Facebook ha finalmente seguito il tribunale belga

0
16

InShortVIrale: In Belgio, dopo diversi appelli, Facebook finalmente deve seguire la regola dei paesi che non tiene traccia delle persone che non hanno un account su Facebook. Facebook condivide i dettagli delle persone che sta tracciando e il tribunale ha ordinato dalla Commissione per la privacy belga di consegnare tutti i documenti.

[dropcap]io[/dropcap]n Belgio, dopo diversi appelli, Facebook finalmente deve seguire la regola dei paesi che non tiene traccia delle persone che non hanno un account su Facebook. Facebook condivide i dettagli delle persone che sta tracciando e il tribunale ha ordinato dalla Commissione per la privacy belga di consegnare tutti i documenti.

Tra i passi da compiere per Facebook c’è quello di richiedere alle persone senza account Facebook in Belgio di registrare e accedere al sito di comunicazione interpersonale a lungo raggio prima che possano vedere le sue pagine liberamente accessibili e altri contenuti, ha affermato l’organizzazione. “Oggi, chiunque può vedere le pagine Facebook di piccole organizzazioni, gruppi di giochi, VIP e destinazioni di vacanza senza accedere a Facebook – normalmente scoperto utilizzando un web crawler”, ha detto un rappresentante di Facebook in una e-mail.

Facebook ha finalmente seguito il tribunale belga

Un mese fa un tribunale belga ha approvato una richiesta di interruzione chiedendo all’organizzazione di smettere di seguire i clienti che non hanno account sul sito di interazione interpersonale, o rischiare multe. In ogni caso, gli specialisti specializzati che aiutano la Commissione per la privacy belga hanno scoperto che quando un cliente non contrassegnato su Facebook passava dal sito, il trattamento datr era impostato con una durata di due anni.

Il dibattito ruota in gran parte sull’utilizzo da parte di Facebook di un trattamento insolito chiamato “datr” che gli offre assistenza nel distinguere tra le vere visite blu e illegittime al suo sito e riconosce i programmi e non le persone. Facebook afferma che utilizzando il trattamento di sicurezza ha protetto gli individui belgi da oltre 33.000 tentativi di acquisizione nel mese precedente.

Quando da quel momento sono andati a una pagina Web su gayworld.be – un sito che incorpora un modulo social di Facebook, la revisione del movimento del sistema ha scoperto che il datr Treat è stato inviato all’area facebook.com nell’intestazione Treat dell’HTTP sollecitazioni, come indicato dagli specialisti. In una lettera martedì alla Commissione per la privacy belga, Facebook ha affermato che mentre si prepara a far avanzare la decisione del tribunale, nel frattempo si conformerà alla richiesta.

L’organizzazione ha affermato che smetterà di impostare i trattamenti datr per i clienti non elencati in Belgio e cancellerà i trattamenti datr esistenti per tali clienti nella misura in cui è effettivamente plausibile. L’evacuazione dei regali datr avrà, comunque, suggerimenti sulle offerte di Facebook dell’amministrazione ai clienti non registrati in Belgio, a causa della parte di sicurezza che sostiene giocano i regali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here