Enterite da E. coli

0
3

Cosa è E. coli Enterite?

L’enterite è un’infiammazione o un gonfiore dell’intestino. Una delle cause più comuni di enterite è il batterio Escherichia coli, o E. coli. Questo batterio è la causa più comune di diarrea del viaggiatore. Questa condizione è caratterizzata da feci molli, crampi addominali, nausea e gonfiore.

Ci sono molti ceppi di E. coli, alcuni dei quali sono innocui. In effetti, centinaia di ceppi vivono nel tratto digerente come batteri “buoni”. Tuttavia, alcuni ceppi tossici possono portare a malattie gravi. Se sei esposto a un ceppo tossico, puoi sviluppare intossicazione alimentare e enterite. Questa infezione è talvolta chiamata diarrea del viaggiatore perché quando viaggi sei esposto a nuovi ceppi di E. coli.

Alcuni ceppi sono più pericolosi di altri. Producono una tossina chiamata Shiga, o verocitotossina. Questa tossina causa gravi malattie e sanguinamento che possono essere fatali, soprattutto nei bambini. Tossico che produce shiga E. coli, spesso chiamato “STEC” in breve, può anche essere indicato come E. coli 0157. Secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), circa 265.000 infezioni da STEC si verificano ogni anno negli Stati Uniti.

Quali sono i sintomi di E. coli Enterite?

In genere svilupperai sintomi di enterite 24-72 ore dopo essere stato esposto. Il sintomo principale è una diarrea grave e improvvisa spesso sanguinolenta. Altri sintomi includono:

  • febbre
  • suda
  • gas intestinali
  • forti crampi
  • perdita di appetito
  • nausea
  • vomito
  • fatica
  • letargia

Alcuni ceppi di E. coli rilascia una tossina che può innescare la distruzione dei globuli rossi nei bambini. Questa infezione rara ma grave è chiamata sindrome emolitica uremica. I sintomi includono pelle pallida, lividi facili, sangue nelle urine e una quantità ridotta di urina a causa di danni ai reni.

Se manifesta uno dei seguenti sintomi, contatti immediatamente il medico:

  • febbre alta, oltre 101 ° F negli adulti e oltre 100,4 ° F nei bambini
  • sangue nelle feci o nelle urine
  • disidratazione
  • fatica
  • vomito
  • incapacità di trattenere i liquidi
  • diarrea per più di cinque giorni o due giorni per i bambini
  • dolore che non scompare dopo un movimento intestinale

Che causa E. coli Enterite?

Puoi essere esposto a ceppi patogeni di E. coli mangiando o bevendo qualcosa di contaminato dal batterio. Ciò si verifica spesso a causa della manipolazione degli alimenti non sicura. Molte infezioni derivano dal consumo di carne che è entrata in contatto con batteri e rifiuti dell’intestino degli animali durante la lavorazione. Le infezioni sono anche causate da cibo che è stato lavato in acqua inquinata da rifiuti umani o animali.

Anche le carni e le uova crude o poco cotte possono essere pericolose. Anche bere acqua non trattata da un ruscello o da un pozzo può causare l’esposizione. Lasciare i latticini o la maionese fuori dal frigorifero troppo a lungo può favorire la crescita batterica e può anche portare a intossicazioni alimentari.

E. coli raramente si diffonde senza cibo o bevande, ma può accadere. Se qualcuno trascura di lavarsi le mani dopo un movimento intestinale e poi tocca qualcosa che altri useranno, può portare all’esposizione e alla malattia.

Com’è E. coli Diagnosi di enterite?

Il medico eseguirà un esame fisico e ti farà domande sui tuoi sintomi. Per confermare una diagnosi, il medico ordinerà una coltura delle feci per testare la presenza di malattie che causano E. coli.

Per quali trattamenti sono disponibili E. coli Enterite?

La principale complicanza dell’enterite è la disidratazione dovuta alla diarrea. Bere liquidi e tenere il passo con la tua idratazione è estremamente importante. Se non riesci a trattenere i liquidi a causa di vomito o diarrea intensi, potresti dover andare in ospedale per la terapia con fluidi per via endovenosa.

I farmaci anti-diarroici sono venduti da banco nelle farmacie. Tuttavia, se hai diarrea sanguinolenta o febbre – un sintomo molto importante – dovresti parlare con il tuo medico prima di usarli.

Sebbene gli antibiotici siano spesso prescritti per trattare le infezioni batteriche, non ci sono prove che gli antibiotici siano efficaci nel trattamento E. coli. Infatti, gli antibiotici possono aumentare il rischio di uremia emolitica nel caso di alcuni ceppi batterici.

La maggior parte delle persone guarisce senza farmaci entro due giorni. Il trattamento più importante è bere molti liquidi e riposare molto.

Se prendi diuretici, come le pillole per l’acqua, potresti dover interrompere l’assunzione mentre sei affetto da enterite. Parla con il tuo medico per ulteriori informazioni.

Posso prevenire E. coli Enterite?

Il CDC offre le seguenti linee guida per aiutare a prevenire le infezioni da STEC:

  • Lavarsi spesso le mani, soprattutto dopo aver usato il bagno o cambiato i pannolini sporchi e prima di preparare o mangiare cibo.
  • Cuocere accuratamente tutte le carni, utilizzando un termometro per carne per determinare quando il cibo ha raggiunto una temperatura sicura.
  • Lava tutti gli utensili da cucina, i coltelli e i taglieri che vengono spesso a contatto con cibi crudi.
  • Lavate bene frutta e verdura, soprattutto se consumate crude.
  • Evita il pesce crudo e le ostriche, i succhi crudi e i latticini non pastorizzati.
  • Evita di bere acqua mentre giochi o nuoti in laghi, ruscelli, stagni e piscine.

Cosa posso aspettarmi a lungo termine?

Le prospettive dipendono spesso dalla gravità dell’infezione e dal trattamento tempestivo. La maggior parte delle persone guarisce dall’enterite entro pochi giorni senza effetti a lungo termine. In rari casi, un’infezione grave può causare uremia emolitica, che può portare ad anemia, insufficienza renale e persino alla morte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here