Emocoltura

0
7

Emocoltura

Un’emocoltura è un test che verifica la presenza di invasori stranieri come batteri, lieviti e altri microrganismi nel sangue. La presenza di questi agenti patogeni nel flusso sanguigno può essere un segno di un’infezione del sangue, una condizione nota come batteriemia. Una emocoltura positiva significa che hai batteri nel sangue.

Questo tipo di infezione coinvolge il sangue che circola in tutto il corpo. I batteri che iniziano sulla pelle o nei polmoni, nelle urine o nel tratto gastrointestinale sono fonti comuni di infezioni del sangue.

Un’infezione può diffondersi al sangue e diventare sistemica se è grave o se il sistema immunitario non è in grado di mantenerla contenuta. Un’infezione sistemica è nota come sepsi.

Il test per un’emocoltura prevede un semplice prelievo di sangue. Un laboratorio analizza il campione di sangue e inoltra i risultati al medico, che utilizzerà i risultati per determinare cosa è necessario per trattare qualsiasi infezione.

Scopo di un’emocoltura

Le emocolture vengono ordinate quando il medico sospetta che tu possa avere un’infezione del sangue. È importante testare le infezioni del sangue perché possono portare a gravi complicazioni. Una di queste complicazioni di un’infezione del sangue è la sepsi.

Nella sepsi, i patogeni che causano l’infezione nel flusso sanguigno interferiscono con le normali difese del tuo corpo e impediscono al tuo sistema immunitario di funzionare correttamente. Gli agenti patogeni producono anche tossine che possono danneggiare i tuoi organi.

I risultati del test possono aiutare il medico a determinare quale specifico organismo o batterio sta causando l’infezione del sangue e il modo migliore per combatterla.

Sintomi di infezione del sangue e sepsi

Dovresti chiamare il 911 o visitare immediatamente un medico se stai riscontrando sintomi di un’infezione del sangue. Questi includono:

  • brividi che fanno tremare
  • febbre moderata o alta
  • respirazione rapida
  • aumento della frequenza cardiaca o palpitazioni
  • stanchezza eccessiva
  • dolori muscolari
  • mal di testa

Senza trattamento, un’infezione del sangue può progredire fino al suo stadio più grave, la sepsi. I sintomi della sepsi includono quelli sopra elencati, così come i segni di organi danneggiati. I seguenti sono ulteriori sintomi di sepsi:

  • confusione
  • diminuzione delle urine
  • vertigini
  • nausea
  • pelle screziata

Con il progredire dell’infezione, possono svilupparsi complicazioni più gravi della sepsi. Questi possono includere:

  • infiammazione in tutto il corpo
  • formazione di molti minuscoli coaguli di sangue nei vasi sanguigni più piccoli
  • un pericoloso calo della pressione sanguigna
  • fallimento di uno o più organi

Fattori di rischio di infezione del sangue

Le emocolture vengono eseguite più frequentemente per coloro che sono a maggior rischio di sviluppare un’infezione del sangue. Sei a maggior rischio se ti è stato diagnosticato:

  • diabete
  • HIV o AIDS
  • cancro
  • una malattia autoimmune

Anche le seguenti situazioni ti mettono a rischio di infezione del sangue:

  • Hai avuto un’infezione di recente.
  • Hai subito un intervento chirurgico di recente.
  • Hai subito una sostituzione protesica della valvola cardiaca.
  • Stai subendo una terapia immunosoppressiva.

Le emocolture vengono anche prelevate più frequentemente nei neonati e nei bambini con febbre che possono avere un’infezione ma non hanno i segni e sintomi tipici della sepsi. Gli anziani sono anche a maggior rischio di infezioni del sangue.

Emocoltura per altre condizioni

Un’emocoltura può anche essere utilizzata per rilevare condizioni come l’endocardite. L’endocardite è una condizione che si verifica quando i batteri nel flusso sanguigno si attaccano alle valvole cardiache. Può essere pericoloso per la vita.

Potenziali rischi di un’emocoltura

Le complicazioni che potresti provare da questo test si verificano solo quando dai il sangue. Tuttavia, i prelievi di sangue sono procedure di routine e raramente causano effetti collaterali gravi.

I rischi di dare un campione di sangue includono:

  • sanguinamento sotto la pelle o ematoma
  • sanguinamento eccessivo
  • svenimento
  • infezione

Come prepararsi per un’emocoltura

Informa il tuo medico che tipo di farmaci stai assumendo, comprese prescrizioni e integratori alimentari. Potrebbero chiederti di interrompere l’assunzione di determinati farmaci che potrebbero influire sui risultati dell’emocoltura.

Se sei diffidente nei confronti degli aghi, parla con il tuo medico o il tuo infermiere per discutere dei modi per alleviare la tua ansia.

Come viene eseguita un’emocoltura

Il prelievo di sangue può essere eseguito in un ospedale, in un pronto soccorso o in una struttura di analisi specializzata. Le emocolture vengono raramente eseguite in ambiente ambulatoriale.

Per iniziare, la tua pelle viene pulita per evitare che eventuali microrganismi sulla tua pelle contaminino il test. L’infermiera o il tecnico di solito avvolge un polsino o un elastico attorno al braccio per consentire alle vene di riempirsi di sangue e diventare più visibili. Successivamente usano un ago per prelevare diversi campioni di sangue dal tuo braccio.

Generalmente vengono raccolti più campioni di sangue da vene diverse per aumentare la possibilità di rilevare batteri o funghi nel flusso sanguigno. Se sei un adulto, il tuo medico o il tuo team sanitario di solito raccoglie da due a tre campioni di sangue, spesso prelevati in visite diverse.

Dopo il sorteggio, la tua infermiera o il tuo tecnico coprono il sito della puntura con una garza e una benda. Il campione di sangue viene quindi inviato a un laboratorio dove viene coltivato: ogni campione di sangue viene aggiunto a una bottiglia contenente un liquido noto come brodo. Il brodo incoraggia la crescita di eventuali microrganismi presenti nel campione di sangue.

Interpretare i risultati

Se l’emocoltura è positiva, significa che hai un’infezione batterica o di lievito nel sangue. I risultati di solito aiutano il medico a identificare i batteri o i funghi specifici che causano l’infezione.

A seconda del tipo di organismo scoperto nel sangue, il medico eseguirà un altro test chiamato test di sensibilità o suscettibilità. Questo aiuta a determinare quale farmaco specifico funzionerà meglio contro quell’organismo. È pratica standard eseguire un test di sensibilità come follow-up di un test di emocoltura positivo. Può anche essere fatto quando un’infezione non risponde al trattamento.

Dopo un’emocoltura

Se il medico sospetta che tu abbia un’infezione del sangue, può iniziare subito il trattamento tramite antibiotici ad ampio spettro per via endovenosa. Questo farmaco può iniziare a combattere una vasta gamma di batteri mentre aspetti i risultati dell’emocoltura o dei test di sensibilità.

Le infezioni del sangue richiedono un trattamento immediato, di solito in ospedale. Se si sviluppa la sepsi, può essere pericolosa per la vita, soprattutto se si ha un sistema immunitario indebolito. Se hai la sepsi, sarai ricoverato in ospedale in modo da poter essere completamente curato.

Le infezioni del sangue possono portare a gravi complicazioni, quindi parla con il tuo medico se sei a rischio o se mostri sintomi. Qualsiasi febbre che dura più di tre giorni dovrebbe sempre essere valutata da un medico o da un altro operatore sanitario. Se un bambino di età inferiore ai 3 mesi ha la febbre, dovrebbe essere immediatamente visitato da un medico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here