Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi È possibile addestrare i capelli a essere meno grassi?

È possibile addestrare i capelli a essere meno grassi?

0
7

Includiamo prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Se acquisti tramite i link in questa pagina, potremmo guadagnare una piccola commissione. Ecco il nostro processo.

Tutti hanno avuto a che fare con i capelli grassi almeno una volta e probabilmente ne sono stati infastiditi.

E se ci fosse un modo per sbarazzarsi del grasso per sempre? Secondo alcuni fan della bellezza, potrebbe esserci, e si chiama hair training.

L’idea non è esattamente nuova, ma sta guadagnando popolarità negli ultimi anni, soprattutto quando il movimento “no poo” ha preso piede.

L’allenamento dei capelli è un modo per ridurre l’uso dello shampoo per aiutare a ridurre gli oli, poiché gli ingredienti nello shampoo possono creare accumuli e grasso.

Mentre l’idea di svezzarsi dallo shampoo frequente – che è tutto ciò che riguarda l’allenamento dei capelli – potrebbe non essere qualcosa che alcuni di noi si sentono a proprio agio nel fare, ci sono alcune cose che puoi fare per rendere i capelli meno grassi nel tempo.

Cos’è l’allenamento dei capelli?

“Hair training” o “scalp training” è l’atto di “allenare” i capelli a dover essere lavati solo una volta alla settimana o mai.

L’idea è che gli additivi negli shampoo convenzionali seccano le ciocche, quindi riducendo il lavaggio, i tuoi capelli torneranno al loro aspetto naturale e sano.

“L’allenamento dei capelli implica l’obiettivo di rendere i capelli meno grassi, compreso il cuoio capelluto”, afferma il chimico della formulazione Tonya S. Lane, specializzato nella cura naturale dei capelli.

Funziona?

Non tutti gli esperti sono convinti: il dottor Trefor Evans, chimico cosmetico e direttore della ricerca presso TRI-Princeton, afferma che l’allenamento dei capelli è solo un’altra tendenza di bellezza supportata da nessun dato scientifico.

“Penso che la prima cosa a cui pensare quando si pensa ai capelli grassi sia l’accumulo di sebo naturale sulla superficie dei capelli e del cuoio capelluto”, afferma. “All’interno di ogni follicolo sulla tua testa c’è qualcosa chiamato ghiandola sebacea che secerne sul cuoio capelluto e sui capelli”.

“C’è questo processo di pensiero che [sebum is] un balsamo naturale, ma viene prodotto continuamente”, afferma Evans. “Quindi, lasciato correre nella sua misura, si accumulerà e farà sentire i tuoi capelli un po’ unti. Fa parte della fisiologia naturale del tuo corpo, quindi non puoi davvero influire su questo.

Tuttavia, lo shampoo meno spesso non è necessariamente dannoso, quindi se sei interessato a provarlo, continua a leggere per trovare i migliori consigli per il tuo tipo di capelli.

Ogni quanto devo lavarmi i capelli?

La verità è che non esiste un approccio unico per tutti.

La frequenza con cui lavi i capelli dipende in gran parte dal tipo di capelli e dalla quantità di sebo prodotta naturalmente dal cuoio capelluto, che varia da persona a persona.

Sebbene lo shampoo quotidiano non sia l’ideale per la maggior parte dei tipi di capelli, in particolare per le trame ricci, la quantità di sebo creata dal cuoio capelluto dipende fortemente dalla genetica e dalla tua fisiologia naturale.

Ma molti stilisti credono che la frequenza con cui ti lavi i capelli, a seconda del tipo di capelli, può effettivamente aiutare a ridurre l’accumulo di olio evitando di fare danni o di seccare gli oli naturali e necessari dei tuoi capelli.

“L’addestramento dei capelli consiste nell’utilizzare uno shampoo ed essere diligenti con esso. In realtà funziona lavando meno lo shampoo in modo da non seccare il cuoio capelluto”, afferma l’hair stylist, esperto di ricci e proprietario di 5 Salon Spa Ona Diaz-Santin (noto anche come The Hair Saint).

“Il termine giusto che dovrebbe essere usato è ‘allenare la ghiandola sebacea’, poiché inizia lì e scorre verso le ciocche di capelli”, dice.

Per le persone che si lavano i capelli cinque o più volte alla settimana, Diaz-Santin consiglia di fare le cose con calma. Prova a scendere a quattro volte a settimana, poi gradualmente a tre volte, poi due volte a settimana e guarda come funziona per te.

Consiglia anche di evitare l’acqua calda quando fai la doccia, perché potrebbe anche seccare il cuoio capelluto e far sì che le ghiandole sebacee producano più sebo.

Se, dopo alcune settimane, non noti alcuna differenza, il lavaggio solo una o due volte a settimana potrebbe non funzionare per te.

Che tipo di shampoo dovrei usare?

Anche il tipo di shampoo che usi è importante.

Gli shampoo con detergenti aggressivi possono seccare qualsiasi cuoio capelluto e portare a un cuoio capelluto iperattivo che si traduce nella produzione di più sebo.

Scegli uno shampoo da delicato a delicato, come Shampoo delicato Bumble and Bumble. Offre una pulizia profonda ma è formulato con olio di avocado per aiutare il cuoio capelluto e i capelli a trattenere l’umidità.

Considera anche i trattamenti per il cuoio capelluto, come il Trattamento per il cuoio capelluto grasso di Moroccanoil o Briogeo Scalp Revival Charcoal + Trattamento del cuoio capelluto all’albero del tè.

Allenamento dei capelli e il tuo tipo di capelli

Diaz-Santin insiste sul fatto che l’allenamento dei capelli può funzionare per la maggior parte delle trame, soprattutto se si implementa e si mantiene una routine corretta e coerente. Consiglia che dopo due o tre mesi della stessa routine, i tuoi capelli alla fine si adatteranno.

Ma per molte persone con capelli naturalmente ricci o ricci, il lavaggio quotidiano è già un ricordo del passato.

“Questo perché è più difficile per il sebo del cuoio capelluto viaggiare lungo le trame dei capelli ricci rispetto a quelli con capelli più lisci o fini”, spiega Lane.

Con che frequenza devo lavare i capelli se ho i capelli naturali?

In genere, chi ha i capelli ricci non dovrebbe lavarsi i capelli più di una o due volte alla settimana. Ma i ricci naturali variano anche per consistenza e motivo.

Alcune persone con trame più sottili e modelli di ricci più sciolti potrebbero optare per uno shampoo che insapona ma è comunque idratante, come Rizos Ricci Shampoo Idratante, due volte a settimana.

Altri con trame più spesse, ruvide e crespi possono trarre maggiori benefici dal lavaggio una volta alla settimana con un balsamo detergente o co-wash – un detergente per capelli che deterge e condiziona i capelli ma di solito non fa schiuma – come Balsamo detergente As I Am al cocco.

L’hair stylist delle celebrità Tym Wallace crede che l’idea dell’allenamento dei capelli non si applichi affatto alle trame ricci.

“Questo non ha senso per i capelli naturali poiché molti dei miei clienti naturali usano molti prodotti. A volte non devi lavarti i capelli così tanto e i loro oli fanno bene ai loro capelli. Usano anche oli naturali nei capelli. Non stanno allenando i capelli perché hanno bisogno di oli e prodotti nei loro capelli”, dice.

L’allenamento dei capelli può funzionare con i capelli sottili?

Wallace ritiene che le persone con capelli da mossi a lisci e sottili e medi potrebbero effettivamente trarre beneficio dallo shampoo Di più. Si tratta di selezionare uno shampoo che deterge a fondo senza seccare il cuoio capelluto.

Provare Shampoo Chiarifica e Idrata Dove, che contiene carbone di legna per lavare via l’accumulo di prodotto e lasciare i capelli con una sensazione di pulizia perfetta, senza seccarli.

Wallace suggerisce di proseguire con un balsamo idratante. “Ricorda sempre di evitare di condizionare le radici, perché se non lo fai, ti aiuterà a produrre gli oli molto più velocemente”, dice.

Se hai i capelli sottili o diradati che sono facilmente appesantiti da oli naturali, Diaz-Santin suggerisce di lavare i capelli due volte a settimana con acqua più fredda ed evitare prodotti per la cura dei capelli pesanti e per lo styling con troppi oli.

E lo styling a caldo?

Se stai riducendo lo shampoo ma vuoi anche evitare un eccessivo accumulo di olio, Diaz-Santin consiglia di ridurre lo styling a caldo il più spesso possibile.

“Il calore favorisce l’olio, quindi se tocca il cuoio capelluto, questo sarà un fattore scatenante”, dice.

Ma se non lo styling a caldo non è un’opzione per te, prendi in considerazione un buon shampoo a secco che ti aiuterà ad allungare il tempo tra i lavaggi e ad aumentare il volume, come Dove Refresh + Care Shampoo a secco Volume & Fullness.

Vuoi anche assicurarti di usare lo shampoo a secco in tempo e correttamente: applicalo mentre i capelli sono ancora puliti, il secondo o il terzo giorno. Se aspetti che i tuoi capelli siano già troppo unti, non funzionerà.

Esistono anche shampoo a secco studiati appositamente per chi ha i capelli ricci, come il Cantu Cleanse Dry Co-Wash, che è un co-wash a secco a base di aceto di mele.

Assicurati di evitare le punte, semplicemente spruzza e massaggia un po’ sul cuoio capelluto tra un lavaggio e l’altro se senti che il cuoio capelluto e l’area della corona diventano unti.

E ricorda che lo shampoo a secco in realtà non sostituisce lo shampoo tradizionale (a un certo punto dovrai lavarti di nuovo i capelli).

Formazione e colorazione dei capelli

Poiché le tendenze dei capelli colorati sono più secche, Wallace suggerisce che le persone che si tingono i capelli non facciano lo shampoo tutti i giorni o troppo spesso. “La maggior parte delle donne che si colorano i capelli non fanno lo shampoo così spesso perché vorrebbero preservare il loro colore”, dice.

“Consiglio di utilizzare un sistema di trattamento del colore senza solfati, come Shampoo e balsamo Dove Color Protect“, raccomanda Wallace. È formulato con attivi riparatori di cheratina che lavorano per nutrire e riparare in profondità i capelli mantenendo il colore protetto e vibrante.

La linea di fondo

È chiaro che “l’allenamento dei capelli” non è per tutti. Ma fortunatamente, ci sono modi per tenere a bada i capelli grassi senza danneggiarli o seccarli. Si tratta di creare una routine e trovare prodotti che funzionino per le tue esigenze individuali.

Se ritieni che i tuoi capelli grassi possano essere il risultato di problemi di salute o ormonali, assicurati di consultare il tuo medico o dermatologo prima di adottare una nuova routine o provare nuovi prodotti.


Johanna Ferreira è scrittrice e giornalista. È l’ex vicedirettore di HipLatina e attualmente scrive come freelance. La sua narrazione è incentrata sulla femminilità, la cultura, l’identità, la razza, la bellezza e il benessere latini spesso coperti da una prospettiva socioculturale. È stata pubblicata su O, The Oprah Magazine, Well + Good, Pop Sugar, Mitú e The Klog di Soko Glam. La trovi su Instagram.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here