Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Esiste una connessione tra i vaccini COVID-19 e il ronzio nelle orecchie...

Esiste una connessione tra i vaccini COVID-19 e il ronzio nelle orecchie (acufene)?

0
23

L’acufene è il termine medico per il rumore nell’orecchio in assenza di un suono esterno. È una condizione comune che si pensa colpisca circa il 10% delle persone. Il suono può andare o venire o rimanere costante.

Esistono due tipi di acufene. L’acufene soggettivo significa che nessun altro può sentire il suono. Acufene oggettivo significa che il suono può essere ascoltato da un medico utilizzando uno stetoscopio posizionato nel condotto uditivo. Il tipo più comune è l’acufene soggettivo.

Le persone con acufene spesso descrivono il suono nel loro orecchio come:

  • squillo
  • cinguettio
  • ronzio
  • sibilando
  • cliccando
  • vorticoso
  • ruggente
  • fischiettando

I vaccini COVID-19 sono collegati a una vasta gamma di potenziali effetti collaterali. L’acufene sembra essere un effetto collaterale molto raro, ma i ricercatori stanno continuando a esaminare il collegamento. Continua a leggere per scoprire cosa hanno trovato gli ultimi studi.

C’è un legame tra i vaccini COVID-19 e l’acufene?

I vaccini COVID-19 approvati per l’emergenza o l’uso permanente negli Stati Uniti sono stati sottoposti a numerosi test di sicurezza.

Per la stragrande maggioranza delle persone, i vaccini sono sicuri ed efficaci nel ridurre la diffusione di COVID-19. Ma gli effetti collaterali lievi sono abbastanza comuni.

Alcuni ricercatori ipotizzano che possa esserci un legame tra i vaccini COVID-19 e l’acufene, ma al momento non ci sono abbastanza ricerche per confermare una relazione.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) tengono traccia degli effetti collaterali dei vaccini segnalati dagli operatori sanitari, dai produttori di vaccini e dal pubblico nel proprio database Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS).

Su oltre 362 milioni di dosi di vaccino COVID-19 somministrate negli Stati Uniti fino all’agosto 2021, i dati VAERS riportano 9.166 casi di persone che hanno manifestato acufene dopo aver ricevuto un vaccino.

Ciò significa che l’acufene è stato segnalato circa una volta ogni 40.000 dosi di vaccino.

Ma è importante notare che solo perché c’è una correlazione, non significa che ricevere i vaccini causi l’acufene.

Potrebbe essere che l’acufene di qualcuno non sia correlato al vaccino. È anche possibile che l’acufene sia più comune, supponendo che non siano stati segnalati tutti i casi di acufene.

L’acufene è un effetto collaterale abbastanza raro di altri tipi di vaccini, come:

  • epatite B
  • rabbia
  • morbillo
  • H1N1

Gli studi clinici di Johnson & Johnson

Negli studi clinici di fase 3 del vaccino COVID-19 di Johnson & Johnson, 6 su 19.630 (0,03 percento) hanno manifestato acufene dopo aver ricevuto un vaccino, rispetto a 0 persone nel gruppo placebo.

Tutte e sei le persone che hanno sviluppato l’acufene avevano almeno una condizione che avrebbe potuto aumentare la possibilità di sviluppare la condizione:

  • una storia di acufene
  • rinite allergica
  • uso di farmaci
  • depressione
  • ipotiroidismo
  • alta pressione sanguigna

Dopo aver esaminato la sperimentazione clinica, il FDA ha concluso che non vi erano prove sufficienti per determinare che il vaccino causasse direttamente l’acufene.

Perché i vaccini COVID-19 e l’acufene potrebbero essere collegati?

Non è ancora chiaro il motivo per cui alcune persone sviluppano l’acufene dopo aver ricevuto un vaccino COVID-19.

In uno studio del marzo 2021 pubblicato sull’International Journal of Audiology, i ricercatori hanno descritto tre casi di studio di persone che hanno sviluppato l’acufene subito dopo la vaccinazione COVID-19. Gli autori dello studio hanno ipotizzato che una reazione di ipersensibilità possa svolgere un ruolo nello sviluppo dell’acufene.

Pensavano che la reazione potesse portare a una risposta autoimmune anormale o a un cambiamento nel flusso sanguigno che danneggia la coclea, che converte le vibrazioni sonore in segnali elettrici che il cervello può interpretare.

Gli autori hanno anche affermato che avere una storia di allergie o disturbi autoimmuni può aumentare la probabilità di una risposta autoimmune difficile da gestire.

Anche “l’ansia da vaccino”, o l’ansia di ottenere un vaccino, è stata proposta come un possibile fattore che contribuisce.

Il COVID-19 può causare l’acufene?

Le persone che sviluppano COVID-19 possono sviluppare una vasta gamma di sintomi.

Non ci sono ancora molti studi che esaminano il legame tra COVID-19 e acufene. Alcuni altre infezioni virali sono stati collegati a perdita dell’udito o danni all’orecchio interno, quindi è plausibile che anche il COVID-19 possa portare a queste condizioni.

In un studio 2020 che include i dati di 15 ospedali italiani, i ricercatori hanno scoperto che su 185 persone che avevano COVID-19, 43 persone hanno riferito di aver sperimentato l’acufene.

In un Revisione degli studi 2021 che ha analizzato i dati di 2.165 persone, i ricercatori hanno scoperto che l’acufene era presente nel 4,5% delle persone con COVID-19.

Ma data la prevalenza dell’acufene nella popolazione complessiva, è difficile determinare quale sia la reale connessione tra i due.

Non è ancora chiaro perché il COVID-19 possa contribuire allo sviluppo dell’acufene. È possibile che il danno o l’infiammazione del virus contribuiscano.

Anche lo stress correlato alla pandemia gioca un ruolo. Inoltre, non è chiaro quante persone soffrano di nuovi acufeni.

Cause dell’acufene

L’acufene ha molte potenziali cause, come:

Perdita dell’udito

Il più comune la causa dell’acufene è il danno all’orecchio. L’esposizione a un suono forte o l’esposizione ripetuta a suoni forti può danneggiare le strutture simili a peli nella coclea e causare la perdita dell’udito.

Lesioni alla testa

Un trauma alla testa può danneggiare le strutture dell’orecchio interno e il nervo uditivo. Generalmente, l’acufene causato da un infortunio si verifica solo su un lato.

Ostruzione dell’orecchio medio

Un blocco nel condotto uditivo può esercitare pressione sul timpano e causare l’acufene.

Eccessivo cerume, corpi estranei, sporco e disfunzione della tuba di Eustachio (quando il rivestimento mucoso della tuba è gonfio o non si apre o si chiude correttamente) sono possibili fonti di ostruzione.

farmaci

Un certo numero di farmaci può causare l’acufene come effetto collaterale. Secondo l’American Tinnitus Association, alcuni di questi farmaci includono:

  • antibiotici
  • farmaci per il cancro
  • farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)
  • pillole d’acqua e diuretici
  • farmaci a base di chinino

Stress e ansia

Non è stato riscontrato che lo stress e l’ansia causino direttamente l’acufene, ma molte persone trovano che i loro sintomi peggiorano durante i periodi di forte stress.

UN Studio 2018 trovato la presenza di sintomi di stress è stata osservata nella maggior parte delle persone con acufene cronico.

Quando vedere un dottore

Molte persone con acufene scoprono che i sintomi si attenuano dopo poco tempo o vanno e vengono. Ma se i sintomi sono persistenti o si verificano solo in un orecchio, è una buona idea consultare un medico per escludere una condizione medica grave.

Altri sintomi che possono giustificare il contatto con un medico includono:

  • se ti sveglia dal sonno o ti impedisce di dormire
  • se i sintomi non regrediscono dopo circa una settimana
  • il suono nel tuo orecchio corrisponde al tuo polso
  • hai lo scarico dall’orecchio
  • hai anche vertigini o nausea
  • se ti impedisce di completare le tue attività quotidiane

L’acufene va via?

Sono necessarie ulteriori ricerche per capire se l’acufene correlato al vaccino si risolve da solo. Prove limitate suggeriscono che di solito scompare.

Nelle sei persone che hanno sviluppato l’acufene nello studio clinico di fase 3 di Johnson & Johnson, cinque persone si erano riprese o si stavano riprendendo al momento della pubblicazione.

Nei tre casi di studio pubblicati sull’International Journal of Audioology, l’acufene si è risolto rapidamente in due delle tre persone.

Se il tuo acufene non scompare, un medico può raccomandare una combinazione di trattamenti tra cui:

  • apparecchi acustici
  • dispositivi di mascheramento del suono
  • terapia comportamentale
  • antidepressivi e ansiolitici
  • incoraggiare l’uso di tecniche di gestione dello stress

Porta via

Alcune persone riferiscono di acufene dopo aver ricevuto un vaccino COVID-19, anche se sembra essere molto raro. Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere appieno il collegamento.

Al momento, non ci sono prove sufficienti che dimostrino che l’acufene sia causato dai vaccini COVID-19. Gli effetti collaterali gravi di COVID-19 sono molto rari.

Vaccinarsi è un modo efficace per proteggere se stessi e gli altri dallo sviluppo del COVID-19.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here