Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi È sicuro prendere la quetiapina per aiutarti a dormire?

È sicuro prendere la quetiapina per aiutarti a dormire?

0
4

Una donna giace su un fianco, addormentata nel letto, con le coperte tirate su fino al viso.

La quetiapina (Seroquel) è un farmaco antipsicotico usato per trattare i sintomi associati a:

  • schizofrenia
  • disordine bipolare
  • disturbo depressivo maggiore (MDD)

Funziona alterando i livelli di alcuni messaggeri chimici chiamati neurotrasmettitori nel cervello, in particolare serotonina e dopamina.

Sebbene abbia un effetto sedativo, la quetiapina non è raccomandata per l’insonnia.

Diamo un’occhiata ai motivi, nonché ai possibili effetti collaterali e alle opzioni di aiuto per dormire più sicure.

Cosa sapere sulla quetiapina e sul sonno

La quetiapina non è stata approvata dalla Food and Drug Administration (FDA) per il trattamento dell’insonnia. Tuttavia, a causa dei suoi effetti sedativi, a volte viene ancora prescritto off-label come aiuto per dormire a breve termine.

Sebbene sia difficile individuare con esattezza la frequenza con cui la quetiapina viene prescritta per l’insonnia e i relativi disturbi del sonno, ricerca suggerisce che è prescritto abbastanza spesso.

UN studio 2017 l’esame delle prescrizioni di quetiapina tra gli adolescenti in un centro di ricovero psichiatrico ha rilevato che su 720 ricoveri, all’11,5% è stata prescritta quetiapina per l’uso notturno. Di queste prescrizioni, il 57 per cento era esclusivamente per l’insonnia.

UN Recensione 2012 2012 ha riferito che il dosaggio tipico per quetiapina varia da 25 a 200 milligrammi (mg) al giorno quando prescritto off-label per l’insonnia.

La quetiapina può aiutarti a dormire?

Pochissimi studi di alta qualità si sono concentrati specificamente sul fatto che la quetiapina aiuti effettivamente a dormire.

La ricerca disponibile suggerisce che l’efficacia della quetiapina può dipendere dal fatto che l’insonnia si manifesti indipendentemente (insonnia primaria) o insieme a un’altra condizione di salute (insonnia secondaria).

Il Recensione 2012 2012 identificato due studi che hanno valutato l’uso della quetiapina nel trattamento dell’insonnia primaria. Gli autori hanno menzionato diversi potenziali problemi di salute, come aumento di peso e cambiamenti metabolici, anche a basse dosi.

Allo stesso modo, a Recensione 2014 identificato solo due piccoli studi clinici che valutano l’uso della quetiapina per l’insonnia negli adulti senza altre condizioni di salute. Gli autori hanno concluso che, sulla base della mancanza di informazioni sulla sicurezza e sull’efficacia, la quetiapina non è raccomandata per l’insonnia.

Un’altra letteratura revisione dal 2016 è giunto a una conclusione simile. Hanno citato solo uno studio, che ha concluso che la quetiapina non migliora significativamente il sonno.

Un completo Recensione 2018 ha anche concluso che la quetiapina non migliora l’insonnia primaria. Tuttavia, gli autori hanno suggerito che, sulla base di prove limitate, la quetiapina può essere utile nel trattamento dell’insonnia secondaria causata dalla depressione associata al disturbo bipolare.

Sulla base delle prove disponibili, il consenso generale in questo momento è che la quetiapina non è raccomandata per l’insonnia.

Quali sono i rischi o gli effetti collaterali?

Data la mancanza di ricerche, non abbiamo un quadro completo dei rischi associati all’assunzione di una dose bassa di quetiapina come aiuto per dormire, soprattutto a lungo termine.

Il Recensione 2014 sopra citato hanno riscontrato che gli effetti collaterali più comunemente riportati erano secchezza delle fauci e sonnolenza diurna. Tuttavia, gli autori hanno anche indicato che anche basse dosi di quetiapina possono causare un significativo aumento di peso.

Altri effetti collaterali indesiderati che sono stati riportati negli studi clinici di quetiapina per l’insonnia includono:

  • vertigini dopo essersi alzati in piedi
  • spasmi muscolari
  • movimenti ripetitivi del corpo
  • irrequietezza e irrequietezza

  • sindrome delle gambe senza riposo

Gli effetti collaterali associati a dosi più elevate di quetiapina usata per trattare il disturbo bipolare e la schizofrenia sono più noti. Possono includere:

  • vertigini
  • bocca asciutta
  • problemi di cuore
  • colesterolo alto
  • trigliceridi alti
  • insulino-resistenza
  • sonnolenza
  • colpo
  • pensieri e comportamenti suicidi

  • aumento di peso

Gli effetti collaterali meno comuni includono le seguenti condizioni che possono essere pericolose per la vita:

  • neutropenia, una condizione che colpisce i globuli bianchi

  • sindrome neurolettica maligna (SNM), una rara reazione al farmaco

La quetiapina presenta anche gravi rischi per le persone che soffrono di demenza, come un aumento del declino cognitivo e la morte.

Ausili per dormire più sicuri

Esistono diversi tipi di opzioni di trattamento per l’insonnia primaria. Questi includono:

  • prescrizione medica
  • farmaci da banco (OTC)
  • integratori
  • terapie comportamentali e complementari
  • cambiamenti nello stile di vita

Sebbene alcuni di questi trattamenti abbiano dei rischi, soprattutto se utilizzati a lungo termine, è noto che altre opzioni sono sicure e comportano un rischio minimo o nullo di effetti collaterali.

Diamo un’occhiata più da vicino a queste opzioni.

Prescrizione medica

Gli ausili per il sonno soggetti a prescrizione possono rendere più facile addormentarsi o rimanere addormentati. Le opzioni di prescrizione includono benzodiazepine e farmaci con effetti sedativi, come gli antidepressivi.

Alcuni esempi di farmaci per il sonno prescritti includono:

  • doxepin (Silenor)

  • ramelteon (Rozerem)
  • triazolam (Halcion)
  • zaleplon (Sonata)
  • zolpidem (ambiente)

Molti di questi farmaci non sono raccomandati per l’uso a lungo termine, poiché possono creare assuefazione. Inoltre, i sonniferi prescritti possono causare effetti collaterali come sonnolenza diurna.

È importante discutere con il medico i rischi e i benefici dei farmaci per il sonno prescritti.

farmaci da banco

Alcune persone usano farmaci senza prescrizione medica che causano sonnolenza per aiutarli a dormire. Questi includono antistaminici e farmaci per la nausea, come il dimenidrinato.

Questi non sono destinati a curare l’insonnia. Possono causare effetti collaterali, come:

  • confusione
  • vertigini
  • sonnolenza diurna

È importante parlare con il medico prima di assumere farmaci da banco per aiutarti a dormire.

Supplementi

La melatonina è un integratore alimentare che viene spesso utilizzato come aiuto per dormire. Altri aiuti naturali per dormire includono:

  • radice di valeriana
  • magnesio
  • lavanda

Assicurati di parlare con il medico o il farmacista prima di assumere un integratore.

Sebbene gli integratori possano comportare un minor rischio di gravi effetti collaterali, possono interferire con altri farmaci che potresti assumere.

Terapie comportamentali e complementari

Ci sono un’ampia varietà di strumenti e tecniche che possono aiutare con l’insonnia. Questi includono:

  • Terapia cognitivo comportamentale (CBT). Con la CBT, lavori con un terapista qualificato per modificare i modelli di pensiero che potrebbero interferire con la tua capacità di dormire di buona qualità.
  • Tecniche di rilassamento. La meditazione guidata, lo yoga, il tai chi, il biofeedback e gli esercizi di respirazione possono aiutarti a rilassarti quando è ora di dormire.
  • Restrizione del sonno. Questa tecnica consiste nel limitare temporaneamente la quantità di tempo in cui dormi, in modo da sentirti più stanco la notte successiva.
  • Terapia della luce. L’uso di una scatola luminosa può aiutarti a regolare i tuoi schemi di sonno, in particolare durante i mesi invernali.
  • Agopuntura. Secondo a Recensione 2012 2012, l’agopuntura può migliorare la qualità del sonno.

Cambiamenti nello stile di vita

A volte, apportare piccole modifiche alla tua routine quotidiana può aiutare a migliorare il tuo sonno. Prova quanto segue:

  • Fai esercizio fisico regolarmente durante il giorno o entro un paio d’ore dall’andare a letto. Evita di fare esercizi vigorosi troppo vicino all’ora di andare a letto.
  • Evita di fare un pisolino troppo a lungo o nel pomeriggio.
  • Limita l’assunzione di caffeina e alcol, in particolare nelle ore prima di andare a letto.
  • Evita di fare un pasto abbondante prima di andare a letto.
  • Se fumi, prova a smettere.
  • Cerca di rilassarti prima di andare a letto. Potresti voler fare stretching, meditazione o posizioni yoga. Oppure puoi fare un bagno caldo, leggere o ascoltare musica rilassante.
  • Cerca di attenerti a un programma di sonno regolare andando a letto e svegliandoti alla stessa ora ogni giorno.
  • Usa la tua camera da letto solo per dormire e fare sesso. Cerca di evitare di lavorare o guardare la TV mentre sei a letto.
  • Parla con il tuo medico di farmaci o condizioni di salute che potrebbero interferire con il tuo sonno.

Risorse per l’insonnia

Se continui ad avere difficoltà a dormire, ci sono altre risorse che potrebbero aiutarti.

Le app per l’insonnia possono aiutarti a monitorare i tuoi schemi di sonno. Alcune app offrono anche tecniche di rilassamento e ipnosi per aiutarti ad addormentarti.

Allo stesso modo, i podcast sull’insonnia possono aiutarti a rilassarti prima di andare a letto. Incorporano:

  • storie della buonanotte progettate per farti venire sonnolenza
  • suoni rilassanti della natura
  • rumore bianco

Se l’insonnia persiste, parlane con il tuo medico. Il tuo medico può aiutarti ad affrontare eventuali problemi di fondo che potrebbero contribuire ai tuoi problemi di sonno.

La linea di fondo

La quetiapina non è raccomandata per l’insonnia e i disturbi del sonno correlati. Non c’è abbastanza ricerca di alta qualità sulla sua sicurezza ed efficacia.

Ci sono una varietà di altri trattamenti disponibili per l’insonnia primaria, inclusi farmaci, integratori e cambiamenti nello stile di vita.

Parla con un operatore sanitario per scoprire quali tipi di trattamenti potrebbero essere giusti per te.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here