attenzione nella comunità della cura della pelle è in continua evoluzione. Una volta, l’ingrediente molto popolare e ora controverso, il glicole propilenico, viene ora sostituito dal glicole butilenico, un composto considerato meno dannoso per la pelle (1), (2). Se leggi religiosamente le etichette dei prodotti per la cura della pelle che acquisti, devi esserti imbattuto nel glicole butilenico. È un ingrediente comune che si trova nei prodotti che puoi applicare localmente.

Se non sei sicuro dell’uso del glicole butilenico, questo articolo fa per te. Qui, delineeremo gli usi, i benefici, i pro, i contro, i rischi e le misure precauzionali per l’utilizzo di questo ingrediente. Entriamo subito!

In questo articolo

Che cos’è il glicole butilenico?

Il glicole butilenico è un tipo di alcol organico derivato dal petrolio, dal mais distillato e dalla canna da zucchero. Questo ingrediente solubile in acqua funziona come un eccellente potenziatore della consistenza ed è simile al glicole propilenico, con l’eccezione che ha una consistenza più leggera. In termini di aspetto, è un liquido limpido, inodore e viscoso. È noto per avere un sapore leggermente dolce e un retrogusto amaro.

Esistono quattro forme di glicole butilenico che differiscono nella composizione e offrono una vasta gamma di benefici per la cura della pelle a seconda della loro formula e struttura.

  • 1,2-butandiolo: Agisce come umettante e solvente. È estremamente efficace nel ridurre la viscosità complessiva di un prodotto e aumentare le capacità di penetrazione cutanea di altri ingredienti.
  • 1,3-butandiolo: Questa è la forma più comunemente usata di glicole butilenico. Raddoppia come alternativa efficace al glicole propilenico e al glicerolo perché ha una migliore solvibilità. Dimostra anche proprietà umettanti e riduce la viscosità dei prodotti impedendo loro di seccarsi e cristallizzarsi. È stato etichettato come non tossico in quanto non provoca irritazione della pelle a un livello di concentrazione sicuro.
  • 2,3-butandiolo: È un potente riduttore di viscosità ma non è ampiamente utilizzato nei prodotti per la cura della pelle. Poiché non sono state fatte molte ricerche per comprendere i suoi effetti collaterali tossici, questa forma di glicole butilenico non è stata ancora utilizzata nei prodotti per la cura della pelle.
  • 1,4-butandiolo: È tipicamente usato come solvente nei prodotti cosmetici. Tuttavia, offre proprietà limitate ed è generalmente utilizzato nei prodotti per gli occhi perché non irrita gli occhi.

Ecco alcune caratteristiche distintive del glicole butilenico:

  • Viene generalmente utilizzato per scopi cosmetici e si trova in tutti i tipi di prodotti per la cura della pelle, dai detergenti e idratanti alle maschere per il viso e ai prodotti per il trucco. Aiuta a creare un prodotto liscio e denso che può scivolare sulla pelle e sui capelli senza sforzo. In altre parole, agisce come un solvente efficace per altri ingredienti e come potenziatore della penetrazione, aiutando il prodotto a penetrare nella pelle più velocemente e più in profondità.
  • A seconda del prodotto e della formulazione per la cura della pelle, il glicole butilenico funge da umettante, solvente ed emolliente. Queste proprietà gli permettono di attirare l’acqua nella pelle e mantenerla idratata per un periodo di tempo più lungo. Allo stesso tempo, può creare una barriera sulla pelle e prevenire la perdita di acqua. Questo porta a una pelle più morbida e condizionata.
  • Fondamentalmente aiuta a stabilizzare i prodotti per la cura della pelle. Inoltre, i prodotti per la cura della pelle di solito hanno una consistenza più sottile poiché le creme spesse possono risultare scomode e unte.

Ora che hai capito cos’è il glicole butilenico, diamo un’occhiata al modo migliore per usarlo.

Il modo migliore per usare il glicole butilenico

Molti prodotti per la cura della pelle contengono glicole butilenico, da shampoo e sieri idratanti a creme solari e cosmetici. Pertanto, non è necessario applicarlo separatamente. Nella maggior parte delle formulazioni, la forza del glicole butilenico varia dallo 0,001 al 50%.

Se vuoi sapere quando usare il prodotto, quanto spesso usarlo, quanto usarne e con quali altri prodotti completarne l’uso, parla con il tuo dermatologo.

Quindi, tuffiamoci nei benefici del glicole butilenico per la pelle.

Benefici del glicole butilenico per la pelle

Il glicole butilenico si trova in un’ampia gamma di prodotti per la cura della pelle. I suoi vantaggi includono:

1. Idrata e leviga la pelle

Il glicole butilenico funziona come emolliente e umettante e aiuta a trattenere l’umidità della pelle creando una barriera sulla pelle. Questo alla fine previene la perdita di acqua e condiziona la pelle dall’interno. Pertanto, agisce come il perfetto agente condizionante della pelle (3).

2. Funziona come un solvente efficace

Il glicole butilenico è difficile da sciogliere ed è spesso combinato con ingredienti non solubili in acqua. Le sue proprietà solventi consentono agli ingredienti difficili da sciogliere di rompersi facilmente senza agglomerarsi, consentendo così una facile applicazione e una migliore penetrazione del prodotto (4).

3. Idrata la pelle

Grazie alle sue proprietà umettanti, il glicole butilenico lega facilmente l’acqua e attira le molecole d’acqua verso lo strato esterno della pelle (5). Pertanto, idrata adeguatamente la pelle.

4. Tratta l’acne

Il glicole butilenico è spesso usato nelle creme idratanti che aiutano a curare l’acne. Sebbene questo ingrediente non possa trattare direttamente l’acne, le sue proprietà idratanti e solventi aiutano a trattare i sintomi associati della pelle secca e a tendenza acneica (6).

Nota: Prima di utilizzare questo ingrediente, consulta un dermatologo sui sintomi dell’acne, la causa dell’acne, il livello di sensibilità della pelle, ecc., altrimenti rischi di peggiorare l’acne.

5. Agisce come agente riducente la viscosità

Il glicole butilenico assicura che gli altri ingredienti del prodotto per la cura della pelle non si attacchino tra loro, offrendo così una consistenza fluida e uniforme al prodotto.

Ora che hai compreso i vantaggi del glicole butilenico, affrontiamo l’elefante nella stanza.

Il glicole butilenico è sicuro per la pelle?

Sebbene il glicole butilenico sia utilizzato nell’antigelo poiché aiuta a ridurre il punto di congelamento dell’acqua, non è tossico come il glicole etilenico. Tuttavia, ci sono ancora molte controversie su questo ingrediente a causa delle seguenti idee sbagliate:

  • Il suo processo di produzione non è sostenibile: Poiché questo ingrediente è prodotto sinteticamente, c’è un malinteso nell’industria della bellezza che sia tossico anche se non lo è. Secondo l’Environmental Working Group, il glicole butilenico è valutato 1 su 10 (dove 10 è il più pericoloso) sulla “scala di pericolo” (7).
  • Sensibilità dovuta alle alte concentrazioni nel processo di produzione: Poiché il processo di produzione dei prodotti per la cura della pelle prevede l’uso di alte concentrazioni di glicole butilenico, si teme che possa causare irritazione e sensibilità. Ma con le giuste linee guida sulla sicurezza della produzione in atto, non c’è bisogno di preoccuparsi.
  • Asciuga la pelle: Il glicole butilenico non secca la pelle né la rende irritabile, nonostante sia un alcol.

Ecco la verità – fintanto che non sei allergico ad esso e non hai la pelle molto sensibile, puoi usare prodotti contenenti glicole butilenico tutti i giorni. È considerato sicuro per le sue applicazioni approvate nei cosmetici e nella cura della pelle.

Infine, esaminiamo i suoi effetti collaterali e le misure precauzionali da tenere a mente.

Glicole butilenico – Effetti collaterali e precauzioni

Sebbene vi sia una diffusa preoccupazione per la sicurezza del glicole butilenico e sono necessarie ulteriori ricerche per comprenderne i rischi e l’impatto a lungo termine sul corpo, è considerato sicuro da usare. Nonostante sia derivato dal petrolio, questa sostanza chimica è generalmente considerata sicura per l’uso cosmetico, dimostrando bassi livelli di irritazione e la rara insorgenza di dermatite allergica da contatto (1).

Detto questo, ecco alcune misure precauzionali da tenere a mente quando si utilizza questo ingrediente:

  • Se hai la pelle molto sensibile, evita di usare questo ingrediente in quanto può irritare ulteriormente la pelle e causare eruzioni cutanee.
  • Se hai un’allergia nota al glicole butilenico, non utilizzare prodotti contenenti questo ingrediente.
  • Se hai la pelle a tendenza acneica, usa prodotti contenenti glicole butilenico con cautela in quanto potrebbero ostruire i pori e causare eruzioni cutanee, punti neri e punti bianchi.
  • Usarlo in alte concentrazioni può irritare gli occhi o il passaggio nasale, soprattutto se viene a contatto con essi.
  • Esegui sempre un patch test prima di utilizzare qualsiasi prodotto con questo ingrediente. In caso di irritazione o eruzione cutanea pruriginosa, smetti immediatamente di usarlo e consulta un dermatologo.
  • Se sei incinta o stai allattando, evita di usare il glicole butilenico perché non sono state fatte molte ricerche per dimostrare la sua sicurezza durante la gravidanza.

Pensieri conclusivi

Il glicole butilenico è un ingrediente versatile che è ricco di energia con una serie di applicazioni per la cura della pelle. Agisce come profumo, agente condizionante per la pelle, solvente, agente per la riduzione della viscosità e umettante (7). Funziona bene con la maggior parte dei prodotti, rendendolo un ingrediente utile.

Dato il suo uso diffuso, è emerso come un ingrediente popolare nei cosmetici e nei prodotti per la cura della pelle. È generalmente considerato sicuro da usare e non provoca reazioni avverse a meno che tu non abbia la pelle sensibile.

Detto questo, assicurati di includere questo ingrediente per tutti gli usi nel tuo regime di cura della pelle solo dopo aver parlato con un dermatologo.

Domande frequenti

Dovresti evitare il glicole butilenico durante la gravidanza?

Sì, dovresti evitare questo ingrediente se sei incinta o stai allattando perché non sono state fatte molte ricerche per dimostrare la sua sicurezza per le madri in attesa / che allattano.

Il glicole butilenico è comedogenico?

Il glicole butilenico ha un punteggio comedogenico di 1 (il punteggio più alto), che lo rende adatto per la pelle a tendenza acneica. Tuttavia, ci sono state segnalazioni che può peggiorare l’acne.

Vale la pena preoccuparsi del glicole propilenico e del glicole butilenico?

Il glicole propilenico è più irritante per la pelle rispetto al glicole butilenico. Secondo il Cosmetic Ingredient Review, sia il glicole propilenico che il glicole butilenico sono sicuri da usare in proporzioni inferiori: meno del 20% per il glicole propilenico e meno del 50% per il glicole butilenico (8).

Il glicole butilenico è sicuro per la pelle sensibile?

Il glicole butilenico non è considerato sicuro da usare per la pelle sensibile. È meglio consultare un dermatologo e fare un patch test prima di usarlo se hai la pelle sensibile.

Il glicole butilenico è un ingrediente naturale?

No, il glicole butilenico è sintetizzato in laboratorio. Viene estratto dal gas naturale/petrolio.

Qual è un altro nome per il glicole butilenico?

Altri nomi di butilenglicole includono 1,3-butilenglicole, butan-1,3-diolo e 1,3-diidrossibutano.

Fonti

Articoli consigliati

  • Allantoina: cos’è e quali sono i benefici per la pelle?
  • Ialuronato di sodio per la pelle: una guida completa
  • Tutto quello che devi sapere sull’alcol cetearilico per la pelle
  • Tutto quello che devi sapere sulla routine francese per la cura della pelle
  • Stylecraze ha linee guida rigorose per l’approvvigionamento e si basa su studi sottoposti a revisione paritaria, istituti di ricerca accademici e associazioni mediche. Evitiamo di utilizzare riferimenti terziari. Puoi saperne di più su come garantiamo che i nostri contenuti siano accurati e aggiornati leggendo la nostra politica editoriale.
    1. Caso di dermatite allergica da contatto da 1,3-butilenglicolehttps://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/1346-8138.12603
    2. Glicole propilenicohttps://journals.lww.com/dermatitis/Fulltext/2018/01000/Propylene_Glycol.2.aspx
    3. 8 Rapporto finale sulla valutazione della sicurezza di glicole butilenico, glicole esilenico, etossidiglicole e glicole dipropilenicohttps://journals.sagepub.com/doi/10.3109/10915818509078692
    4. Modulazione del rilascio di diidroavenanthramid D e penetrazione cutanea da parte di 1,2-alcandiolihttps://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S093964110800146X?via%3Dihub
    5. Creme idratanti: la strada sdrucciolevolehttps://www.researchgate.net/publication/303091758_Moisturizers_The_Slippery_Road
    6. Idratanti per l’acnehttps://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4025519/
    7. Butilenglicolehttps://www.ewg.org/skindeep/ingredients/700861-butilene_glicole/#about_range
    8. Glicole propilenicohttps://www.cir-safety.org/sites/default/files/115_blue_propyl.pdf

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here