Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Gli esperti di Parenthood rispondono alle tue principali domande sulla salute mentale

Gli esperti di Parenthood rispondono alle tue principali domande sulla salute mentale

0
4

Con così tanto di cui preoccuparsi durante la pandemia di COVID-19, ci siamo rivolti ai social media per scoprire a quali domande avevi risposto.

famiglia che fa ricerche sul laptop a casa

La vita è cambiata Un sacco negli ultimi 6 mesi. La pandemia di COVID-19 ha introdotto nuovi fattori di stress che hanno un impatto sulla nostra salute mentale in modi che molti di noi non avrebbero mai immaginato.

Per i genitori nuovi e in attesa, questi fattori di stress aggiuntivi sono particolarmente difficili da portare.

Parenthood arriva con una lunga lista di nuove preoccupazioni e preoccuparsi di come una pandemia in corso influenzerà il tuo piccolo, il tuo portafoglio, la tua salute fisica e persino la tua vita sessuale, può sembrare totalmente opprimente.

Ecco perché ci siamo rivolti ai social media per chiederti quali sono i tuoi principali problemi di salute mentale in questo momento. Abbiamo ricevuto alcune domande sorprendenti e facilmente identificabili e ci siamo messi in contatto con cinque dei nostri esperti per aiutarci a risolverle:

  • Jennifer Litner, sessuologa e fondatrice di Embrace Sexual Wellness

  • Jake Tipane, personal trainer certificato specializzato in fertilità, fitness prenatale, gravidanza e postpartum

  • Narcisa Jovic, doula del parto, educatrice al parto e co-fondatrice del NYC Birth Village

  • Greg McBride, capo analista finanziario di Bankrate

  • Joseph A. Jackson, MD, pediatra presso il Duke Children’s Hospital & Health Center

Continua a leggere per vedere cosa volevano sapere i nostri follower e come i nostri esperti sono stati in grado di aiutare.

Puoi trovare i video dei nostri esperti sui nostri momenti salienti di Instagram qui.

Jennifer Litner, MSc, MEd, LMFT, CST: sessuologo e fondatore di Embrace Sexual Wellness

Colpo alla testa di Jennifer Litner

La mia ansia sta ostacolando l’essere intimi. Cosa posso fare?

Niente panico. Sappiamo che l’umore e l’ansia possono avere un grande impatto sul desiderio sessuale e questo è del tutto normale. Quindi sappi solo che in questo momento se non ti senti così sessuale, va bene. Questo potrebbe cambiare nel tempo, quindi sii paziente con te stesso.

Mi sento così distratto in camera da letto da tutto quello che sta succedendo. Qualche consiglio?

Se ti senti distratto durante il sesso, sappi che non sei solo.

Una cosa che può essere utile è concentrarsi sulle sensazioni e sul modo in cui il tuo partner si sente a contatto con la tua pelle quando ti tocchi. Potresti anche concentrarti su come ci si sente a baciarsi con le labbra premute l’una contro l’altra.

Questi sono modi per essere consapevoli e mettersi nel momento.

La nostra relazione è stata messa alla prova a causa della pandemia, in particolare la nostra vita sessuale. Cosa posso fare per aiutare?

Una cosa a cui pensare è come dare priorità al piacere insieme che non implichi il sesso.

Forse questo è fare una doccia o un bagno insieme, un massaggio o avere quello che chiamo un appuntamento a letto. (Prova a leggere un libro o guardare un documentario insieme a letto.)

Quali sono alcune pratiche di gestione da seguire per calmarsi?

Una cosa che trovo davvero utile per gestire l’ansia è fare ciò che chiamo respirazione a ritmo. Alzo la mano quando inspiro e la spingo verso il basso quando espiro per contare il ritmo nel mezzo. Questo aiuta a rallentare il mio respiro e mi assicura di espirare in modo appropriato.

Un’altra cosa che puoi fare quando ti senti ansioso è portare la tua attenzione al momento attuale attraverso l’input sensoriale intorno a te. Forse hai un cuscino che puoi toccare o una coperta nelle vicinanze. Potrei anche provare a metterti un cubetto di ghiaccio in mano e notare come ci si sente a soffiarci sopra o a spremerlo.

Jake Tipane, CPT: Personal trainer specializzato in fertilità, fitness prenatale, gravidanza e postpartum

Sono così ansioso di notte (grazie COVID) – qualche tratto o consiglio per calmarsi prima di andare a letto?

Spesso la nostra ansia raggiunge il picco di notte dopo un’intera giornata di stress accumulato, quindi ci sono due esercizi che mi piace fare prima di andare a letto:

Gambe sul muro

  1. Trova un muro in cui hai molto spazio in modo da poter far scivolare i fianchi contro il muro.
  2. Sdraiati sulla schiena, metti le gambe dritte contro il muro e rilassati.
  3. Mantieni la posizione per 5-10 minuti.

Posa del bambino

  1. Posiziona un cuscino, un cuscino o una coperta tra le ginocchia e poi sdraiati nella posa normale del tuo bambino con la testa appoggiata sul cuscino, sul cuscino o sulla coperta.
  2. Fai dei bei respiri lunghi e profondi, chiudi gli occhi e rilassati.

Consigli per l’allenamento a casa? Con i bambini è difficile trovare il tempo!

So che può essere difficile allenarsi da casa, specialmente con i bambini, quindi ecco un paio di piccoli movimenti carini che puoi fare con i tuoi figli che li includeranno nell’allenamento:

Strisciare

  1. Mettiti a quattro zampe, solleva le ginocchia e fai piccoli passi avanti e indietro. (I bambini lo adoreranno. Dì loro che ci stiamo comportando come il cane.)

squat

  1. Prendi i tuoi figli, trattali come un peso e inizia ad accovacciarsi.
  2. Assicurati di caricarli in avanti in modo sicuro (simile a un front squat) e di squat su e giù finché non riesci più a gestirli urlandoti in faccia.

La depressione postpartum (PPD) ha tolto qualsiasi motivazione all’allenamento. Suggerimenti per iniziare?

La mia raccomandazione numero uno se stai riscontrando una mancanza di motivazione quando si tratta di allenarti è fare una passeggiata. Otterrai i benefici di un esercizio più rigoroso ed è facile come allacciarsi le scarpe e camminare all’aperto.

Penso che sia difficile per tutti rimanere motivati ​​a fare esercizio in questo momento, ma può essere particolarmente difficile se stai vivendo la depressione postpartum.

Tieni presente che qualsiasi esercizio può aiutarti a uscire da un funk. Fai una passeggiata, fai 10 squat, mantieni una tavola per un minuto: tutto conta.

Narcisa Jovic: Doula del parto ed educatrice al parto e co-fondatrice del NYC Birth Village

Sono così preoccupato di non avere la mia doula con me per la mia nascita – qualche consiglio?

In questo momento difficile, molte doule devono fornire i loro servizi virtualmente. Ma dovrebbero comunque essere in grado di allenare attraverso le contrazioni, fornire rassicurazione e guida sulle misure di comfort, essere una presenza calmante e una tavola armonica per te mentre prendi le tue decisioni attraverso il tuo lavoro.

[I’m a] la nuova mamma e io ci sentiamo completamente vuoti e svuotati alla fine della giornata. È normale?

Come neomamma, ti stai riprendendo dalla gravidanza e dal parto mentre impari a prenderti cura del tuo bambino, quindi è molto normale sentirsi svuotati.

Dai la priorità ai tuoi bisogni di base, in particolare il bisogno di cibo e sonno, in modo da poter preservare le tue energie e recuperare rapidamente. Col tempo, dovresti essere in grado di funzionare meglio e sentirti più rigenerato.

Pensare al travaglio mi dà pensieri davvero spaventosi. È normale?

Il travaglio è uno dei momenti fisici, mentali ed emotivi più intensi nella vita di una persona, quindi è del tutto normale avere una sana dose di paura al riguardo.

Allo stesso tempo, consolati sapendo che questo è un processo naturale e che il tuo team sarà lì per garantire la sicurezza tua e del tuo bambino.

Greg McBride, CFA: analista finanziario capo presso Bankrate

Quali sono alcuni suggerimenti per il budget in caso di pandemia?

  • Crea un piano di spesa. Fai un elenco di tutte le tue spese normali e controlla gli estratti conto per vedere quanto hai speso nei mesi precedenti. Essere precisi e non sottovalutare la tua stima è molto importante.
  • Calibra il tuo piano di spesa con il tuo reddito. Se sei tra il 30 percento degli americani che hanno visto diminuire il tuo reddito durante la pandemia, identifica i costi che puoi ridurre o eliminare ora, così come quelli che potresti in caso di perdita del lavoro.
  • Approfitta dell’assistenza. Se hai subito una riduzione del reddito, contatta il tuo creditore ipotecario, il tuo prestito auto o l’emittente della tua carta di credito e chiedi uno sgravio del pagamento. Ci sono una varietà di opzioni disponibili, ma solo se la contatti e la chiedi.

Come posso controllare la terapia al dettaglio legata allo stress?

Con gli ordini di soggiorno a casa revocati, può essere allettante sfogarsi un po’ andando a fare shopping. Ma se non hai un piano, spenderai troppo e causerai ancora più stress quando arriveranno le bollette.

Fai un elenco di ciò di cui hai bisogno, non di ciò che ti serve volere – e attenersi ad esso.

Se hai spazio nel tuo budget per un po’ di shopping, dimezza immediatamente quel numero. Trasferisci metà sul tuo conto di risparmio o pensione e spendi l’altra metà senza sensi di colpa.

Le spese mediche mi tengono sveglio la notte. Come posso iniziare a pagarli quando i soldi sono pochi?

Contatta il tuo medico, spiega la tua situazione attuale ed elabora un piano di pagamento in modo che non lo consegnino a un’agenzia di riscossione. Possono accettare la somma forfettaria come pagata per intero anche se è inferiore all’importo dovuto.

Anche se l’importo viene consegnato a un’agenzia di riscossione, non preoccuparti: hai ancora tempo.

Le agenzie di riscossione non possono segnalare i debiti medici alle agenzie di credito per 6 mesi, quindi lavora fedelmente per ripagarli durante quel periodo.

Joseph A. Jackson, MD: Pediatra presso il Duke Children’s Hospital & Health Center

Quanto devo essere aperto con i miei figli e le mie lotte per la salute mentale?

Può essere molto utile aprirti con i tuoi figli sui tuoi problemi di salute mentale.

Puoi iniziare cercando di identificare la tua più grande lotta e cercare parole adatte all’età da usare mentre parli con i tuoi figli di queste lotte.

La mia depressione clinica potrebbe influenzare i miei figli?

La depressione clinica colpisce ogni aspetto della nostra vita e questo include la vita dei nostri figli. I bambini guardano e osservano sempre, quindi può essere utile prendersi del tempo per parlare con i tuoi figli delle difficoltà che potresti incontrare.

Ecco alcuni suggerimenti per parlare della depressione con i tuoi figli:

  • Rendi appropriata l’età del convo con esempi che capiscono. Prova: “Sai come ti sei davvero triste quando la tua amica non ti ha invitato alla sua festa? Beh, a volte la mamma si sente così triste e la sensazione dura qualche giorno”.
  • Conosci il tuo pubblico. Sai meglio di chiunque altro come tuo figlio assorbe le informazioni. Se sono più visivi, prova a tirare fuori come ti senti. Se si distraggono facilmente, magari prova ad avere una conversazione diretta rannicchiata sul divano.
  • Calma le loro paure. Quando i bambini devono affrontare una malattia, è normale che siano spaventati. Se chiedono: “Starai meglio?” o “Stai per morire?” rassicurali che la depressione non è fatale e che con il trattamento giusto dovresti iniziare a sentirti meglio.

Sono così preoccupato per tutto questo tempo extra sullo schermo. Sta rovinando il mio bambino?

Ci sono così tante cose nella vita che ci fanno sentire in colpa per la nostra genitorialità e il tempo sullo schermo non dovrebbe essere una di queste.

La raccomandazione generale è di 2 ore o meno di tempo davanti allo schermo al giorno, ma concentrati invece sulla qualità piuttosto che sulla quantità.

Cerchi suggerimenti per ridurre il tempo sullo schermo di tuo figlio? Prova questi:

  • Cucinare qualcosa insieme! Invece di tenerli occupati mentre prepari il pranzo, lascia che ti aiutino a lavare le verdure o a mescolare gli ingredienti.
  • Rompi le bolle. Se non hai bolle a portata di mano, creane una tu con questi comuni ingredienti domestici (suggerimento: prima mescola lo sciroppo di mais nell’acqua, quindi mescola delicatamente il detersivo per i piatti):

    • 1/2 tazza di sciroppo di mais
    • 3 tazze d’acqua
    • 1 tazza di detersivo per i piatti
  • Diventa creativo con le faccende. Se vuoi aumentare la produttività e ridurre il tempo sullo schermo, arruolali nell’aiuto di routine. I bambini possono essere campioni segreti del bucato. Mantienili impegnati chiedendo aiuto ordinando per colore o categoria. Possono anche aiutare ad accoppiare calzini e piegare asciugamani.

Porta via

La pandemia ha reso la vita di tutti i giorni molto più difficile da navigare, ma fai del tuo meglio per mettere al primo posto la tua salute mentale mentre affronti ogni ostacolo.

Il nostro elenco completo di risorse per i problemi di salute mentale specifici della pandemia è un ottimo punto di partenza.

Tieni d’occhio i segni che tu o una persona cara potreste aver bisogno di un piccolo aiuto in più in questo momento. Non esitare a contattare un professionista se ti senti troppo sopraffatto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here