Endocardite infettiva

0
5

Cos’è l’endocardite infettiva?

L’endocardite infettiva è un’infezione nelle valvole cardiache o nell’endocardio. L’endocardio è il rivestimento delle superfici interne delle camere del cuore. Questa condizione è solitamente causata da batteri che entrano nel flusso sanguigno e infettano il cuore. I batteri possono provenire da:

  • bocca
  • pelle
  • intestini
  • sistema respiratorio
  • tratto urinario

Quando questa condizione è causata da batteri, è anche nota come endocardite batterica. In rari casi, può anche essere causato da funghi o altri microrganismi.

L’endocardite infettiva è una condizione grave che richiede un trattamento medico tempestivo. Se non trattata, l’infezione può danneggiare le valvole cardiache. Questo può portare a problemi tra cui:

  • colpo
  • danni ad altri organi
  • arresto cardiaco
  • Morte

Questa condizione è rara nelle persone con cuori sani. Le persone che hanno altre condizioni cardiache sono a maggior rischio.

Potrebbe essere necessario assumere antibiotici prima di determinate procedure mediche e dentistiche se si è ad alto rischio di endocardite infettiva. Gli antibiotici aiutano a impedire ai batteri di entrare nel flusso sanguigno e causare infezioni. Parla con il tuo chirurgo o dentista prima di qualsiasi intervento chirurgico.

Quali sono i sintomi dell’endocardite infettiva?

I sintomi variano da persona a persona. In alcune persone, i sintomi si manifestano all’improvviso, mentre altri sviluppano i sintomi più lentamente. Parli con il medico se manifesta uno dei sintomi elencati di seguito. Le persone ad alto rischio di endocardite dovrebbero prestare particolare attenzione.

I sintomi possono includere:

  • febbre
  • dolore al petto
  • debolezza
  • sangue nelle urine
  • brividi
  • sudorazione
  • eruzione cutanea rossa
  • macchie bianche in bocca o sulla lingua
  • dolore e gonfiore alle articolazioni
  • dolori muscolari e tenerezza

  • colore delle urine anormale
  • fatica
  • tosse
  • fiato corto
  • gola infiammata
  • congestione sinusale e mal di testa
  • nausea o vomito
  • perdita di peso

L’endocardite infettiva può essere pericolosa per la vita se non trattata tempestivamente. Sfortunatamente, i segni di endocardite infettiva possono assomigliare a molte altre malattie. Parli immediatamente con il medico se manifesta uno dei sintomi sopra elencati.

Chi è ad alto rischio di endocardite infettiva?

Potresti essere a rischio per questa condizione se hai:

  • valvole cardiache artificiali
  • cardiopatia congenita
  • malattia della valvola cardiaca
  • valvole cardiache danneggiate
  • Cardiomiopatia ipertrofica
  • una storia di endocardite
  • storia del consumo di droghe illegali
  • prolasso della valvola mitrale e rigurgito della valvola (perdite) e / o lembi della valvola ispessiti

Il rischio di endocardite infettiva è maggiore dopo procedure che consentono ai batteri di accedere al flusso sanguigno. Questi includono:

  • procedure dentali che coinvolgono le gengive
  • inserimento di cateteri o aghi
  • procedure per il trattamento delle infezioni

Queste procedure non mettono a rischio la maggior parte delle persone sane. Tuttavia, le persone che hanno uno o più fattori di rischio per l’endocardite infettiva devono essere più attenti. Se hai bisogno di una di queste procedure, parla prima con il tuo medico. Potresti ricevere degli antibiotici prima della tua visita.

Diagnosi di endocardite infettiva

Quando visiti il ​​tuo medico, ti verrà chiesto prima di descrivere i tuoi sintomi. Il medico eseguirà quindi un esame fisico. Ascolteranno il tuo cuore con uno stetoscopio e controlleranno i suoni di un soffio, che può essere presente con l’endocardite infettiva. Il medico può anche verificare la presenza di febbre e sentire la milza ingrossata premendo sull’addome superiore sinistro.

Se il tuo medico sospetta un’endocardite infettiva, il tuo sangue verrà testato per i batteri. Un esame emocromocitometrico completo (CBC) può anche essere utilizzato per verificare l’anemia. Una carenza di globuli rossi può verificarsi con l’endocardite infettiva.

Il medico può ordinare un ecocardiogramma o un’ecografia del cuore. Questa procedura utilizza le onde sonore per produrre un’immagine. La bacchetta per ultrasuoni può essere posizionata sul petto. In alternativa, un dispositivo più piccolo può essere infilato in gola e nell’esofago. Questo può offrire un’immagine più dettagliata. L’ecocardiogramma cerca tessuti danneggiati, fori o altri cambiamenti strutturali nella valvola cardiaca.

Il medico può anche ordinare un elettrocardiogramma (ECG). Un ECG monitora l’attività elettrica nel tuo cuore. Questo test indolore può trovare un battito cardiaco irregolare causato dall’endocardite.

I test di imaging possono verificare se il tuo cuore si è ingrandito. Potrebbero anche essere in grado di rilevare i segni che l’infezione si è diffusa ad altre aree del corpo. Tali test includono:

  • radiografia del torace
  • tomografia computerizzata (TC)

  • risonanza magnetica per immagini (MRI)

Se ti viene diagnosticata un’endocardite infettiva, sarai immediatamente ricoverato in ospedale per il trattamento.

Trattamento dell’endocardite infettiva

L’endocardite infettiva può causare danni irreversibili al cuore. Se non viene catturato e trattato rapidamente, può diventare pericoloso per la vita. Dovrai essere trattato in ospedale per evitare che l’infezione peggiori e causi complicazioni.

Antibiotici e trattamento iniziale

Mentre sei in ospedale, i tuoi segni vitali saranno monitorati. Ti verranno somministrati antibiotici per via endovenosa (IV). Una volta tornato a casa, continuerai con antibiotici orali o EV per almeno quattro settimane. Durante questo periodo, continuerai a visitare il tuo medico. Esami del sangue regolari controlleranno che l’infezione stia andando via.

Chirurgia

Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico se le valvole cardiache sono state danneggiate. Il tuo chirurgo potrebbe consigliarti di riparare la valvola cardiaca. La valvola può anche essere sostituita utilizzando una nuova valvola realizzata con tessuto animale o materiali artificiali.

La chirurgia può anche essere necessaria se gli antibiotici non funzionano o se l’infezione è fungina. I farmaci antifungini non sono sempre efficaci per le infezioni nel cuore.

Recupero e prospettive

Se non trattata, questa condizione sarà fatale. Tuttavia, la maggior parte delle persone è in grado di riprendersi con un trattamento antibiotico. La possibilità di guarigione dipende da fattori tra cui l’età e la causa dell’infezione. Inoltre, i pazienti che ricevono un trattamento precoce hanno maggiori possibilità di recuperare completamente.

Potrebbe essere necessario più tempo per recuperare completamente se fosse necessario un intervento chirurgico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here