Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Fascite necrotizzante (infiammazione dei tessuti molli)

Fascite necrotizzante (infiammazione dei tessuti molli)

0
5

Cos’è la fascite necrotizzante?

La fascite necrotizzante è un tipo di infezione dei tessuti molli. Può distruggere il tessuto della pelle e dei muscoli, nonché il tessuto sottocutaneo, che è il tessuto sotto la pelle.

La fascite necrotizzante è più comunemente causata da un’infezione del gruppo A Streptococco, comunemente noto come “batteri carnivori”. Questa è la forma di infezione che si muove più velocemente. Quando questa infezione è causata da altri tipi di batteri, in genere non progredisce così rapidamente e non è altrettanto pericolosa.

Questa infezione batterica della pelle è rara nelle persone sane, ma è possibile contrarre questa infezione anche da un piccolo taglio, quindi è importante essere consapevoli dei sintomi se sei a rischio. Dovresti consultare immediatamente il medico se hai sintomi o ritieni di aver sviluppato l’infezione. Poiché la condizione può progredire rapidamente, è fondamentale trattarla il prima possibile.

Quali sono i sintomi della fascite necrotizzante?

I primi sintomi della fascite necrotizzante potrebbero non sembrare gravi. La tua pelle potrebbe diventare calda e arrossata e potresti avere la sensazione di avere tirato un muscolo. Potresti anche sentirti come se avessi semplicemente l’influenza.

Puoi anche sviluppare una protuberanza rossa dolorosa, che in genere è piccola. Tuttavia, la protuberanza rossa non rimane piccola. Il dolore peggiorerà e l’area interessata crescerà rapidamente.

Potrebbe fuoriuscire dall’area infetta o potrebbe scolorirsi mentre si deteriora. Potrebbero comparire vesciche, protuberanze, punti neri o altre lesioni cutanee. Nelle prime fasi dell’infezione, il dolore sarà molto peggiore di quanto sembri.

Altri sintomi della fascite necrotizzante includono:

  • fatica
  • debolezza
  • febbre con brividi e sudorazione

  • nausea
  • vomito
  • vertigini
  • minzione rara

Quali sono le cause della fascite necrotizzante?

Per contrarre la fascite necrotizzante, devi avere i batteri nel tuo corpo. Ciò si verifica in genere quando la pelle è rotta. Ad esempio, i batteri possono entrare nel tuo corpo attraverso un taglio, un graffio o una ferita chirurgica. Non è necessario che queste lesioni siano grandi perché i batteri possano prendere piede. Anche una puntura dell’ago può essere sufficiente.

Diversi tipi di batteri causano la fascite necrotizzante. Il tipo più comune e noto è il gruppo A Streptococco. Tuttavia, questo non è l’unico tipo di batteri che può causare questa infezione. Altri batteri che possono causare la fascite necrotizzante includono:

  • Aeromonas hydrophila
  • Clostridium
  • E. coli
  • Klebsiella
  • Staphylococcus aureus

Fattori di rischio per la fascite necrotizzante

Puoi sviluppare la fascite necrotizzante anche se sei perfettamente sano, ma questo è raro. Le persone che hanno già problemi di salute che indeboliscono il sistema immunitario, come il cancro o il diabete, ci sono rischio maggiore di sviluppare infezioni causate dal gruppo A Streptococco.

Altre persone che sono a maggior rischio di fascite necrotizzante includono coloro che:

  • ha malattie cardiache o polmonari croniche
  • usa gli steroidi
  • ha lesioni cutanee
  • abusare di alcol o iniettare droghe

Come viene diagnosticata la fascite necrotizzante?

Oltre a guardare la tua pelle, il medico può eseguire diversi test per diagnosticare questa condizione. Possono eseguire una biopsia, che è un piccolo campione del tessuto cutaneo interessato per l’esame.

In altri casi, esami del sangue, TC o risonanza magnetica possono aiutare il medico a fare una diagnosi. Gli esami del sangue possono mostrare se i tuoi muscoli sono stati danneggiati.

Come viene trattata la fascite necrotizzante?

Il trattamento inizia con forti antibiotici. Questi vengono consegnati direttamente nelle tue vene. Il decadimento dei tessuti significa che gli antibiotici potrebbero non essere in grado di raggiungere tutte le aree infette. Di conseguenza, è importante che i medici rimuovano immediatamente qualsiasi tessuto morto.

In alcuni casi, potrebbe essere necessaria l’amputazione di uno o più arti per aiutare a fermare la diffusione dell’infezione.

Qual è la prospettiva?

Le prospettive dipendono interamente dalla gravità della condizione. La diagnosi precoce è fondamentale per questa infezione pericolosa e pericolosa per la vita. Prima viene diagnosticata l’infezione, prima può essere trattata.

Senza un trattamento tempestivo, questa infezione può essere fatale. Altre condizioni che hai oltre all’infezione possono anche avere un impatto sulle prospettive.

Coloro che si riprendono dalla fascite necrotizzante possono sperimentare qualsiasi cosa, da cicatrici minori all’amputazione degli arti. Potrebbe richiedere più procedure chirurgiche per il trattamento e quindi procedure aggiuntive come la chiusura ritardata della ferita o l’innesto cutaneo. Ogni caso è unico. Il tuo medico sarà in grado di darti informazioni più specifiche sul tuo caso individuale.

Come posso prevenire la fascite necrotizzante?

Non esiste un modo sicuro per prevenire un’infezione da fascite necrotizzante. Tuttavia, puoi ridurre il rischio con pratiche igieniche di base. Lavati spesso le mani con sapone e tratta prontamente eventuali ferite, anche lievi.

Se hai già una ferita, prenditene cura. Cambia le bende regolarmente o quando si bagnano o si sporcano. Non metterti in situazioni in cui la tua ferita potrebbe essere contaminata. Il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) elenca vasche idromassaggio, vasche idromassaggio e piscine come esempi di luoghi da evitare in caso di ferite.

Rivolgiti immediatamente al medico o al pronto soccorso se pensi che ci sia la possibilità che tu possa avere la fascite necrotizzante. Trattare precocemente l’infezione è molto importante per evitare complicazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here