Ecografia addominale

0
5

Cos’è un’ecografia addominale?

Le scansioni a ultrasuoni utilizzano onde sonore ad alta frequenza per acquisire immagini e video dell’interno del corpo. Ecografie addominali per aiutare il medico a vedere gli organi e le strutture all’interno dell’addome.

Gli ultrasuoni sono sicuri e indolori. Sono anche sempre più comuni. Ogni anno negli Stati Uniti vengono eseguite sempre più ecografie. Uno studio ha rilevato che il loro numero è cresciuto del 4% ogni anno dal 1996 al 2010.

Le immagini a ultrasuoni vengono acquisite in tempo reale. Sono in grado di mostrare la struttura e il movimento degli organi interni e il sangue che scorre attraverso i vasi sanguigni. Questo test è il più comunemente utilizzato per visualizzare ed esaminare il feto nelle donne in gravidanza, ma ha anche molti altri usi clinici.

Perché viene eseguita un’ecografia addominale?

Gli ultrasuoni addominali vengono utilizzati per controllare i principali organi nella cavità addominale. Questi organi includono la cistifellea, i reni, il fegato, il pancreas e la milza.

Infatti, se sei un uomo di età compresa tra i 65 ei 75 anni e fumi o sei abituato a fumare, la Mayo Clinic, ti consiglia di fare un’ecografia addominale per verificare la presenza di un aneurisma dell’aorta addominale.

Se il tuo medico sospetta che tu abbia una qualsiasi di queste altre condizioni, un’ecografia addominale potrebbe essere nel tuo prossimo futuro:

  • coagulo
  • organo ingrossato (come fegato, milza o reni)
  • fluido nella cavità addominale
  • calcolo biliare
  • ernia
  • pancreatite
  • blocco renale o cancro
  • calcolo renale
  • cancro al fegato
  • appendicite
  • tumori

Ulteriori informazioni: nodulo addominale »

Gli ultrasuoni addominali possono anche essere utilizzati per guidare il medico durante determinate procedure. Per esempio:

  • Durante una biopsia addominale, il medico può utilizzare gli ultrasuoni per vedere dove posizionare l’ago per rimuovere un piccolo campione di tessuto.
  • Gli ultrasuoni possono aiutare il medico a drenare il fluido da una cisti o da un ascesso.
  • Il medico può utilizzare gli ultrasuoni per esaminare il flusso sanguigno all’interno dell’addome.

Quali sono i rischi di un’ecografia addominale?

Un’ecografia addominale non ha rischi. A differenza dei raggi X o delle scansioni TC, gli ultrasuoni non utilizzano radiazioni, motivo per cui i medici preferiscono utilizzarli per controllare lo sviluppo di bambini nelle donne in gravidanza.

L’imaging ecografico fetale fornisce immagini in tempo reale del feto. Sebbene le immagini possano essere ricordi emozionanti per i futuri genitori, il file Food and Drug Administration degli Stati Uniti consiglia ai genitori di sottoporsi a ecografie solo in presenza di una specifica esigenza medica. Non si guadagna nulla dall’esporre il feto a ultrasuoni extra non necessari, quindi la FDA sconsiglia questi “video ricordo”.

Non ci sono prove che l’ecografia e i monitor del battito cardiaco causino danni ai feti. Tuttavia, i medici non possono ancora essere sicuri che non ci siano rischi a lungo termine. Gli ultrasuoni possono riscaldare leggermente i tessuti dell’addome. In alcuni casi, può produrre bolle molto piccole in alcuni tessuti. Gli effetti a lungo termine di questo non sono noti.

Per saperne di più: Ecografia in gravidanza »

Come mi preparo per il test?

Chiedi al tuo medico se puoi continuare a bere acqua e assumere i farmaci come faresti normalmente prima di un’ecografia. Il medico di solito ti dirà di digiunare per 8-12 ore prima dell’ecografia. Questo perché il cibo non digerito nello stomaco e l’urina nella vescica possono bloccare le onde sonore, rendendo difficile per il tecnico ottenere un’immagine chiara.

C’è un’eccezione al digiuno se stai facendo un’ecografia della cistifellea, del fegato, del pancreas o della milza. In questi casi, ti potrebbe essere chiesto di mangiare un pasto senza grassi la sera prima del test e di iniziare a digiunare dopo.

Come viene eseguito il test?

Prima di un’ecografia addominale, ti verrà chiesto di cambiarti in un camice da ospedale e rimuovere eventuali gioielli o altri oggetti che potrebbero interferire con la scansione.

Quindi ti stenderai su un tavolo con l’addome esposto.

Un ecografo (ecografista) applicherà una speciale gelatina lubrificante sull’addome.

Il gel impedisce la formazione di sacche d’aria tra la pelle e il trasduttore a ultrasuoni, che assomiglia a un microfono.

Il trasduttore invia onde sonore ad alta frequenza attraverso il tuo corpo. Queste onde sono troppo acute per essere udite dall’orecchio umano. Ma le onde echeggiano quando colpiscono un oggetto denso, come un organo o un bambino.

Se hai dolore all’addome, potresti provare un leggero fastidio durante un’ecografia. Assicurati di informare immediatamente il tuo tecnico se il dolore diventa grave.

Alcuni fattori o condizioni possono interferire con i risultati di un’ecografia, tra cui:

  • obesità grave
  • cibo nello stomaco
  • bario (un liquido che ingerisci in alcuni test che aiuta il medico a vedere lo stomaco e il tratto gastrointestinale) avanzi nell’intestino da una recente procedura con bario
  • eccesso di gas intestinale

Al termine della scansione, il tecnico pulirà il gel dall’addome. La procedura di solito dura meno di 30 minuti.

Cosa succede dopo il test?

Un radiologo interpreterà le tue immagini ecografiche. Il medico discuterà i risultati con te in un appuntamento di follow-up. Il medico potrebbe richiedere un’altra scansione di follow-up o altri test e fissare un appuntamento per verificare eventuali problemi riscontrati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here