Epididimite

0
3

Includiamo prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Se acquisti tramite link in questa pagina, potremmo guadagnare una piccola commissione. Ecco il nostro processo.

Cos’è l’epididimite?

L’epididimite è un’infiammazione dell’epididimo. L’epididimo è un tubo situato nella parte posteriore dei testicoli che immagazzina e trasporta lo sperma. Quando questo tubo si gonfia, può causare dolore e gonfiore ai testicoli.

L’epididimite può colpire uomini di tutte le età, ma è più comune negli uomini di età compresa tra 14 e 35 anni. Di solito è causata da un’infezione batterica o da una malattia a trasmissione sessuale (MST). La condizione di solito migliora con gli antibiotici.

L’epididimite acuta dura sei settimane o meno. Nella maggior parte dei casi di epididimite acuta, anche i testicoli sono infiammati. Questa condizione è chiamata epididimo-orchite. Può essere difficile dire se i testicoli, l’epididimo o entrambi sono infiammati. Ecco perché il termine epididimo-orchite è comunemente usato. Secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), la gonorrea e la clamidia sono le cause più comuni negli uomini di 35 anni o più giovani.

L’epididimite cronica, d’altra parte, dura sei settimane o più. I sintomi includono fastidio o dolore allo scroto, all’epididimo o ai testicoli. Ciò può essere causato da reazioni granulomatose, che possono provocare cisti o calcificazioni.

Quali sono i sintomi dell’epididimite?

L’epididimite può iniziare con solo pochi sintomi lievi. Quando non viene trattato, tuttavia, i sintomi tendono a peggiorare.

Le persone con epididimite possono sperimentare:

  • febbre bassa
  • brividi
  • dolore nella zona pelvica
  • pressione nei testicoli
  • dolore e tenerezza nei testicoli
  • arrossamento e calore nello scroto
  • linfonodi ingrossati all’inguine
  • dolore durante i rapporti sessuali e l’eiaculazione
  • dolore durante la minzione o i movimenti intestinali

  • minzione urgente e frequente
  • scarico anormale del pene
  • sangue nello sperma

Chi è a rischio di epididimite?

La causa più comune di epididimite è una STI, in particolare la gonorrea e la clamidia. Tuttavia, l’epididimite può anche essere causata da un’infezione a trasmissione non sessuale, come un’infezione del tratto urinario (UTI) o un’infezione della prostata.

Potresti essere a maggior rischio di epididimite se:

  • non sono circoncisi
  • avere rapporti sessuali non protetti
  • ha problemi strutturali nel tratto urinario
  • ha la tubercolosi (TB)
  • ha un ingrossamento della prostata che causa il blocco della vescica
  • recentemente ha subito un intervento chirurgico alle vie urinarie
  • recentemente ha subito un infortunio all’inguine
  • utilizzare un catetere urinario
  • utilizzare un farmaco per il cuore chiamato amiodarone

Per saperne di più: cosa causa il dolore all’inguine? 13 possibili condizioni »

Le malattie sessualmente trasmissibili sono una causa comune di epididimite. La gonorrea e la clamidia sono le più comuni. Queste infezioni causeranno un’infezione nell’uretra. Queste infezioni a volte viaggiano lungo il dotto deferente fino all’epididimo o ai testicoli per causare un’infezione lì.

Le infezioni non sessualmente trasmissibili, come quelle che derivano da IVU o tubercolosi, possono viaggiare dall’uretra o da altre parti del corpo per infettare o causare infiammazione dell’epididimo.

Epididimite pediatrica

I bambini possono contrarre l’epididimite proprio come gli adulti, anche se è più probabile che l’infiammazione abbia una causa diversa.

Le cause comuni di epididimite nei bambini includono:

  • trauma diretto
  • IVU che si diffondono all’uretra e all’epididimo
  • reflusso di urina nell’epididimo
  • torsione o torsione dell’epididimo

I sintomi dell’epididimite nei bambini includono:

  • scarico dall’uretra
  • fastidio al bacino o al basso ventre
  • dolore o bruciore durante la minzione
  • arrossamento o tenerezza dello scroto
  • febbre

Il trattamento dell’epididimite pediatrica dipenderà dalla causa alla base della condizione. In molte cause, la condizione può risolversi da sola, aiutata dal riposo e dagli analgesici come l’ibuprofene. In un’infezione batterica, come quella che proviene da un UTI, possono essere prescritti antibiotici. Ai bambini verrà inoltre consigliato di evitare di “tenerlo dentro” quando hanno bisogno di usare il bagno e di bere più acqua.

Come viene diagnosticata l’epididimite?

Il tuo medico completerà prima un esame fisico. Cercheranno gonfiore dei testicoli, gonfiore dei linfonodi nella zona inguinale e perdite anormali dal pene. In caso di dimissione, il medico utilizzerà un tampone di cotone per raccogliere un campione e testare le IST.

Il medico può anche eseguire i seguenti test e procedure:

  • esame rettale, che può mostrare se un ingrossamento della prostata ha causato la tua condizione

  • esami del sangue, come un CBC (emocromo completo), per determinare se c’è un’infezione nel tuo sistema
  • campione di urina, che può indicare se si ha un’infezione del tratto urinario o una STI

È possibile eseguire test di imaging per escludere altre condizioni. Questi test producono immagini dettagliate che consentono al medico di vedere molto chiaramente le strutture del corpo. Il medico potrebbe ordinare un’ecografia testicolare per ottenere immagini dei testicoli e dei tessuti circostanti nello scroto.

Come viene trattata l’epididimite?

Il trattamento per l’epididimite prevede il trattamento dell’infezione sottostante e l’alleviamento dei sintomi.

I trattamenti comuni includono:

  • antibiotici, che vengono somministrati per 4-6 settimane nell’epididimite cronica e possono includere doxiciclina e ciprofloxacina
  • farmaci per il dolore, che possono essere disponibili da banco (ibuprofene) o possono richiedere una prescrizione (codeina o morfina)
  • farmaci anti-infiammatori come piroxicam (Feldene) o ketorolac (Toradol)
  • riposo a letto

Ulteriori trattamenti possono includere:

  • elevando lo scroto, se possibile per almeno due giorni
  • applicando impacchi freddi allo scroto
  • indossa un coppa atletica per il supporto
  • evitando di sollevare oggetti pesanti

In caso di una IST, tu e il tuo partner dovreste astenervi dal rapporto sessuale fino a quando non avrete completato il ciclo di antibiotici e sarete completamente guariti.

Questi metodi di solito hanno successo. A volte possono essere necessarie diverse settimane prima che il dolore o il disagio scompaiano completamente. La maggior parte dei casi di epididimite si risolve entro 3 mesi. Tuttavia, in alcuni casi può essere necessario un trattamento più invasivo.

Se si è formato un ascesso sui testicoli, il medico può drenare il pus usando un ago o con un intervento chirurgico.

La chirurgia è un’altra opzione se nessun altro trattamento ha avuto successo. Ciò comporta la rimozione totale o parziale dell’epididimo. Può anche essere necessario un intervento chirurgico per correggere eventuali difetti fisici che potrebbero causare epididimite.

Quali sono le prospettive per qualcuno con epididimite?

La maggior parte dei casi di epididimite acuta viene trattata con successo utilizzando antibiotici. Di solito non ci sono problemi sessuali o riproduttivi a lungo termine. Ma l’infezione può ripresentarsi in futuro. È anche possibile che si verifichino complicazioni, ma questo è raro.

Le potenziali complicazioni includono:

  • epididimite cronica
  • restringimento dei testicoli
  • fistola, o un passaggio anormale, nello scroto
  • morte del tessuto testicolare
  • infertilità

È importante cercare subito un trattamento per prevenire complicazioni. Una volta ricevuto il trattamento, è importante che tu prenda l’intero ciclo di antibiotici per curare l’infezione, anche se ti senti privo di sintomi. Dovresti anche consultare il tuo medico dopo aver terminato il trattamento per assicurarti che l’infezione sia scomparsa. Ciò contribuirà a garantire un ripristino completo.

Se provi dolore o disagio persistente, fissa un appuntamento con il tuo medico, soprattutto se i sintomi non migliorano entro quattro giorni. Se avverti un forte dolore allo scroto o hai la febbre alta, consulta immediatamente un medico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here