Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Fattori di rischio di psoriasi

Fattori di rischio di psoriasi

0
4

Panoramica

La psoriasi è una condizione autoimmune caratterizzata da pelle infiammata e squamosa. Il tuo corpo in genere crea nuove cellule della pelle in circa un mese, ma le persone con psoriasi coltivano nuove cellule della pelle in pochi giorni. Se hai la psoriasi, il tuo sistema immunitario è iperattivo e il tuo corpo non può liberare le cellule della pelle più velocemente di quanto le produca, causando l’accumulo delle cellule della pelle e creando pelle rossa, pruriginosa e squamosa.

La ricerca è ancora in corso sulla causa della psoriasi, ma secondo la National Psoriasis Foundation, circa il 10% delle persone eredita uno o più dei geni che potrebbero portarla, ma solo il 2-3% delle persone contraggono la malattia. Ciò significa che per sviluppare la psoriasi deve accadere una combinazione di cose: devi ereditare il gene ed essere esposto a determinati aspetti esterni.

Sintomi

La psoriasi appare spesso come chiazze rosse e pruriginose della pelle ricoperte da squame argentee, ma altri sintomi includono:

  • pelle secca o screpolata che può sanguinare
  • unghie ispessite, snocciolate o increspate
  • articolazioni gonfie e rigide

I cerotti di psoriasi possono variare da pochi punti traballanti a grandi aree squamose. Di solito va e viene in fasi, divampano per alcune settimane o mesi, poi scompaiono per un po ‘o addirittura entrano in piena remissione.

Fattori di rischio

Di seguito sono descritti diversi fattori di rischio che possono contribuire allo sviluppo della psoriasi.

Fatica

Sebbene lo stress non causi la psoriasi, può causare un’epidemia o esacerbare un caso esistente.

Lesione alla pelle

La psoriasi può comparire su aree della pelle in cui si sono verificate vaccinazioni, scottature solari, graffi o altre lesioni.

Farmaci

Secondo la National Psoriasis Foundation, alcuni farmaci sono associati all’attivazione della psoriasi, tra cui:

  • il litio, che viene usato per trattare alcune condizioni di salute mentale, come il disturbo bipolare, peggiora la psoriasi in circa la metà delle persone che ne sono affette
  • gli antimalarici possono causare riacutizzazioni della psoriasi in genere due o tre settimane dopo aver iniziato a prendere il farmaco
  • i beta-bloccanti, che sono usati per trattare la pressione alta, peggiorano la psoriasi in alcune persone. Ad esempio, il beta-bloccante propranololo (Inderal) peggiora la psoriasi in circa il 25-30% dei pazienti
  • la chinidina, usata per trattare tipi di battiti cardiaci irregolari, peggiora la psoriasi in alcune persone
  • l’indometacina (Tivorbex) è usata per trattare l’artrite e in alcuni casi ha peggiorato la psoriasi

Infezioni virali e batteriche

La psoriasi può essere più grave nei pazienti che hanno un sistema immunitario compromesso, comprese le persone che hanno l’AIDS, le persone che sono sottoposte a un trattamento chemioterapico per il cancro o le persone con un’altra malattia autoimmune, come il lupus o la celiachia. Bambini e giovani adulti con infezioni ricorrenti, come mal di gola o infezioni delle vie respiratorie superiori, sono anche a maggior rischio di peggioramento della psoriasi.

Storia famigliare

Avere un genitore con psoriasi aumenta il rischio di svilupparla e avere due genitori con esso aumenta ulteriormente il rischio. Un genitore con la malattia ha circa il 10% di possibilità di trasmetterla al proprio figlio. Se entrambi i genitori hanno la psoriasi, c’è una probabilità del 50% di trasmettere il tratto.

Obesità

Le placche – macchie rosse di pelle con pelle morta e bianca sulla parte superiore – sono sintomi di tutti i tipi di psoriasi e possono svilupparsi nelle pieghe della pelle profonde. L’attrito e la sudorazione che si verificano nelle pieghe profonde della pelle delle persone con eccesso di peso possono causare o aggravare la psoriasi.

Tabacco

Questo studio ha scoperto che il fumo raddoppia quasi le possibilità di una persona di contrarre la psoriasi. Questo rischio aumenta con il numero di sigarette fumate in un giorno ed è anche più alto nelle donne rispetto agli uomini.

Alcol

La ricerca sugli effetti dell’alcol sulla psoriasi è un po ‘confusa perché fumare e bere spesso vanno di pari passo. Questo studio ha rilevato che il consumo di alcol è associato alla psoriasi negli uomini. I ricercatori ritengono inoltre che l’alcol possa peggiorare i sintomi perché sconvolge il fegato e può innescare la crescita di Candida, un tipo di lievito che può peggiorare i sintomi della psoriasi.

L’alcol può anche avere effetti collaterali pericolosi se miscelato con alcuni farmaci usati per il trattamento della psoriasi.

Temperature fredde

Le persone con psoriasi che vivono in climi più freddi sanno che l’inverno peggiora i sintomi. Il freddo estremo e la secchezza di determinate condizioni atmosferiche attireranno l’umidità dalla pelle, infiammando i sintomi.

Gara

Questo studio mostra che le persone con carnagione più chiara hanno in genere maggiori probabilità di sviluppare la psoriasi rispetto alle persone con una carnagione più scura.

Trattamenti

Sono disponibili molti trattamenti per gestire il dolore e i sintomi della psoriasi. I trattamenti che puoi provare a casa includono:

  • utilizzando un deumidificatore
  • ammollo in un bagno con sali di Epsom
  • prendendo integratori alimentari
  • cambiare la tua dieta

Altri trattamenti includono:

  • creme e unguenti per uso topico
  • farmaci per sopprimere il tuo sistema immunitario
  • fototerapia, una procedura in cui la pelle viene esposta con cura alla luce ultravioletta (UV) naturale o artificiale
  • laser a colorante pulsato, un processo che distrugge minuscoli vasi sanguigni nelle aree intorno alle placche della psoriasi, interrompendo il flusso sanguigno e riducendo la crescita cellulare in quella zona

Tra i nuovi trattamenti per la psoriasi ci sono i trattamenti orali e biologici.

Porta via

Le cause della psoriasi non sono completamente note, ma i fattori di rischio e le cause scatenanti sono ben documentati. I ricercatori continuano a scoprire di più su questa condizione. Anche se potrebbe non esserci una cura, ci sono molti trattamenti disponibili per gestire il dolore e i sintomi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here